Due agenti accoltellati a Bruxelles: si segue la pista terrorismo

I poliziotti aggrediti nella zona di Schaerbeek, già nota per le attività jihadiste

Aggrediti a colpi di coltello e feriti a Schaerbeek, quartiere di Bruxelles noto per essere un focolaio del jihadismo in Belgio. Sono due poliziotti le vittime di un assalto avvenuto quest'oggi, mentre una delle principali stazioni ferroviarie della capitale veniva chiusa per un sospetto pacco bomba.

L'aggressore è stato fermato a colpi di pistola dalla polizia, che lo ha poi arrestato, in una traffica strada dello stesso quartiere dove i terroristi responsabili per gli attacchi all'aeroporto e alla metropolitana, avvenuti il 22 marzo, avevano installato la loro "fabbrica" di esplosivi.

Secondo i media belgi, l'attacco sarebbe avvenuto durante un controllo di routine. Si è trattato di un "possibile attacco terrorista contro dei poliziotti", ha detto un portavoce dell'ufficio del procuratore federale, Eric Van der Sypt.

Colpiti uno al collo e uno allo stomaco, i due poliziotti rimasti feriti nell'aggressione non sono in condizioni gravi. L'assalitore, identificato come Hicham D, belga di origini arabe nato il 26 aprile 1973, è stato raggiunto da un colpo di pistola alla gamba. Secondo l'emittente locale Rtbf è un ex militare già noto.