Due sparatorie in Georgia, cinque morti

Il presunto killer, un 50enne, si sarebbe tolto la vita. I due gravi fatti di sangue sono avvenuti nella città di Appling

Due nuove sparatorie insanguinano gli Stati Uniti. Cinque persone sono rimaste uccise la notte scorsa in Georgia, a causa di due sparatorie avvenute a breve distanza l'una dall'altra nella contea di Columbia. La prima, ad Appling, ha causato tre vittime, due rimaste uccise sul colpo e la terza spirata dopo il ricovero in ospedale. Poco dopo altre due persone sono rimaste uccise da colpi di armi da fuoco in una località a poco più di un chilometro dal luogo della prima sparatoria. Lo sceriffo della contea è convinto che i due episodi siano collegati. L’uomo sospettato di aver ucciso le cinque persone, Wayne Anthony Hawes (50 anni), è stato trovato morto, probabilmente suicida.

Sempre negli Stati Uniti, in Ohio, un'altra strage è costata la vita a otto persone, sette adulti e un 16enne, tutti appartenenti alla stessa famiglia. Sono stati colpiti alla testa, qualcuno nel sonno. Tre bambini (un bambino di 4 giorni, uno di 6 mesi e uno di tre anni) si sono salvati. Interrogate 30 persone, ancora sconosciuto il movente.