Così la Siria avverte turchi e sauditi: "Vi rispediamo a casa in una bara"

Damasco mette le cose in chiaro: ogni militare straniero sarebbe visto come un aggressore

Il presidente siriano Assad ispeziona le truppe a Darayya, sobborgo di Damasco

Girano da giorni voci che vorrebbero l'Arabia Saudita, se non anche la Turchia, pronte a inviare soldati in Siria, per affiancare la coalizione impegnata contro il sedicente Stato islamico. Una prospettiva che, anche fosse soltanto fanta-geopolitica, a Damasco non piace per nulla.

Se ci fossero stati dubbi su questo punto, è arrivato il commento del ministro degli Esteri siriano, Walid al Muallim, a chiarire la posizione del regime siriano. Se mai militari dei due Paesi dovessero superare la frontiera, ha detto il responsabile del dicastero, "torneranno a casa dentro una bara di legno".

Damasco vedrebbe ogni ingerenza da parte di Ankara o Riyad come una "aggressione terrestre di fronte alla quale sarà fatta resistenza".

Commenti
Ritratto di Danno

Danno

Sab, 06/02/2016 - 15:16

Giusto rispediteli a casa in un sacco di plastica

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 06/02/2016 - 16:08

MENTRE IN LIBIA E' TUTTO A POSTO, NON FREGA NULLA NEANCHE A VOI ITALIANI CHE LI AVETE A 30 KM ED A PORTATA DI MISSILI VERSO ROMA, MILANO, NAPOLI, PALERMO ETC.

Gaeta Agostino

Sab, 06/02/2016 - 16:26

Tutti, dagli USA,Francia,Inghilterra,Turchia,Qatar e Arabia, con la scusa di combattere l'ISIS, che loro stessi finanziano e aiutano, cercano di entrare in Siria per far fuori Assad. Gli unici che veramente combattono l'ISIS sono i russi. E fanno bene se fanno fuori chiunque non autorizzato varca impunemente i confini siriani.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 06/02/2016 - 17:57

Bene Assad. bene Putin

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 06/02/2016 - 18:00

Quella parte del mondo sovrana e responsabile è con Assad e la Russia.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Sab, 06/02/2016 - 18:03

Quante atrocità soffre il popolo siriano per il semplice fatto di esser stato nemico d'Israele. I feriti di Al-Nusra, guariti negli ospedali israeliani dell'occupato Golan, i turchi (genocidi del popolo armneno) che fanno affari col petrolio dell'ISIS e buttano giù un aereo russo, i sauditi e qatarini... Gli USA che danno armi e $$ a Al-Nusra, ma che finiscono all'ISIS. Uno schifo!

mou

Sab, 06/02/2016 - 22:29

Cavolo,l'esercito siriano mica scherza! La guerra dei sei giorni per la Siria furono solo due: in quarantotto ore gli Israeliani li avevano già messi in fuga prendendogli le alture del Golan.Non solo e' veloce nel perdere le guerre, ma le fa perdere ai suoi alleati.Ne sa qualcosa l'Egitto che ,per salvare Assad dalla disfatta( qui ci vollero tre giorni....) dovette cambiare atteggiamento tattico, passare all'attacco e fu fatto a pezzi da Israele. Piccolo particolare: il rapporto mezzi corazzati (russi anche allora) Siria e Israele era di 10 contro 2.... Facile immaginare, con questi precedenti , la paura della Turchia che ha ben altra tradizione militare ( remember Dardanelli?).

yurida

Sab, 06/02/2016 - 23:46

a-tifoso se la Siri non avesse dichiarato guerra e attaccato Israele per ben tre volte dL 1948 in poi tutto ciò non sarebbe mai successo? Ah si forse Israele non avrebbe conquistato il Golan... Interessante notare che non c'è traccia di indignazione nei commenti per le centinaia di civili (donne e bambini) che muoiono ogni giorno... "bene cosi" dice Ausonio... Più continua cosi e più siriani arriveranno in Italia... Iniziate ad imparare l' arabo se non altro per riuscire a pronunciare i cognomi delle vostre nipotine!