E gli Obama fanno sparire le foto della figlia

Il privato è pubblico, ma non per tutti. Malia paparazzata in un locale. Ma interviene la Casa Bianca.

Accade sempre più spesso, tanto che se ne sono accorti i mass media e lo staff del presidente americano ha coniato perfino un hashtag: #thebearloose, l'orso libero, per indicare i sempre più frequenti momenti in cui «il leader del mondo libero» cerca di liberarsi dagli impegni della sua agenda. Negli ultimi giorni, Barack Obama è stato in visita in Colorado. In poche ore lo hanno fotografato mentre beveva una birra, mangiava una pizza, giocava a biliardo con il governatore. I tentativi di «liberarsi» negli ultimi mesi sono sempre più frequenti, come quando - seguito da un nutrito numero di membri dei Servizi segreti - fa passeggiate per Washington D.C. o decide di prendere un caffè da Starbucks, come ogni regolare americano. Obama non nasconde la sua voglia di normalità alle telecamere, anche se a quanto raccontano in queste ore social network e siti di gossip dedicati alle celebrità, preferirebbe nascondere quella della figlia 16enne Malia. Secondo il sito TMZ - che segue ogni movimento delle stelle di Hollywood - la ragazza lunedì sera sarebbe stata fotografata da paparazzi a Los Angeles, mentre usciva da un famoso ristorante di Venice - Gjelina - frequentato da celebrità e da fotografi interessati allo scoop. Malia, che era a cena con un gruppo di amici, si trova in effetti nella città californiana da quattro mesi per uno stage a un programma televisivo.

Il fotografo autore dei preziosi scatti, scrive TMZ, avrebbe immediatamente inviato le immagini all'agenzia AKM-GSI, che le ha messe sul suo sito in attesa del riscontro dei media interessati. Soltanto dopo, avrebbe ricevuto la telefonata dell'ufficio della First Lady. Lo staff di Michelle Obama avrebbe chiesto di togliere immediatamente le fotografie dal sito e di bloccarne la pubblicazione e l'agenzia lo avrebbe subito fatto. Gli assistenti della First Lady hanno spiegato loro che diversi mass media americani hanno già comunque un accordo con la Casa Bianca, quello di non pubblicare fotografie delle due figlie della coppia presidenziale in assenza dei genitori, e quindi al di fuori di eventi ufficiali.

Sicuramente il non detto, oltre alla minore età di Malia, è anche la sicurezza: la giovane si muove sempre con gli uomini dei Servizi segreti ma la Casa Bianca è comunque preoccupata per la possibilità di attacchi. Detto questo, i social network non sembrano aver apprezzato la mossa della Casa Bianca e sottolineano come la location scelta per la cena fosse un luogo «rischioso» per chi preferisce restare lontano da curiosi obiettivi.

Commenti

paolonardi

Sab, 12/07/2014 - 09:42

Dimostrazione ulteriore dell'insipienza del presidente nero. Anche gli americani si sono accorti dell'errore commesso votandolo come peggior presidente dal 1945. (New York Post del 3 luglio scorso)

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 12/07/2014 - 11:25

Perchè Voi non avete fatto la stessa cosa qualche anno fa con Barbara ? Almeno per coerenza abbiate il buon senso di non pubblicarle certe notizie.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 12/07/2014 - 15:44

Più che dell'insipienza direi della totale mancanza di buon senso e di esperienza di quel nero presidente.

grandeoceano

Sab, 12/07/2014 - 17:00

Lavate e pettinate, ma si comportano sempre da Ghetto-Girls.

GMfederal

Sab, 12/07/2014 - 19:17

che belli questi scimmiotti, mettiamoli nello zoo!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 12/07/2014 - 20:31

l'abbronzato ha fatto danni in tutto il mondo,non lo rimpiangeremo di certo quando se ne andrà dalla casa bianca sarà sempre troppo tardi.

rossini

Dom, 13/07/2014 - 08:24

Be, dite quello che volete, ma nella foto la Cocca di Papà mi sembra evidentemente "strafatta".

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 13/07/2014 - 09:38

scassa Domenica 13 luglio 2014 marinobirocco e domenica e già parli alle otto di mattina ,dormire un po' di più no,vero ? E poi se non ti va bene lo stile di questo giornale ,nessuno ti obbliga a leggerlo ,fai come me ,leggi Repubblica . Vedrai come ti permetteranno di sfottere tetre e offendere ,loro si che sono liberali ,indipendenti ,non hanno padrone,e nel caso e onesto e non ha pendenze con la giustizia . Silvana Sassatelli