Ecco chi ha ordinato la strage di Tunisi

Nel mirino degli 007 lo sceicco al Faqih che guida le cellule filo Isis tunisine. Nei giorni scorsi annunciò l'attentato . Sostieni il reportage

Chi c'è realmente dietro al commando di terroristi islamici che, dopo aver attaccato il parlamento tunisino, ha fatto una carneficina al Museo del Bardo? Per il momento i servizi di intelligence sono ancora al lavoro per far luce su cosa sia realmente accaduto ieri. L'Isis ha già rivendicato la strage. E su questa pista gli 007 di mezzo mondo sta lavorando.

Numeri di cellulare, tabulati, contatti. I servizi segreti tunisini hanno già condiviso con le principali forze di intelligence d'Europa le prime informazioni utili a ricostruire ogni collegamento tra la cellula che ha compiuto la strage al Museo del Bardo e altri gruppi jihadisti nel Nord Africa. Per il momento l'ipotesi più accreditata è che l’azione sia stata "ordinata e telecomandata" dallo Stato islamico. Il legame con i miliziani del califfo Abu Bakr al Baghdadi vanno ricercati nella regione di Kasserine, al confine con l’Algeria, dove da settimane l'esercito tunisino combatte duramente. Qui i gruppi che simpatizzano con l'Isis fanno riferimento allo sceicco Wanas al Faqih. Subito dopo la strage al Bardo, su internet ha iniziato a girare un video registrato un paio di giorni fa in cui minacciava attentati in tutta la Tunisia. Un coincidenza? Può essere. Come una coincidenza può essere considerato il fatto che Jabeur Khachnaoui, uno dei terroristi uccisi, venisse proprio della regione di Kasserine.

Ancora l'Isis, dunque. Secondo gli analisti dell'intelligence sentiti dall'Huffington Post, l'attacco in Tunisia andrebbe letto come una mera operazione d'immagine. "I rovesci militari del Califfato in Siria e Iraq e l’operazione di contenimento della filiale aperta in franchising sui resti dello stato libico polverizzato in più governi legittimi e illegittimi e tribù varie - spiega Andrea Purgatori - avrebbero costretto l’Isis a scatenare le cellule nel Maghreb e in Europa per mostrare i denti all’Occidente e ai santuari del cosiddetto islam moderato". Va, tuttavia, fatto notare che il commando armato non avevano i turisti come obiettivo. Almeno, non inizialmente. Se la ricostruzione fortina dal governo tunisico è corretta, l'obiettivo era il parlamento dove si stava discutendo la legge antiterrorismo. Il ché ricorda da vicino gli "errori" grossolani fatti a Parigi Amedy Coulibaly aveva programmato di attaccare una scuola prima di ripiegare sul supermercato kosher di Porte de Vincennes. Con una certezza, però. Al di là dell'obiettivo, la strage di Tunisi contribuiscce a destabilizzare l'intero Nord Africa riaccendendo l'allarme in tutta Europa.

Commenti
Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 19/03/2015 - 14:11

Le guerre classiche non si fanno piu' come una volta dove l'ambasciatore comunicava alla nazione nemica la dichiarazione. Adesso e' un marasma e sarebbe sufficiente che, almeno le nazioni del Mediteraneo, Spagna, Francia, Italia, unissero le forze di terra, di mare e dell'aria (di mussoliniana memoria) e in breve, senza guardare in faccia a nessuno, farebbero piazza pulita. Purtroppo molti innocenti civili saranno coinvolti, ma e' esattamente quello che fanno i terroristi. Anzi, direi che si accaniscono contro i civili e non osano attaccare le forze militari avverse.

scarface

Gio, 19/03/2015 - 14:11

Un'altro malato di mente, psicolabile seguace del profeta pedofilo e del suo stramaledetto ... akbar.

Gyro

Gio, 19/03/2015 - 14:21

La democrazia è il metodo di satana e degli infedeli, noi vogliamo il califfato su base sharia! La democrazia è il governo dell' uomo, essere corruttibile, la sharia è il governo di dio. [\Ragionamento del Jihadista medio]

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 19/03/2015 - 14:39

La foto mostra un altro cxxxxxxe peloso che in nome di una ideologia malefica semina morte a piene mani.

RMusneci

Gio, 19/03/2015 - 14:41

ma le operazioni coperte dei vari servizi non dovrebbero servire ad eliminare questi personaggi?

Roberto Casnati

Gio, 19/03/2015 - 14:48

Che dice la Kyenge? Sempre convinta che gli Italiani siano razzisti?

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 19/03/2015 - 14:49

Con le moderni tecniche di localizzazione satellitare, sono certo che si è in grado, se solo si volesse, sapere, ad esempio, cosa sta facendo in questo momento questa persona, magari sta tirando lo scarico dello sciacquone; e noi dobbiamo credere che non si possono annientare in qualsiasi momento queste cellule? Mah ...

Ritratto di Loudness

Loudness

Gio, 19/03/2015 - 15:08

Lo ripeto... fino a che non verrà raso al suolo tutto il nord Africa, saremo sempre e ogni volta daccapo.

Romolo48

Gio, 19/03/2015 - 15:19

Attendiamo ansiosi qualche commento del solito Omar El Vattelapesca. Cosa ci dirai a difesa di questa nuova impresa dei tuoi assistiti?

Rossana Rossi

Gio, 19/03/2015 - 15:33

Ma com'è che di questi schifosi sceicchi assassini tutti sanno tutto ma nessuno riesce a farli fuori?........

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 19/03/2015 - 15:43

questa risorsa del video è invitato da tutta la sinistra italiana ad un meeting a roma per parlare di integrazione (cioè noi come possiamo integrarci con loro). paga la sboldrina

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Gio, 19/03/2015 - 15:46

Qualcuno ha il coraggio di dichiarare che la colpa di tutto questo (e non solo) è soprattutto di Sarkosy, di Blair e - a strascico - degli Usa (solo a parole) ed ultimo (se pur contrario) del governo Berlusconi?! Costoro, con l'assassinio di Gheddafi, hanno distrutto la Libia, che è ridotta in macerie fisiche e politiche. Il motivo? Gheddafi andava troppo d'accordo con Berlusconi, tanto di assegnare all'Italia la stragrande maggioranza delle commesse, assicurare forniture di gasolio e la cessazione degli sbarchi in Sicilia. Tutto ciò ha indispettito il sig. Sarkosy che, con l'omicidio di Gheddafi, ha anche evitato di restituirgli 50 milioni di euro da questi ricevuti per la sua campagna elettorale!! Domanda: quindi chi ha creato l'Isis?!

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 19/03/2015 - 16:02

scassa giovedì 19 marzo 2015 Questi sanguinari mercenari del terrore amano tanto l'esposizione mediatica ,però sono vigliacchi perché si coprono il volto ,anche per non far vedere lo sguardo da drogati e anche QUANTI sono ,,visto che sono ovunque e in pochi all'azione ogni qual volta esercitino la loro pazzia indotta su esseri inermi e incolpevoli ! Se il loro profeta vuole e li induce a a commettere atrocità simili ,credo che la Storia vada riscritta ,ma adesso ,quando si può ,niente pietismi,questa è una GgUERRA è ormai le scusanti stanno a zero e siamo ARCISTUFI DI GOVERNANTI VIGLIACCHI E IMBELLI CHE , PER PARARSI IL DIDIETRO,VENDONO IL NOSTRO !!!!!!!scassa.

Razdecaz

Gio, 19/03/2015 - 16:21

Muammar Gheddafi, dall’aldilà direbbe alla francia e company: ” E ORA VOGLIO PROPRIO VEDERE COME NE VENITE FUORI, POVERI IMBECILLI”.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 19/03/2015 - 16:22

uccellino44, hai ragione. Maometto, essendo un profeta che profetizzava profetizzando il futuro ben sapeva che che IL CROCIATO Sarkozy non voleva restituire il prestito al MUSULMANO Gheddafi. Così ha dato ordine ai suoi seguaci, mille e rotti anni prima, di praticare il jihad assassino preventivo a scanso di equivoci e fraintendimenti. Cambiare i pusher magrebini che tagliano la droga con la coranina.

Ritratto di vomitino

vomitino

Gio, 19/03/2015 - 16:43

lo so è banale scriverlo..."ma va che faccia da pirla!!!"...

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 19/03/2015 - 16:51

Immagino che la signora Sgreda abbia già espresso un commento positivo sull' accaduto e soprattutto sulla bontà delle intenzioni di questo interessante califfo: infondo un morto in più o uno in meno non possono modificare l' eccellente intenzione di questo gentil' uomo.

eloi

Gio, 19/03/2015 - 16:53

Radergli quella barba, mettergliela dove sono i cabasisi e dargli fuoco.

Spaccaossa

Gio, 19/03/2015 - 16:59

Quanto invidio i sistemi risolutivi del Mossad!!!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 19/03/2015 - 17:04

Penso che qualche centesimo sulla buona fede degli arabi laici si possa anche scommettere, ma su quella dei cosiddetti islamici moderati e soprattutto sui barbuti non scometterei nulla fin quando non urlano ai quattro venti:"FERMATEVI IN NOME DI ALLAH!"

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 19/03/2015 - 17:04

Penso che qualche centesimo sulla buona fede degli arabi laici si possa anche scommettere, ma su quella dei cosiddetti islamici moderati e soprattutto sui barbuti non scometterei nulla fin quando non urlano ai quattro venti:"FERMATEVI IN NOME DI ALLAH!"

roberto zanella

Gio, 19/03/2015 - 17:15

ma che sostieni il reportage...sosteniamo l'omicidio del frate nero...

Razdecaz

Gio, 19/03/2015 - 17:16

Lo sceicco wanas al faqih, per avere salva la vita, deve venire immediatamente in italia-buonista, farsi un po’ di pubblicità, così in sua difesa arrivano i soliti buonisti, i centri sociali e il club “nessuno tocchi caino, ma solo Abele”, dopo alcune conferenze stampa, si farà arrestare e rinchiudere nelle carceri a 5 stelle, a bivaccare tutto il giorno, a spese di noi poveri italiotti. Dopo qualche anno per qualche cavillo burocratico uscirà, e ci farà sterminare tutti, dai tagliagole di Allah.

Villanaccio

Gio, 19/03/2015 - 17:38

lo so che non è da cristiani ma un bel cappio al collo ed un calcio allo sgabello, un altro islamico dovrebbe darglielo.....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 19/03/2015 - 17:47

andiamo a civilizzare mezzo mondo. Ma lasciamoli nell'ignoranza piuttosto.Ecco cosa se ne fanno dei loro studi. Magari sono venuti ad istruirsi anche in Italia.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 20/03/2015 - 08:14

ma l' america, che sa benissimo dove si trova minuto per minuto, lo lascia fare come a suo tempo lasciò fare Bin Laden! il bello è che noi dovremmo andare a cercare il nostro nemico a Mosca mentre lo abbiamo tra gli amici anche a Washington: per difenderci dovremo uscire dalla zona europa e prendere da soli quelle decisioni che oggi per noi ed a solo suo vantaggio vengono prese a Berlino