Ecco chi è Lew Eisenberg, il nuovo ambasciatore Usa in Italia

Finanziere ex partner di Goldman Sachs, repubblicano moderato e amico personale di Donald Trump, Lewis Michael Eisenberg sarà il prossimo ambasciatore degli Stati Uniti in Italia

Trump ha scelto il nuovo ambasciatore Usa in Italia. Si tratta di Lewis Eisenberg, 75 anni, finanziere, investitore e filantropo. Amico personale del presidente, già tesoriere del Grand Olpd Party, è considerato un repubblicano moderato. Co-fondatore di Ironhill Investments a New York, per sei anni è stato presidente dell'autorità portuale di New York e New Jersey, ed è stato anche membro del board della Lower Manhattan Development Corporation, dove ha presieduto i Consigli di consulenza per le vittime dell'11 settembre.

Nato in Illinois da una famiglia ebrea, trasferitosi a New York per studiare alla Cornell University, dove ha ottenuto un master in business administration. Per 23 anni ha lavorato per Goldman Sachs (dal 1966 al 1989). Poi ha fondato una sua compagnia di investimenti, Granite Capital International. Ma gli affari e il mondo della finanza gli stavano stretti, così ha deciso di avvicinarsi alla politica, collaborando con Christine Todd Whitman, governatrice del New Jersey dal 1994 al 2001. Alla guida della Lower Manhattan Development Corporation (nominato dal governatore repubblicano Pataki) ha gestito la ricostruzione la ricostruzione dopo la devastazione dell'11 Settembre.

Negli ultimi anni si è messo in luce come architetto del fund raising, e con altre personalità ha dato vita al Republican Leadership Council, impegnato su due fronti: politiche fiscali di stampo conservatore e politiche sociali "inclusive". Molti hanno definito questo raggruppamento l'ala moderata del partito, che controbilancia l'estrema destra. Ad esempio, il gruppo si è detto favorevole (in certi casi) all'aborto.

Nel 2002 Eisenberg venne nominato per la prima volta tesoriere del Partito repubblicano, carica che mantenne fino al 2004 e alla quale è tornato nel 2015, mentre si scaldavano i motori delle presidenziali 2016. Dopo aver inizialmente appoggiato la candidatura di Jeb Bush, alle primarie, ha dirottato poi i finanziamenti verso la campagna di Trump.

Eisenberg e la moglie Judith hanno tre figlie (Lisa, Stacy e Laura) e dieci nipoti. La sua nomina come ambasciatore in Italia e San Marino dovrà essere confermata dal Senato degli Stati Uniti.

Commenti

MarcoE

Mar, 11/07/2017 - 11:13

Chissà che fine ha fatto l'amichetto di Renzie con cui sbevazzavano nel Chianti ...

Ritratto di wciano

wciano

Mar, 11/07/2017 - 12:03

Speriamo abbia le stesse qualità di quell'Eisenberg di breaking bad

alox

Mar, 11/07/2017 - 13:06

...c'e' la finanza mondiale buona e cattiva: questa e' buona! Ma dove sono i complottisti?

MOSTARDELLIS

Mar, 11/07/2017 - 14:11

Ha lavorato per Goldman Sachs....

zingozongo

Mar, 11/07/2017 - 15:39

in campagna elettorale prometteva fuoco e fiamme contro le cattive banche di wall street, la finanza speculativa e globalizzante,... ha riempito ilgoverno di banchieri....

cir

Mar, 11/07/2017 - 18:53

un altro ebreo !!