Ecco i vantaggi della chiusura delle frontiere

La chiusura delle frontiere a causa dei flussi migratori sta portando a degli effetti collaterali positivi. Come la diminuzione del traffico di droga e del contrabbanod di sigarette

I controlli alle frontiere introdotti per respingere i flussi di migranti illegali stanno avendo effetti positivi. Essi hanno infatti comportato una netta riduzione del numero di sigarette di contrabbando in arrivo in Europa oltre che avere chiuso alcune rotte del traffico di droga e delle merci illegali. Si tratta di effetti collaterali non previsti ma che di fatto stanno contribuendo a contrastare un fenomeno che sta da anni danneggiando le economie dei diversi Paesi della Ue.

A dirlo è una ricerca del governo tedesco, che spiega come da quando i controlli sono stati introdotti sia crollato il numero di sigarette di contrabbando in arrivo in terra europea.

Gli 8,2 miliardi di euro di sigarette di contrabbando immessi nel solo mercato tedesco ogni anno oggi sonod ecisamente calati. Negli ultimi 12 mesi, infatti, i milradi di sigarette venduti sono stati solo 5,7, il 30 per cento in meno del solito. Come spiegato dal quotidaino tedesco Die Welt, la chiusura delle frontiere e i controlli ad essa annessi sta mettendo in maggiore difficoltà i cartelli che si occupano di importare materiale illegale dal di fuori dell'Europa: dimunuendo gli introiti dimunuisce anche l'interesse per questo mercato da parte delle organizzazioni criminali. Se i controlli dovessero rimanere è stato calcolato che tali traffici verranno danneggiati di almeno 3 miliardi di euro annui.

Commenti

Opaline67

Ven, 17/06/2016 - 13:50

Ma certo...è fisiologico ! magari le frontiere fossero sempre rimaste blindate !!!!

Raoul Pontalti

Ven, 17/06/2016 - 16:32

Ma di quali frontiere si parla? Quelle esterne a Schengen? Quelle vanno proprio controllate sempre e comunque, anche se certi pelandroni come ungheresi e greci stentano a capirlo.