Svezia, al call center per turisti risponde un cittadino a caso

L'applicazione che permette di diventare "ambasciatori del proprio Paese": a rispondere allo "Swedish number" uno svedese a caso

La Svezia è la prima nazione ad avere un suo numero di telefono. Chiamando il +46 771 793 336, una voce preregistrata avverte che "a breve risponderà uno svedese a caso". Uno tra i tanti che hanno aderito all'iniziativa lanciata dall'Ufficio del turismo svedese. In tremila hanno scaricato l'app "The Swedish Number", che permette di diventare "ambasciatori del proprio Paese". Cittadini che da 24 ore rispondono solertemente alle telefonate in arrivo da tutto il mondo.

Quando abbiamo provato il servizio, ci ha risposto Andreas, 26 anni insegnante di Malmö. "Ho già ricevuto cinque telefonate da quando mi sono iscritto - afferma il ragazzo - chiamate provenienti dall'Inghilterra, dall'Olanda e dagli Stati Uniti. Ora si è aggiunta l'Italia. Partecipo perché mi piace parlare e conoscere nuove persone. Tutte le nazioni dovrebbero avere un numero di telefono così". Chiamare la Svezia dall'estero ha evidentemente un costo, ma a quanto pare l'esperimento è irresistibile. "La chiamata più strana che ho ricevuto? - dice Andreas - quella di un uomo che non poteva credere che qualcuno avrebbe risposto sul serio, e che per tutto il tempo non ha fatto altro che ridere".

Il progetto del numero nazionale, coltivato da tempo, si è concretizzato in onore di un anniversario importante: nel 1776, ben 250 anni fa, la Svezia è stato il primo Paese al mondo a introdurre una legge costituzionale per abolire la censura. "In tempi così difficili, in cui molti Paesi provano a limitare le comunicazioni tra le persone, noi cerchiamo di fare esattamente l'opposto - afferma il CEO dell'ufficio del turismo svedese, Magnus Ling -. Abbiamo dato agli svedesi la possibilità di rispondere alle telefonate in prima persona, di esprimere se stessi e di condividere i loro punti di vista quali essi siano". E lo spot lanciato su YouTube parla chiaro: si può chiacchierare di tutto, dalla politica al femminismo, dagli sport invernali alle statistiche sui suicidi. L'iniziativa è già un successo. Seimila le chiamate ricevute in 24 ore, tanto da incappare spesso nella voce preregistrata che avverte: "In tanti stanno chiamando la Svezia, uno svedese risponderà il prima possibile".