Ecco il piano di Tsipras: tre paginette senza cifre

Il governo greco: "Nel piano lotta all'evasione e riforma della pubblica amministrazione". Ma nel documento mancherebbero gli obiettivi in termini di conti

La Commissione Ue parla di "dialogo costruttivo" e blinda le decisioni prese dall'Eurogruppo lo scorso venerdì. "Sta ora ai greci presentare la loro lista di riforme - avvertono da Bruxelles - la Commissione è pronta a fornire tutto l’aiuto tecnico considerato utile in questo processo". Il ministro di Stato greco Nikos Pappas ha fatto sapere che il governo sta compilando una serie di misure che vadano a riformare la pubblica amministrazione e combattere l’evasione fiscale. "Questa settimana sarà una battaglia quotidiana - ha detto alla tv Mega - ogni centimetro dev'essere conquistato con grande sforzo".

Una prima lettera è stata inviata già oggi dal ministero delle Finanze greco alla Troika in modo da dare tempo alle istituzioni di esprimere loro parere ed eventualmente modificare la lista definitiva, più completa e dettagliata, entro domani sera, termine ultimo per la consegna. Il ministro Pappas (l’equivalente del sottosegretario alla presidenza del Consiglio) ha spiegato che la Grecia attaccherà l’evasione fiscale e riformerà la pubblica amministrazione rendendola più efficiente nel tentativo di assicurarsi l’estensione del sostegno internazionale. "Le riforme del piano che verrà presentato domani - ha aggiunto - toglieranno l’economia greca dallo stato di sedazione". Tuttavia, stando a quanto trapela da fonti vicine al governo, il piano sarebbe composto da tre paginette in cui accanto ai provvedimenti non ci saranno scritti gli obiettivi in termini di conti.

Commenti
Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 22/02/2015 - 20:03

QUESTI DILETTANTI COMUNISTI KE VAGHEGGIANO DI BOND PERPETUI E INTERESSI LEGALI AL PIL E ALTRE PUTTANATE TRASCINERANNO LA GRECIA NEL BARATRO.

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 22/02/2015 - 21:00

Mah...Mi sa tanto che il buon Alexīs Tsipras sia un furbastro che specula sulla dabbenaggine europea. Speriamo che i Greci possano cavarsela, ma la vedo brutta, peggio della siora Teresa quando saltò il fosso senza mutande.

Blueray

Dom, 22/02/2015 - 21:16

Guarda caso riforme e evasione fiscale sono due argomenti che richiedono tempi lunghi per essere messi a punto e ancor più per dare frutti. Oltre a tutto i relativi benefici non sono nemmeno quantificabili con certezza. Avanti Padoan, presta i soldi degli italiani, facciamoci del male che stiamo troppo bene!

Magicoilgiornale

Lun, 23/02/2015 - 08:41

Ma si rendono conto dell' assurdita'

ORCHIDEABLU

Lun, 23/02/2015 - 12:44

Greci ripartite da voi stessi,lavorate la terra da buoni e semplici contadini,sara' faticoso ma molto piu' dignitoso,ecologico,e' soprattutto non vi invidieranno tutte le prossime generazioni di politici che verranno.spero che Tsipras lo capisca davvero e vi sostenga invece di farvi indebitare ancora per altri decenni.Coltivate il settore turistico e' chiudete le fabbriche inquinanti.cominciate per primi e in comunione con il resto del mondo ,l'europa unita ,anche se indipendenti da tutti voi siate i primi ad invertire la rotta di marcia per attivare un paese che funzioni singolarmente senza padroni se non voi stessi.attiviamo tutti il cammino della liberta' e della pace tra i popoli.no alle tasse false.

mauriziosorrentino

Lun, 23/02/2015 - 17:37

Più passano i giorni e più si capisce perché la UE ha preferito che vincesse Tsipras invece di Albadorata.Si è convogliata la ribellione in un vicolo cieco e rimandando di qualche mese si è evitato lo scoppio del bubbone antieuro.Alla Grecia verrà concessa una libertà di facciata(in accordo con tsipras)ma nella sostanza si faranno tornare i conti della Troika facendo qualche concessione a spesa del condominio.Il risultato sarà che la gabbia euro rimarrà intatta per poter continuare a mungere la grassa vacca Italia a esclusivo vantaggio tedesco!