Dalle sanzioni alla diplomazia: cosa può fare Roma per Regeni

La famiglia chiede verità. E c'è chi chiede riposte sul piano economico al silenzio sulla morte del giovane italiano

Hanno commosso le parole pronunciate in Senato da Paolo Regeni, madre di Giulio, che ieri dalla sala Nassiriya di Palazzo Madama ha ricordato il momento in cui, con il marito, ha dovuto riconoscere il cadavere del figlio, torturato e ucciso in Egitto. "Tutto il male del mondo si è riversato sul suo volto", ha raccontato, chiedendo che il governo non lasci vincere l'impunità.

"Confidiamo in una risposta forte", ha ribadito ieri la famiglia Regeni. E se Luigi Manconi, senatore del Partito democratico e presidente della Commissione per i diritti umani, proponeva di almeno valutare di richiamare l'ambasciatore in Egitto, per dare un segnale al Cairo, in un'intervista a Voci del Mattino, su Radio Rai 1, l'ex ministro degli Esteri Emma Bonino è di tutt'altro avviso.

"Alcuni gruppi e Ong che lavorano nel settore parlano di oltre 10 mila persone in attesa di giudizio solo nell'ultimo anno", dice la Bonino, sottolineando come il sistema giudiziario egiziano non funzioni e aggiungendo che "persino il Comitato egiziano per i diritti umani, che è un Ente pubblico, parla esplicitamente di 164 sparizioni immotivate di persone tra aprile e giugno dello scorso anno".

L'atteggiamento da tenere, dunque, non è secondo lei quello di ritirare l'ambasciatore, ma piuttosto rafforzare la presenza italiana "in Egitto, anche con personale specializzato, laddove sia possibile". E il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, al Corriere della Sera dice che sarà necessario sentire "in primo luogo le valutazioni del procuratore Pignatone. Se non abbiamo risposte convincenti, compiremo i passi conseguenti". Parole che dovranno essere seguito da gesti concreti.

Le ipotesi in campo sono al momento molte. Richiamare l'ambasciatore, ma anche mosse sul piano economico, come quelle prospettate dal presidente della commissione Bilancio alla Camera, Francesco Boccia. "L'Egitto deve chiedere scusa - ha detto oggi -. Non c'è accordo commerciale che tenga davanti a una situazione del genere". E l'Italia, secondo partner europeo dell'Egitto, sul tema potrebbe farsi sentire in modo pesante.

Commenti

Maura S.

Mer, 30/03/2016 - 12:47

Tanto casino per questo caso quando per i Marò, che unodi loro è da quattro anni praticamente prigioniero in india ve ne fregate altamente. Per quale ragione....... una nuova primavera araba?????

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 30/03/2016 - 12:52

Che cosa ricercava il Regeni? Forse la destabilizzazione dell'Egitto tramite sindacati come è successo in Italia?

Ritratto di vincenzo_p

vincenzo_p

Mer, 30/03/2016 - 12:56

ma chi se ne frega!

paco51

Mer, 30/03/2016 - 12:58

primo: spiegare a chi va in egitto che là non è come a piazza di spagna; secondo; chiedere a qualcuno molto vicino( pur nel rispetto del dolore) perchè non ha consigliato che fare il ricercatore ( di cosa non è chiaro) di argomenti difficili in egitto non era aria. terzo . se si ragiona così bisogna richiamare tutti gli italiani presenti in egitto, il che è impossibile. quarto:spiegare a noi tutti quali erano quei valori che qualcuno oggi vuol portare avanti e spiegarci perchè invece di predicare non se li va a portare avanti lui in egitto! quinto: basta!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 30/03/2016 - 12:59

Il Regeni era mal governato. Per fare quel genere di "ricerche" doveva essere in forza ai Carabinieri, fare appositi corsi di specializzazione, avere un'arma in dotazione, una piastrina e un trattamento pensionistico. Purtroppo invece era comandato da PDoti, dilettanti allo sbaraglio, che hanno mandato allo sbaraglio un giovanotto fanatico marxista. Sia pace all'anima sua.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 30/03/2016 - 13:03

Adesso i genitori cercano la pensione però devono decidersi se era un agente segreto cioè "ricercava" informazioni di tipo politico per destabilizzare l'Egitto, e in tal caso la pensione gli spetterebbe e forse anche una medaglia al valore militare o continuare a recitare la storiella di Cappuccetto rosso che "ricercava" i fiori e le farfalle.

kayak65

Mer, 30/03/2016 - 13:10

rispetto per il ragazzo morto, ma come fa una madre con il dolore che prova, a finire addirittura in senato a tenere una conferenza stampa? e con piglio quasi politico e non una lacrima. mi aspetto una verita' prima di tutto dai genitori su cosa ci faceva giulio davvero in egitto tramite l'universita' di Cambridge.e infine perche' le mogli dei due lavoratori uccisi in libia non hanno ricevuto lo stesso trattamento? eppure erano lavoratori per mantenere la famiglia e non "ricercatori" parola con significato ambiguo e fuorviante. temo che finira' come la sinistra vuole che finisca, un seggio in senato o parlamento sulla pelle degli altri

aldoroma

Mer, 30/03/2016 - 13:17

Richiami l'ambasciatore e mostri i muscoli per un ITALIANO trucidato

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 30/03/2016 - 13:18

Ancora Regeni? Ho capito, questa storia finisce come Giuliani (magari gli dedicano un'aula della Camera o del senato) e qualche familiare finisce in Parlamento. Ma insisto: perché Regeni ha tutta questa visibilità e attenzione anche istituzionale, e dei due Chiarelli ammazzati nello Zimbabwe ed i due tecnici ammazzati in Libia non parla più nessuno, non si fanno conferenze stampa al Senato, non ci sono striscioni di Amnesty international, non si muovono le diplomazie, né i servizi segreti, e non ci sono dichiarazioni di Renzi, di Gentiloni e di Manconi? Perché? Ce lo spiegate?

Libero1

Mer, 30/03/2016 - 13:44

Nel caso regeni sento tanta ....tanta.....puzza di muffa.Non capisco perche' il burattino e il suo governo pidiota non si decidono di dire agli italiani cosa ci facesse veramente il regeni in quella piazza tra quelli che contestavano il governo.Credeva di essere in italia?Invece era in Egitto.L'altra cosa che non capisco come mai i servizi secreti egiziani fossero cosi idioti da non capire che dopo averlo arrestato,e pestato a morte sarebbe stato piu' facile per loro buttarlo in mare che commettere l'errore di buttarlo ai bordi di una strada.

gabryvi

Mer, 30/03/2016 - 13:45

Signora, sia gentile, a parte il dispiacere per la morte di suo figlio che proviamo tutti, non faccia la fine della Cucchi o della Giuliani! Non vorremmo vederla candidata in qualche partito o rimborsata lautamente da qualcuno, magari in nome del popolo pantalone!

gigetto50

Mer, 30/03/2016 - 14:01

.....credo che nessuno in Europa sia cosi' sprovveduto ed incosciente da voler isolare l'Egitto in questa delicatissima e fragile fase dove il terrorismo potrebbe prendere il sopravvento. Oppure questo paese potrebbe letteralmente buttarsi fino in fondo nelle mani della Russia come gia' avvenuto con Nasser negli anni 50 e 60 e come sta avvenendo adesso con la Siria. Anzi, credo che vada sostenuto ed i signori Regeni se ne facciano una ragione. Il figlio, se non andava scientemente a cercar grane, adesso sarebbe qua. Ma forse sul sito della Farnesina certi ammonimenti non ci sono e invece andrebbero messi. Con i dovuti termini certo, ma messi.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 30/03/2016 - 14:15

SIGR GIANFRANCO ROBE... MA E' IN CERCA DI QUALCOSA ??? LA GENTE COME LEI LA MANDEREI PRORIO IN EGITTO.

ego

Mer, 30/03/2016 - 14:38

Farò magari peccato ma la vicinanza di Manconi mi fa sorgere il sospetto che la signora sia già in dirittura d'arrivo per qualche "beneficio" di tipo politico.

Tuthankamon

Mer, 30/03/2016 - 14:47

Ho la massima comprensione per il dolore di questa famiglia. Mi rendo anche conto del peso globale della nostra relazione internazionale con l'Egitto dalla quale non si può prescindere. Un fattore comune di tutto questo vociare un po' sconclusionato dei media c'è ed è sempre il solito: non comprendiamo CON CHI ABBIAMO A CHE FARE! Mentre comprendo i famigliari, non comprendo i politici, i giornalisti e quanti altri dovrebbero avere una migliore comprensione di quei Paesi! Dato il rispetto della legge come 100 (cento) in Italia (e non siamo cime al riguardo), in Egitto sarebbe 10 (dieci)! E sono ottimista!

zucca100

Mer, 30/03/2016 - 14:47

Quindi quel povero ragazo e" andato a cercarsela. Quindi quella povera madre straziata dal dolore cerca solo una candidatura. Dio Santo, ma quanto siete squallidi

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 30/03/2016 - 14:48

"Dalle sanzioni alla diplomazia" Non basta dirgli:"Cattivi bambini, a letto senza cena e niente smartphone"?

caramella22

Mer, 30/03/2016 - 14:52

Maura S. Ma non vi vergognate ad accostare le due vicende? Regeni era un ricercatore che è stato barbaramente e orrendamente trucidato (pensi che si fa ricerca anche in campi sociologici o umanistici e non solo in mezzo alle provette e alle formule matematiche) e faceva un dottorato per conto di quel pericoloso covo di bolscevichi che va sotto il nome di Università di Oxford. I due marò sono dei militari di professione, accusati di omicidio, di cui uno è già a casa da un pezzo per ragioni mediche e l'altro nutrito e accudito presso l'ambasciata. D'accordo che le lungaggini procedurali indiane sono esasperanti, somigliano molto a quelle italiane, ma paragonare i casi è un insulto all'umanità.

Alk

Mer, 30/03/2016 - 14:52

Sarebbe bene non trasformare in politica il dolore di una madre. Regeni un altro poveraccio della truppa degli invasati per i popoli arabi che o muoiono, o ci costano un patrimonio per riportarli a casa. DIspiace, ma già è impossibile arrivare a sentenze chiare nel nostro paese, pretendere giustizia in un paese arabo è volere la luna. Riposi in Pace.

Aleramo

Mer, 30/03/2016 - 14:54

"Non c'è accordo commerciale che tenga davanti a una situazione del genere"?????!!!!???? Ma allora perché abbiamo rimandato indietro i due fucilieri del San Marco, esattamente allo scopo di evitare ritorsioni economiche da parte dell'India (come senza pudore disse Monti davanti al Parlamento)???? Ah già, quelli non erano iscritti al Partito Comunista....

Aleramo

Mer, 30/03/2016 - 14:57

A me la deposizione della signora Regeni non ha commosso proprio per niente. Sembrava di sentire un comizio, altro che madre che piange il figlio morto. Sembra proprio la replica del caso Giuliani.

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Mer, 30/03/2016 - 15:05

Ma spiegatemi un po' chi è questo "Regeni", per cui dobbiamo dichiarare guerra all'Egitto? L'india (minuscolo voluto) è quattro anni che tiene in ostaggio due italiani, senza processo (vuol dire che prove ce ne sono poche o niente), hanno ucciso 2 italiani in Libia, ecc. ecc. e nessuno si muove, ora per costui sono mesi che i media ci martellano. Ma la vogliamo finire di fare figli e figliastri in questa ridicola nazione????

isaisa

Mer, 30/03/2016 - 15:25

Io, di fronte ad un fatto cosi' luttuoso, non sarei stata capace di spiccicare nemmeno una parola, soprattutto di fronte a tanta gente ( gente ... eufemismo per non dire parassiti): La madre del l'incauto ragazzo invece .....

ego

Mer, 30/03/2016 - 15:28

per zucca100 che fra l'altro scrive ""..... cerca solo una candidatura....."" e conclude: ""....ma quanto siete squallidi..."". Senta, se la maggior parte degli utenti (me compreso) si è espresso in questo modo, non è per cinismo ma perchè esistono purtroppo dei precisi squallidi (quelli si) precedenti. Spero di essermi sbagliato e comunque lo vedremo.

Ritratto di vincenzo_p

vincenzo_p

Mer, 30/03/2016 - 15:48

A quando la piazza in nome di questa povera zecca?

zucca100

Mer, 30/03/2016 - 15:52

Ma che cxxxo c'entra uno che voleva colpire un carabiniere con un estintore è un giovane e Pacifico rucercatore?

gneo58

Mer, 30/03/2016 - 15:54

cosa puo' fare roma per regeni ????? - roma non deve fare niente - i genitori si - lo seppelliscano e stop. non se ne puo' piu'.

potaffo

Mer, 30/03/2016 - 16:03

E cosa gli sanzioni? L'italietta odierna é uno Stato vassallo avviato verso il declino, anche San Marino ha più autorità di noi.

Maura S.

Mer, 30/03/2016 - 16:11

x caramella22 = Appunto, che ci faceva in Egitto come l'inviato dell' università di Oxford, che dottorato????? Un paese che è cerca di rialzarsi dalla famosa primavera araba ( la grande fregatura ) con il beneplacito dell'Europa Inghilterra e l'USA.........Allora, come mai ha accettato , per quale ragione???? A lei la risposta.

hectorre

Mer, 30/03/2016 - 16:16

cosa si deve fare????....nulla, come per tutti gli altri italiani morti all'estero, per coerenza....o forse questo ragazzo è più morto degli altri...o più semplicemente era politicamente dalla parte "giusta"!!!!.....ricordo che sono morti due lavoratori,rapiti e uccisi....qualcuno si ricorda i nomi???????......che schifo, ci sono i morti rossi con nome cognome, con la diplomazia che si mobilita, richiesta di sanzioni, minacce di ritorsioni e poi ci sono i morti comuni, vergognatevi!!!!!

zucca100

Mer, 30/03/2016 - 16:22

Ego, che si sbagli o no, restate squallidi. Si rilegga i commenti

ego

Mer, 30/03/2016 - 16:32

Allora lei non ha capito nulla dei dubbi creati dalla gestione mediatica di questo tragico caso. In primo luogo colpisce la disparità di trattamento rispetto ad altri tragici casi che non hanno avuto la medesima copertura mediatica. Il tizio (Giuliani) che voleva colpire un carabiniere ha avuto intestato l'ufficio di presidenza del PRC e la madre dello stesso si candidò nelle liste dello stesso partito. Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, si candidò nelle liste di "rivoluzione civile" e successivamente ottenne di condurre una trasmissione su RAI3. Morale della favola: quando la tragedia ha connotati di "sinistra" viene tosto strumentalizzata a cominciare dagli stessi familiari delle vittime. Capito?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 30/03/2016 - 16:36

Pure la Sfinge ha capito che per campare in Egitto serve una sola è semplice "formula": FARSI I FATTACCI PROPRI ... altrimenti come avrebbe potuto starsene lì bella e beata per almeno 3000 anni?

paco51

Mer, 30/03/2016 - 16:38

caramella22; perchè non tene vai al Cairo anche tu a fare la "ricercatrice?" insieme a quello che vuole portare avanti i suoi valori(?) prima spiegaci "ricercatrice di che cosa"! e se ti riesce spiegami i suoi valori, io non sono riuscito ad individuarli.!

gigetto50

Mer, 30/03/2016 - 16:38

....barconi con centinaia d migliaia di persone all'anno dalla Libia, barconi dai Balcani e Turchia con centinaia di migliaia di siriani, iracheni etc..al mese., poi tra non molto barconi dall'Egitto con centinaia di migliaia di tutto un po' alla settimana.... Chissa' che tra non molto qualche barca piena dei cattocomunisti al governo mandati da qualche parte....dagli italiani stufi....

Royfree

Mer, 30/03/2016 - 16:48

Quando vale una vita di un uomo in confronto di interessi economici? Ora l'Egitto, prima l'India, poi la Cina e tantissimi altri. La verità? Vale meno di un penny bucato. In versione Europea, meno di centesimo. Di quelli che se li vedi a terra non ti abbassi manco a raccoglierli tanto non valgono manco lo sforzo e ti darebbe solo fastidio a tenerlo in tasca. In queste considerazioni c'è tutto il mondo evoluto ed è per questo che prima o poi scoppierà una tremenda guerra mondiale.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 30/03/2016 - 16:54

Ecco, suicidiamoci ancora con le sanzioni, come abbiamo fatto con la Russia di Putin! E il tutto in nome di cosa? Di un esaltato che è andato a far casino in un paese che non è il suo, sfrugugliando in affari che non sono i suoi, come quelli dei sindacati islamici.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 30/03/2016 - 16:57

E nessuno pensa a sanzionare l'india, che detiene i nostri militari, senza peraltro trovare un capo d'accusa? I nostri governanti, da monti in poi, sono dei luridi intrallazzatori, schifosi e indegni del ruolo che ricoprono.

gigetto50

Mer, 30/03/2016 - 16:59

....e cosa ha fatto o fa Roma per la verita' sulle vittime di Ustica dell' 81? Niente....insabbiare...insabbiare....anzi...inabissare...inabissare....

ego

Mer, 30/03/2016 - 16:59

Vedo che lei è piuttosto cocciuto: "zucca" nomen omen. I commenti li ho già letti e ho notato che vi è quasi sempre una giusta premessa riservata al dolore che una vicenda così tragica non può non suscitare. Poi si esprime un giudizio sui comportamenti degli organi d'informazione, attivi su questo caso come non mai su altri casi analogamente tragici, e si valuta anche il (troppo) lucido comportamento della madre che fa ritornare alla mente, per analogia, comportamenti di altri familiari che hanno avuto un determinato, gratificante epilogo. In ogni caso le consiglio di tenersi per sè il termine "squallidi".

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 30/03/2016 - 16:59

aldoroma se quell'ITALIANO fosse andato al cinema, non sarebbe stato meglio? Mi spieghi un po' cosa ci faceva in Egitto, e perché non ci ha provato, ad es., in cina, a fare quel che faceva là.

fabianope

Mer, 30/03/2016 - 17:09

@zucca100 lei ha perfettamente ragione sullo squallore che qui impera...ma cercando con il lentino si trovano alcune domande decisamente "sensate" che permangono nonostante il totale rispetto (mio, almeno) per il dolore della famiglia. Prima fra tutte...perchè non è finito "desaparecido"? Seconda: perchè si è imbastito la "scenata" recente che non ha fatto altro che peggiorare la situazione?

zucca100

Mer, 30/03/2016 - 17:19

Ego16.32. Ripeto:cosa c'entra Giuliani con regeni? Uno che tira un estintore contro un carabiniere e fa una brutta fine (lui si' se la va a cercare) contro un povero ricercatore? La sorella di cucchi: libera di candidarsi, la verità' e' che il fratello è' stato massacrato dalla polizia. La madre di regeni: libera di candidarsi (per me farebbe un errore clamoroso) , la verità' e' che il figlio è' stato torturato dagli egiziani. Insomma: ila candidatura in un partito di komunisti (come dite voi) non cancella di certo quello che è ' successo

caramella22

Mer, 30/03/2016 - 17:24

Maura S. Non conoscendolo di persona non posso sapere quali molle lo abbiano spinto ad intraprendere un tipo di studi anzichè un altro. Nemmeno lei del resto. Posso solo immaginare che fosse un ragazzo molto preparato (studiare a Cambridge non è da tutti, chiedo scusa per l'errore di prima, non era Oxford), che sicuramente parlava inglese perfettamente, appassionato di politica economica, aperto e curioso del mondo, evidentemente interessato alle vicende del Medio Oriente e pieno di entusiasmo come dovrebbero essere tutti i ragazzi di quell'età. Aveva ogni diritto di coltivare le sue passioni e approfondire i suoi studi. Tutto qui. E se non riusciamo ad ottenere la verità siamo delle marionette.

caramella22

Mer, 30/03/2016 - 17:26

paco51 Purtroppo non ho più l'età per certe cose, altrimenti non aspetterei i tuoi consigli

CLERMONT-FERRAND

Mer, 30/03/2016 - 17:30

Con tutto il rispetto per un giovane ucciso in circostanze ancora tutte da chiarire, le persone che si recano all'estero anche per gli scopi più nobili, soprattutto in paesi islamici e politicamente instabili, si rendano conto che in detti paesi non si può fare di tutto come in Italia senza pensare alle possibili e peggiori conseguenze!

francab

Mer, 30/03/2016 - 17:43

in egitto a ricercare cosa poi, forse sarebbe opportuno che gli italiani rimanessero dentro i patrii confini, ogni volta che si affacciano fuori provocano pasticci a non finire e tutti ci rimettono, economicamente (sanzioni, riscatti, visite di politicanti ai paese esteri) e socialmente: cioè facciamo sempre delle figure di palta

zucca100

Mer, 30/03/2016 - 17:46

Ego16.59. No, caro mio, la parola squallidi non la tengo per me, ma la giro a chi fa commenti come i vostri. Appunto, squallidi.

Pelican 49

Mer, 30/03/2016 - 17:47

Il Governo italiano non deve fare niente, come niente ha fatto per i due Marò. Oggi, dopo oltre 3 anni non sappiamo come è stato ammazzato Cucchi dai CC. italiani e pretendiamo di fare le pulci agli Egiziani. Tacere, è la miglior cosa. sappiamo tutti come è stato ucciso Regeni e da chi. Ma facciamo gli angioletti, cascando dall'alto. Quanto ai due poveri genitori, dovrebbero chiedersi se avevano fatte le giuste raccomandazioni al loro figliolo rivoluzionario, sembrano manovrati, come già è successo con "l'eroe" genovese Giuliani.

ego

Mer, 30/03/2016 - 18:02

zucca100----Guardi quasi quasi rinuncio a farmi capire. E' OVVIO CHE I CASI GIULIANI E REGENI PER LA QUALITA DELLE PERSONE SONO TOTALMENTE DIVERSI. Ribadito questo (e non ce n'era bisogno data l'evidenza) l'analogia sospetta fra tali casi RIGUARDA SOLO la gestione mediatica, il comportamento dei familiari e la connotazione di sinistra che avvolge tali casi e che spiega l'eccessiva attenzione mediatica. Ciò che di tale contorno dà fastidio è il trattamento diverso che viene riservato ad analoghi tragici fatti dai politici e dall'informazione: per chiarire FIGLI e FIGLIASTRI. Ha finalmente capito?

gneo58

Mer, 30/03/2016 - 18:09

per caramella22 - lei ha il cervello lavato come tutti i suoi amici di merende - se riuscisse a pensare con la sua testa ragionerebbe diversamente e guardi che non ne faccio una questione di destra o sinistra ma di persone che ragionano sulle cose o di persone che si bevono tutto quello che gli si dice - casualmente tutti i boccaloni sono di SX ma non se la prenda, gente come lei arriva alla tomba senza vedere piu' in la' del proprio naso. Saluti.

Massimo Bocci

Mer, 30/03/2016 - 18:14

Che fare facile, smetterla di strumentalizzare un povero ingenuo, manipolato della compagnia dei compagni (radical scich), quelli miliardari (Onlus-Sorus e C.) i meticci per la distruzione dell'Occidente,delle primavere INFERNALI!!! Che strumentalizzano assoldano, Ingenui a cui fanno credere di essere un ricercatori (di che???), mentre li utilizzano per i soliti inverecondi scopi,criminali, che lo sfortunato (per le amicizie e F.) possa riposare in pace, una pace vera perlomeno, questa schiva da non strumentalizare, ma sarà molto difficile visto chi sono i suoi suppoter democratici??? Isoliti che lo hanno truffato nella vita.

alfa553

Mer, 30/03/2016 - 18:16

Non si esportano le mozzarelle.........buffoni

tzilighelta

Mer, 30/03/2016 - 18:27

Le bestie ancora si chiedono cosa ci faceva Regeni in Egitto, a parte il fatto che io vado dove cxxxo mi pare, io, vado dove cxxxo mi pare, capito bestie! Regeni è andato li per conto dell'università di Cambridge in qualità di ricercatore a studiare l'evoluzione della società egiziana dopo le rivoluzioni che si sono susseguite negli ultimi tre anni, in particolare studiava il mondo del lavoro e le capacità di un sindacato in fase nascente, informazioni utili per i paesi (come l'Italia) e cercare capire il tessuto sociale di un paese ancora alla ricerca di una chimera democratica! Non ha sparato a pescatori, non meritava di morire torturato da un governo che ci tratta da deficienti e ora vuol sedersi al tavolo con noi come se niente fosse! Un paio di cxxxi Al Sissi

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mer, 30/03/2016 - 18:40

Sanzioni? Saremmo come quel tale che per fare un dispetto alla moglie ecc. ecc. Abbiamo l'esempio della Russia. Senza contare poi che per sistemare le cose in Libia, abbiamo bisogno dell'Egitto. Cosa facesse davvero il Regeni, resta pur sempre da spiegare. Vi pare possibile che servizi segreti anche scalcinati e polizia sia pure inefficiente, non siano in grado di far sparire un cadavere? Conciato poi in quella maniera?. A me sembra un avvertimento in stile mafioso, un regolamento di conti da far sapere a tutti .

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 30/03/2016 - 18:48

Ma finiamola. Regeni se l'e' cercata. Punto. Altro che ricercatore. Il governo infame si preoccupi del maro' prigioniero da 4 anni.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 30/03/2016 - 18:49

Continuano a far soffrire i genitori di questo ragazzo. Ma questi stupidi sinistri la smettano giocare sulla pelle di questo ragazzo. Cosa vogliono sapere che già non sanno? I responsabili della sua morte sono proprio loro che lo hanno mandato allo sbaraglio, altro che master e/o ricercatore, sembra non abbia mai fatto alcuna ricerca universitaria.

Giampaolo Ferrari

Mer, 30/03/2016 - 18:54

Visto che la cosa è cosi pubblica e investe addirittura uno stato si puo sapere cosa ricercava questo signore??? non solo lui anche le due signorine che ci sono costate milioni di euro.In Egitto ci sono stato parecchie volte come milioni di altri italiani e non mi anno mai tolto un capello.Che sia fortuna o che sia perche mi sono fatto i cazzzzzz miei. Se vai a Cuba prova a nominare il nome di Fidel Castro magari chiamarlo dittatore e vedi quando torni.

Ritratto di RubinRomario

RubinRomario

Mer, 30/03/2016 - 18:55

Giusto. Dolore di famiglia Regeni é il dolore di tutta Italia. Non tua peró. Neanche delle istituzioni e men che meno di "quelli" che hanno preso accordi con Al-Sisi per "aggiustare" la situazione dopo lo scambio con i quattro sequestrati (due dei quali consegnati morti e macellati) a pagamento avvenuto. La bomba sta per scoppiare. E ti scoppierá nelle mani. Tu peró sei di quelli "furbi" e allora nasconderai la mano magari con un viaggio in USA. Guarda che combinazione!

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 30/03/2016 - 19:02

Dopo aver inviato per 4 volte un commento, sempre censurato, rinuncio e lo cambio. Si vede che non si può esprimere una critica nei confronti dei giornalisti e dei loro articoli. Neanche fossero Montanelli redivivo. Allora cambio commento. Di Marzo apre il pezzo scrivendo “Hanno commosso le parole pronunciate in Senato da Paolo Regeni, madre di Giulio…”. Tanto per cominciare sarà Paola e non Paolo. E poi è proprio sicuro che le parole della madre abbiano “commosso”? Commosso chi, quanti, dove, quando? Basta dare uno sguardo ai commenti su questa pagina e di commozione ne vedo davvero poca; anzi, vedo commenti infastiditi da tanto spazio mediatico a questo caso. Allora, non sarebbe meglio attenersi ai fatti, senza cercare di abbellire il pezzo con considerazioni che, forse, sono solo sue?

ziobeppe1951

Mer, 30/03/2016 - 19:52

Zucca100 ...eh già, a pensar male siamo proprio squallidi...

FRANCO1

Mer, 30/03/2016 - 20:29

Anche questa ex colonia inglese, tutelata dall'affari obameschi & C., come l'india, manda a quel paese qualunque italietta di compagneros senza pelotas ... ci pigliano per le mele in tutto il mondo... disgraziato chi ha bisogno!! E sarà sempre peggio visto che ormai l'afffrika maomettana ci ha invaso e ci mette a peora grazie ai compagneros per tre lirette!!

rossini

Mer, 30/03/2016 - 20:54

La famiglia, parlando di torture nazifasciste, e dimenticandosi di quelle dei comunisti (Stalin, Pol Pot ecc.) ha dimostrato chiaramente dove pende il "cor di Federigo". Non mi meraviglierei se, a breve, uno di loro si candidasse nelle file del PD. Come la vedova Calipari o la madre di Carlo Giuliani, divenuta senatrice di Rifondazione Comunista.

rossini

Mer, 30/03/2016 - 20:59

Amletico il dubbio dei genitori di Regeni. Ammettere che era uno 007 e beccarsi la meritata pensione o continuare a insistere che era un semplice ricercatore e non beccarsi niente? Qui sta il problema.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Mer, 30/03/2016 - 21:26

Tutto risolto: da un discoso captato in un mercato egiziano è emersa la sconcertante verità di un Giulio che È MORTO SUICIDA DOPO ESSERSI INFLITTO INENARRABILI TORTURE... Indagini archiviate...

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 30/03/2016 - 22:12

(2) Dopo aver inviato per 4 volte un commento, sempre censurato, rinuncio e lo cambio. Si vede che non si può esprimere una critica nei confronti dei giornalisti e dei loro articoli. Neanche fossero Montanelli redivivo. Allora cambio commento. Di Marzo apre il pezzo scrivendo “Hanno commosso le parole pronunciate in Senato da Paolo Regeni, madre di Giulio…”. Tanto per cominciare sarà Paola e non Paolo. E poi è proprio sicuro che le parole della madre abbiano “commosso”? Commosso chi, quanti, dove, quando? Basta dare uno sguardo ai commenti su questa pagina e di commozione ne vedo davvero poca; anzi, vedo commenti infastiditi da tanto spazio mediatico a questo caso. Allora, non sarebbe meglio attenersi ai fatti, senza cercare di abbellire il pezzo con considerazioni che, forse, sono solo sue?

Iacobellig

Mer, 30/03/2016 - 22:15

QUESTO CASO HA INVASO TROPPO LA VITA DEGLI ITALIANI. BASTA! NON PUÒ INTERESSARE IL PAESE TUTTI È ORMAI STUCCHEVOLE! CHIUNQUE SI RECHI DOVE VUOLE DI PROPRIA INIZIATIVA È RESPONSABILE DI SE STESSO.

mareblu

Mer, 30/03/2016 - 22:16

signori con il rispetto dovuto per il defunto e i suoi genitori, ma visto il grande interesse dei media per il caso, la cosa mi fa pensare , vuoi vedere che , era conosciuto solo dalla ditta per cui lavorava.

jeanlage

Mer, 30/03/2016 - 23:05

Roma dovrebbe ufficialmente ringraziare l'Egitto per averci liberato da un fiancheggiatore dei fratelli mussulmani, pericoloso e poco intelligente.

MarcoAugusto

Gio, 31/03/2016 - 00:54

Visto che il tempo e' denaro e che tanto quel povero ragazzo non tornera' piu',perche' non ci dicono quale Verita'Vera vanno cercando??? Almeno ci mettano sulla buona strada,insomma...anche noi poveri mortali abbiamo diritto di sapere,se qualcuno sa qualcosa per certo,un'informazione sicura...la condivida,perche' amiamo cosi' tanto questo alone di mistero?

eternoamore

Gio, 31/03/2016 - 07:12

MA NON SCRIVEVA SOTTO FALSO NOME PER IL MANIFESTO?

Carlo36

Gio, 31/03/2016 - 07:57

Superficialità, sconsideratezza ed ignoranza sui comportamenti da tenere in tutti i paesi islamici o misti, hanno ucciso Regeni. Il censore mi ha ignorato due messaggi. Possibile che le verità espresse da chi ha reale esperienza faccia paura? Non lo avrei mai pensato.

epc

Gio, 31/03/2016 - 08:42

#caramella22: sì, lei ha ragione. Le due vicende non vanno accostate. I due marò sono due servitori dello Stato, che non sono accusati proprio di nulla (sa che non è stata ancora formulata uno straccio di accusa? No, evidentemente non lo sapeva....) e che, qualunque cosa abbiano fatto, erano là per difendere l'Italia? Sì, l'Italia, cara signora, perchè è dalla terza elementare che le persone con un minimo di intelligenza sanno che uno Stato non si difende più facendo la guardia alle mura con l'alabarda, ma difendendo la libera navigazione e gli scambi commerciali. E questo vale soprattutto per una Nazione come la nostra, priva di risorse e che vive di commercio marittimo. E difendendo la Nazione difendono anche chi evidentemente tale difesa non merita, ma tant'è....

Invisibleman

Gio, 31/03/2016 - 08:47

una considerazione ed una domanda: se volevano farlo sparire, sicuramente non si sarebbe mai trovato il corpo e quindi neanche i segni di torture ecc.... poi, perche il giorno dopo del ritrovamento il presidente mattarella e volato di corsa a parlare con l'abbronzato?

Arnolff

Gio, 31/03/2016 - 09:01

La mamma dice che sul viso di Giulio ha visto tutto il male del mondo, qualcuno dovrebbe ricordare a questa signora che il male del mondo lo viviamo giornalmente al fianco di persone che non si meritano di essere sul suolo Italiano e che grazie a delle forze ignote ce li ritroviamo a dover condividere casa nostra……Il male ce l’hanno importato illegalmente e nessuno dice niente….la nostra sicurezza e` violata giornalmente dal male del mondo, vite Europee sono gia` state perse in attentati, alcuni genitori di queste vittime non hanno neppure i corpi su cui piangere. Chiedere a Al Sisi di fare chiarezza e` come chiedere all”ISIS di scusarsi per quello che hanno fatto in Belgio e Francia….”is Not Gonna Happen…” …!!! La familia di Giulio dovrebbe riflettere sulle loro dichiarazioni,….rispettare il messaggio che Giulio ci ha voluto far pervenire, e tenere il male del mondo il piu` lontano possibile da noi…!!

cir

Lun, 09/01/2017 - 18:23

pensate ad Arrigoni, di regeni non me ne frega un bel niente.