Egitto, video choc: tassista si dà fuoco per protesta contro il governo

L'episodio ricorda quello di Mohamed Bouazizi, il tunisino che si diede fuoco in seguito a maltrattamenti subiti da parte della polizia e il cui gesto innescò l'intero moto di rivolta tramutatosi nella cosiddetta Rivoluzione dei gelsomini

Un tassista egiziano si è dato fuoco ad Alessandria d'Egitto in segno di protesta contro i prezzi elevati nel paese e le cattive condizioni di vita.

Ashraf Mohammed Shaheen, 30 anni, ha iniziato a criticare il governo e la crisi economica nel paese, prima di farsi bruciare. Un video mostra il momento dell'incidente e in poche ora ha fatto il giro del web. Le immagini ricordano quello che succese alla fine del 2010 in Tunisia, quando Mohamed Bouazizi, un venditore ambulante, si diede fuoco in seguito a maltrattamenti subiti da parte della polizia. Il suo gesto innescò l'intero moto di rivolta tramutatosi nella cosiddetta rivoluzione dei gelsomini.

I passanti che hanno assistito alla scena si sono precipitati per soccorrere il tassista ma non sono riusciti ad aiutarlo. Un'ambulanza ha trasportato l'uomo al Amiri Hospital.

Le ustioni avevano però ricoperto il 95% del suo corpo. La direzione sanitaria dell'ospedale di Alessandria ha precisato che "il giovane Ashraf Mohammed Shaheen, un tassista di 30 anni, della città Kafr El Dawar, aveva ustioni su oltre il 95% del corpo, e in gravi condizioni. È deceduto questa sera. Mentre c'è un altro ferito di nome Abdel Alim Mohammad Aleem, 32 anni, ferito dalle fiamme mentre cercava di salvarlo, non è in pericolo di vita". (GUARDA IL VIDEO)