El Chapo, Saviano contro Sean Penn "Ha fatto da megafono a un narcos"

Le accuse dello scrittore in un'intervista: "Non vai lì se non sai nulla della storia. Quelli pagano mezzo esercito a Sinaloa"

Lui, che sulle vicende del narcotraffico ci ha scritto un libro, Zero Zero Zero, forse così chiaramente non si era ancora espresso sulla vicenda di El Chapo, principe del cartello di Sinaloa evaso rocambolescamente e poi ricatturato pochi giorni fa dalle autorità messicane.

Ora Roberto Saviano dice la sua, e lo fa in un'intervista pubblicata dall'Huffington Post, in cui se la prende soprattutto con Sean Penn e per quell'incontro mediato dalla messicana Kate del Castillo che l'attore e regista ebbe con El Chapo quando ancora era latitante, per realizzare un lungo servizio poi finito sulle pagine di Rolling Stone.

Saviano accusa Sean Penn e non è il primo a farlo. Già quando la notizia dell'incontro era trapelata sulla stampa americana si era scatenato un ampio dibattito, soprattutto tra i giornalisti che in Messico lavorano da tempo e con la realtà del narcotraffico locale hanno a che fare tutti i giorni. Alfredo Corchado, del Dallas Morning News, aveva messo in chiaro che, senza il via libera dei cartelli, in zone come Sinaloa o Durango non si entra. E qualcosa di simile dice anche Saviano.

"Sean Penn è del tutto inadeguato a questa intervista - racconta all'Huffington Post -, non perché l’ha fatta, ma perché non s’è preparato, non si è formato. È andato lì a diventare megafono. Tu, o conosci benissimo la storia o ti devi sottrarre a essere interlocutore". Il rischio sembra dire, è quello di mitizzare un personaggio che già troppo spazio occupa nelle cronache messicane e di recente anche in quelle internazionali.

"È come andare impreparati a incontrare, che ne so, Al Baghdadi", aggiunge Saviano, che condanna un'intervista che è diventato un lavoro da "ufficio stampa", "un selfie". E concorda con Corchado sulla questione dell'influenza dei cartelli: "Ormai è chiaro che un pezzo d’esercito, soprattutto all’interno dello stato del Sinaloa, è pagato dalla famiglia Guzmán".

Commenti
Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 29/01/2016 - 18:52

Si è giustissimo, si copia dagli articoli di altri giornalisti più bravi.

jeanlage

Ven, 29/01/2016 - 18:59

Per forza Saviano è più bravo a fare le interviste alla Camorra. Ci vive dentro da quando ci è nato e adesso ne è il capo ufficio stampa.

Maura S.

Ven, 29/01/2016 - 19:10

HA PARLATO L'ORACOLO DI DELFI

giumaz

Ven, 29/01/2016 - 19:32

Signor Lucio DiMarzo non scriva ca@@ate. Saviano ha scritto un libro sul narcotraffico? Ma mi faccia il favore!!! A quanto risulta ha scoppiazzato qui e là, da ritagli di giornale e da siti internet e li ha assemblati in un unico polpettone. Un vero "scrittore" fa tutt'altra cosa. Costui ha solo sporcato della carta e sprecato inchostro.

ziobeppe1951

Sab, 30/01/2016 - 00:22

Comunque in confronto a Trombalti è un dilettante x quanto riguarda il copia incolla

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 30/01/2016 - 01:42

L'ignorante (con scorta armata) ha ragliato di nuovo!! Se avesse avuto lui l'opportunitá di intervistare El Chapo Guzmán...non ci voglio nemmeno pensare...Non è capace di esprimersi in un italiano appena decente, e pontifica, parla e straparla....strapirla!! Giusto fazio da Savona lo puó ospitare, tra farlocchi si intendono perfettamente...E.A.

cgf

Sab, 30/01/2016 - 08:04

c'è una fondamentale differenza tra Sean Penn e questo pseudo scrittore abile in copia/incolla, Sean Penn è Sean Penn mentre lui è.. solo saviano

elio2

Sab, 30/01/2016 - 10:10

Lui non corre questi pericoli e straccia tutti, con la sua abilità di copia e incolla, i suoi capolavori sono il frutto dell'ingegno di giornalisti veri.

gurgone giuseppe

Sab, 30/01/2016 - 10:20

Diciamoci la verità, saviano fa quello che fanno quasi tutti i giornalisti, sparare le fesserie che piacciono alla gente o che ne assecondano le convinzioni,convinzioni che gli stessi media creano. Ha scoperto che quasi nessuno ragiona su quello che la stampa ci propina quotidianamente e ne ha fatto una fonte di lucro.

hectorre

Sab, 30/01/2016 - 15:42

si fanno fare le interviste ad altri e poi si fa il copia/incolla...e se qualcuno nota questa anomalia, un giudice accomodante archivierà l'eventuale denuncia......basta poco,vero saviano??????

hectorre

Sab, 30/01/2016 - 16:18

il di petro della letteratura.....quando parla il dubbio sorge spontaneo.......com'è possibile che entrambi siano arrivati così in alto???????....imbarazzante il loro modo di violentare la lingua italiana.....uno laureato,ministro e leader politico...'laltro scrittore di successo.......mah......svoltando a sinistra s'imbocca la via del successo!!!!!

Cheyenne

Sab, 30/01/2016 - 17:49

IL COPIA E INCOLLA SPARA LA SUA ENNESIMA CASTRONERIA

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 30/01/2016 - 23:25

Il più grande SVANTAGGIO dell'attuale civiltà della comunicazione totale è che dobbiamo sorbirci fin dentro casa i ciarlatani come Saviano. UNA VOLTA BAZZICAVANO LE PIAZZE DEI PAESI E ARRIVAVANO A DISTURBARE SOLO LE POCHE PERSONE CHE RIMANEVANO AD ASCOLTARLI.