A Parigi tra le polemiche, Erdogan minaccia la stampa francese

La conclusione della visita a Macron funestata da accuse alla stampa "terrorista"

Sono passati più di due anni dal giorno in cui il quotidiano d'opposizione Cumhuriyet usciva in edicola con un titolo di prima pagina che recitava "Queste sono le armi che Erdogan negava esistessero", domandando spiegazioni al governo su una serie di camion che dalla Turchia avevano passato il confine siriano, per portare gli armamenti a fazioni impegnate nella guerra.

Una storia costata cara al giornale, il cui allora direttore Can Dundar è stato condannato a 5 anni di carcere e che ha poi visto la mano dello Stato raggiungere la propria redazione nell'ottobre del 2016, quando una serie di mandati d'arresto sono stati spiccati contro giornalisti ed editorialisti del Cumhuriyet, in quello che fu definito un "attacco all'ultimo bastione" della libera stampa in Turchia. Dundar ha oggi lasciato il Paese per l'Europa. Emre Iper, impiegato tra i dipendenti del quotidiano in cella nel carcere di Silivri, a Istanbul, è stato liberato a fine dicembre dopo 267 giorni di detenzione.

A distanza di tempo, da Erdogan non è mai arrivata una risposta chiara su quelle armi. A ricordarlo al presidente turco, che ieri era a Parigi per incontrare Macron, ci ha pensato il giornalista francese Laurent Richard, che gliene ha chiesto conto durante la conferenza stampa conclusiva, provocando una sua risposta piccata.

Con modalità che non gli sono nuove, ma che anzi rappresentano la quotidianità per la stampa turca, Erdogan ha evaso la domanda del cronista, accusandolo poi davanti a Macron di "parlare come uno di FETO", ovvero come un membro dell'organizzazione del predicatore Fethullah Gulen, ritenuta ad Ankara un gruppo terroristico. Un tempo alleato del presidente e fondamentale nel fornire i quadri all'Akp, l'imam che da tempo vive negli Stati Uniti è accusato oggi di avere organizzato il fallito colpo di Stato del 2016.

"Quando fa una domanda, dovrebbe fare attenzione. E non parlare con le parole di un altro", ha detto Erdogan al giornalista, che gli faceva notare come stesse semplicemente facendo il suo lavoro. "Voglio che lei sappia che non ha di fronte qualcuno che la manderà giù tanto facilmente", ha poi aggiunto il presidente turco, chiedendo a Richard se avesse domandato all'America delle armi fornite alle milizie curde in Siria.

Le parole di Erdogan sono state rapidamente riprese dalla stampa filo-governativa in Turchia. Il Sabah ha descritto Laurent come "un provocatore" e "sicario" di Gulen. "Il terrorismo non cresce da solo - ha anche detto ieri il presidente turco -. Quelle persone ritenute pensatori ne sono i giardinieri. E un giorno saranno smascherati". "Ho solo fatto quelle domande che i giornalisti turchi non possono più fare", ha scritto Richard su twitter.

Attualmente sono 151 i giornalisti che in Turchia sono in carcere, secondo i dati costantemente aggiornati dalla Piattaforma per il giornalismo indipendente (P24) e proprio il tema della libertà di stampa ha dominato la discussione nei giorni precedenti all'incontro bilaterale. Il portavoce del presidente turco ha accusato Macron di "pregiudizi" e "di essere male informato", dopo che Macron ha sollevato il tema del rispetto dei diritti umani

Critiche all'Eliseo sono arrivate dai radicali di La France Insoumise. Il partito di Melenchon, come anche il sindaco di Parigi Hidalgo, hanno definito "non gradita" la visita di Erdogan, alla vigilia del quinto anniversario dell'uccisione a Parigi di tre donne curde, tra cui una delle fondatrici del Pkk, considerato in Turchia ed Europa un'organizzazione terroristica.

Un piccolo gruppo di manifestanti legati a Reporter senza frontiere hanno protestato di fronte all'ambasciata turca. La polizia ha poi impedito ad alcuni attivisti di raggiungere l'Eliseo. Molte di più le persone prevalentemente di origini curde che sono scese in strada per ricordare l'uccisione delle tre donne. L'unico sospettato per l'omicidio è morto in cella nel 2016.

"Dobbiamo uscire dall'ipocrisia secondo cui si possono aprire nuovi capitoli (nel processo di integrazione Ue)", ha anche detto - pur sottolineando interessi comuni - Macron, in risposta a un Erdogan "stufo di aspettare fuori dalla porta" e impegnato in un'offensiva diplomatica per provare a ricucire rapporti con i Paesi europei dopo un 2017 disastroso in questo senso.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 06/01/2018 - 12:26

Er-do-cat vorrebbe domande preconfezionate? Anvedi.. Un perfetto satrapo antidemocratico che è bene che stia al suo posto e non chieda niente di niente alla Ue.

INGVDI

Sab, 06/01/2018 - 12:36

Dare credito a questo criminale significa esserne complici.

patrizia52

Sab, 06/01/2018 - 13:08

Il problema è che se passasse la futura legge sulle 'fake news' (che Macron ha proposto)anche in Francia fare domande non preconfezionate, osare criticare il governo diventerebbe impossibile.....chi sarebbe allora il futuro satrapo antidemocratico d'Europa????

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 06/01/2018 - 13:43

patrizia52 - Se governanti, come da loro programmma, fanno promesse che poi non mantengono: saranno anche questo genere di domande "fake news"? Detto questo Macron, figoliccio di uno dei fondatori dell'Ue (il potente massone Attali), dovrebbe riflettere sul fatto che più si chiude la bocca a giornaalisti che fanno domande pertinenti ma sgradite, più si esacerba la gente. Il 14 luglio 1789 dovrebbe indurlo a più miti consigli..

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Sab, 06/01/2018 - 13:58

Il giornalista Laurent Richard, peró ha risposto a erdogan con No´messier io sono un giornalista francese , un Italiano al suo posto avrebbe chiesto scusa al futuro sultano deel mondo arabomusulmano sunnita.

alox

Sab, 06/01/2018 - 14:31

Senza dubbio le "fake news" sono di moda, lo sono sempre state. Solo i giornali/giornalisti del regime Turco dicono la verita'...e' scritto sul corano!

tosco1

Sab, 06/01/2018 - 14:40

0 piu' zero, risultato, 0. Questo dice la foto.Erdogan e' un personaggio inquietante , e Macron, non e' da meno.La foto insieme e' emblematica, e rappresenta bene la pazzia del genere umano che li ha scelti come capi.E siamo nel secondo millennio...

agosvac

Sab, 06/01/2018 - 14:57

A proposito di erdogan, i 6 miliardi di euro che la signora merkel gli aveva elargito gli sono poi stati dati realmente???

patrizia52

Sab, 06/01/2018 - 15:06

per MARCELLO508 :infatti!!! sta circolando in Francia una petizione contro questa legge (sono francese)e questa è una delle 'risposte' date da alcune persone che l'hanno firmata...Non lo so se Macron riflette ha un ego ancor più illimitato di quello di Sarkozy, (in Francia lo chiamiamo Jupiter) per il momento non c'è ancora un'opposizione 'valida'...staremo a vedere aspettando se non un 14 luglio, almeno un maggio del 68.....

giovanni PERINCIOLO

Sab, 06/01/2018 - 16:07

Risposta "democratica" di quello che é probabilmente il peggior criminale di stato dopo hitler e stalin!!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 06/01/2018 - 17:27

patrizia52 - Il '68 l'ho vissuto in prima persona in Italia, per un breve periodo anche all'estero ed è poco, mi creda. Meglio la .. presa della Bastiglia: si "tagliano" le mele marce e ... amen!!!

giza48

Sab, 06/01/2018 - 17:50

L'Europa deve parlare chiaro alla alla Turchia ormai ridotta ad una dittatura islamica con il sultano Edorgan. Sono agli antipodi del nostro mondo democratico. Si può e si deve commerciare ma non si possono integrare con noi. (piaccia o non piaccia alla Merkel) Quale membro della Nato la Turchia ne ha fatto di tutti i colori con la guerra in Siria. Sostenendo gli assassini dell'Isis e combattendo le uniche forze che difendevano ai sui confini la popolazione civile i Curdi considerati dei "terroristi" Penso proprio che non sia proprio un baluardo di niente contro la Russia, meglio lasciarla al suo infausto destino.

Reip

Sab, 06/01/2018 - 17:53

Quando si ha a che fare con un dittatore islamico conservatore tanto rincoglionito quanto ottuso c’è ben poco da sperare! Il peggio è Macron, che fa buon viso a cattivo gioco... Non so chi dei due faccia più schifo!

Epietro

Sab, 06/01/2018 - 17:55

Ma basta con questa gente che piange e insulta. Basta con i medio orientali, con i nord africani, palestinesi ecc. Capaci solo di sfruttare a loro vantaggio ogni pretesto o situazione che sia. Perchè oltre tutto è gente falsa, cattiva e vendicativa. Dobbiamo chiuderci a riccio ed espellere dall'Europa tutti quelli che non hanno titolo per essere qui.

giovanni951

Sab, 06/01/2018 - 18:13

lungi da me parlar bene di questo golpista ma......avercelo noi un politico con le palle come lui. Soprattutto quando vanno a bruxelles o berlino visto che finisce sempre con un sissignore.

19gig50

Sab, 06/01/2018 - 18:14

Mai questo individuo in europa.

giumaz

Sab, 06/01/2018 - 18:25

Ma chi è che crede ala "fallito colpo di stato" contro Erdocan? Si tratta di una criminale messa in scena, perfettamente organizzata e riuscita, per impadronirsi del potere assoluto e incarcerare tutti gli oppositori.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 06/01/2018 - 18:27

Erdocan mostro dittatore islamico creato dall'occidente.

patrizia52

Sab, 06/01/2018 - 19:18

MARCELLO 508 anch'io l'ho vissuto il '68 a Nizza (Francia) per la precisione....non so se la Francia di oggi sia ancora pronta ad una rivoluzione, per questo mi accontenterei di un '68 redivivo 'un moindre mal' (un male minore)...Vorrei sottolineare pero' che Sarkozy, per aver 'accolto' a Parigi Gheddafi fu letteralmente 'massacrato' dall'opinione pubblica....speriamo si faccia lo stesso con Macron/Erdogan, ma ci credo poco....la Francia si sta addormentando....hélas (purtroppo)

alox

Sab, 06/01/2018 - 19:34

@giovanni951 Parla per te! Erdogan, Putin, Hitler o Dittatori vari da appendere andranno bene a te e fai sempre in tempo ad andare sotto di loro...

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 06/01/2018 - 19:41

a questo giornalista francese e´andata bene, se fosse stao in Turchia sarebbe gia stato appeso, sistema democratico di ERDOKAN , per silenziare democraticamnete la stampa stile STALINIANO

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 06/01/2018 - 22:32

Questa Francia con Macron da luce della Libertá nel mondo ne sta diventando la tenebra ... Questo Macron un moccioso senza principi é convinto che si puó commerciare anche con la piú fetida bassezza.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 06/01/2018 - 23:59

patrizia52 - 19:18 - Ho i suoi stessi timori: tanta gente anche qui sugli occhi ha fette di prosciutto rancido e nelle orecchie eccessivo "cerume" mediatico.. Buona notte!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 07/01/2018 - 00:51

Erdocan che dà del terrorista alla stampa francese? Questa è da scrivere. Lui invece è una verginella col vestito bianco. Attento che i comunsiti ti credono, loro abboccano subito alle bufale, e dicono che sono fake news le cose vere. Valli a capire.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Dom, 07/01/2018 - 02:06

Ci manca solo questo nell'unione europea.

pisopepe

Dom, 07/01/2018 - 07:21

MACRON E UN VERO PERICOLO PER L'EUROPA INVITA ERDOGAN A L'ELISEO ALIMENTANDO COSI LE SUE SPERANZE DI ENTRARE IN EUROPA I DITTATORI NON POTRANNO MAI DIALOGARE E SONO DUE

claudioarmc

Dom, 07/01/2018 - 08:18

Il gerontofilo parigino si è fatto sculacciare in pubblico come ama fare in privato dalla vecchia Brigitte

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 07/01/2018 - 08:25

x direttoreemilio -sono d'accordo con lei pero', mi consenta, messier si scrive " monsieur ". Cordialmente!