Esplosivo in una stampella: il trucco del kamikaze in Yemen

Lo stratagemma usato da uno degli attentatori suicidi che hanno agito venerdì negli attacchi contro le moschee di Sanaa

Dopo l'attentato arriva il video che smaschera i terroristi. Una finta ingessatura alla gamba destra. All’interno della bardatura una potente carica d’esplosivo e centinaia di sfere di metallo per provocare un effetto lupara. Così hanno agito venerdì negli attacchi contro le moschee di Sanaa, nello Yemen.

In un video, diffuso dalle autorità, si può notare l’attentatore mentre si avvicina all’obiettivo. Cammina lentamente perché usa un paio di stampelle. Ben visibile anche l’ingessatura indossata per celare la bomba. Le azioni suicide non sono certo una novità nello Yemen e spesso gli ordigni si sono rivelati più letali di quelli impiegati in Iraq. La tattica dei kamikaze è stata spesso usata da al Qaeda nella penisola arabica contro i militari o obiettivi governativi. Quanto all’ultima strage è arrivata la rivendicazione dell’Isis, un’assunzione di responsabilità non certa ma che potrebbe essere plausibile.

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 22/03/2015 - 11:31

Tse ... niente in confronto a quello che hanno in testa i nostri politici ... sparano tali cazxzate, vedi la situazione socio-economica, talmente devastanti che l'Italia rischia di sprofondare in un cratere

pastello

Dom, 22/03/2015 - 11:50

Che stupidino, una stampella per saltare in aria, l'avesse portata con sé in Italia avrebbe potuto vivere a sbafo, vita natural durante, con una bella pensione di invalidità.

zingozongo

Dom, 22/03/2015 - 12:25

religione di pace? chi ci crede se questi pazzi uccidono i loro correligionari nei luoghi di culto mentre pregano?