Eurogruppo: giù tasse sul lavoro. Battibecco tra Renzi e il nuovo commissario Ue

Il premier italiano: "Basta lezioni dall'Ue". Ma Katainen: "Siamo interpreti, non maestri". Draghi: "Per far sì che tornino gli investimenti serve fare riforme strutturali più ambiziose"

"L'Eurogruppo riafferma che la riduzione delle tasse sul lavoro è una chiara priorità politica". È quanto si legge nella nota diffusa al termine dell'Eurogruppo, in cui si auspica anche uno scambio delle migliori pratiche a livello comunitario. A novembre, partendo da questi principi a novembre nelle leggi di bilancio dei Paesi ed a Primavera 2015 si monitoreranno queste riforme. Dopo la discussione sulla riduzione del cuneo fiscale, oggi l'Eurogruppo ha discusso i principi comuni. "L'onere fiscale complessivo nella zona euro è al di sopra della media Ocse ed è sbilanciata verso il lavoro. In considerazione della necessità di consolidamento fiscale, la pressione fiscale sul lavoro è cresciuta negli ultimi anni. Questo è un chiaro impedimento per un funzionamento efficiente e regolare nell'area dell'euro dei mercati del lavoro e va contro l'obiettivo di stimolare l'attività economica e l'aumento dell'occupazione, in particolare, dato il livello di disoccupazione elevato in diversi Stati membri dell'area dell'euro".

Ridurre il carico fiscale sul lavoro, spiega la nota, ha il potenziale per sostenere i consumi, stimolare l'offerta di lavoro e dell'occupazione, nonché di migliorare il rapporto costo-competitività e la redditività delle imprese. "Si può quindi aumentare la domanda, la crescita e sostenere la creazione di posti di lavoro, e contribuire al buon funzionamento dell'unione monetaria. In questo contesto, l'Eurogruppo ribadisce il suo impegno a ridurre efficacemente l'imposta oneri sul lavoro".

Quindi per una riforma efficace del lavoro, l'Eurogruppo indica quattro priorità: "Progettazione delle riforme, mirata ai problemi specifici del Paese, garantendo semplicità per l'amministrazione fiscale". Serve poi una riforma fiscale su questo settore, con una riduzione compensativa delle spese, o spostando imposte sul lavoro verso le imposte meno dannose per la crescita. Infine serve un contesto politico più ampio che accompagni alle riforme sul lavoro un pacchetto di riforme del mercato e un sostegno politico e sociale con una redistribuzione del reddito.

"Non siamo maestri ma siamo interpreti di quanto tutti i Paesi rispettano gli impegni presi e di quello che hanno promesso agli altri Paesi, il patto di stabilità permette flessibilità, si può fare molto all’interno delle regole esistenti, l’importante è che non ci siano interpretazioni in bianco o nero, non si deve scegliere tra crescita o consolidamento perché la situazione non è semplice, occorre un’interpretazione sana del consolidamento di bilancio perché migliori la fiducia e al contempo considerare la composizione della spesa pubblica, affinché più paesi creino un ordine di priorità tra gli investimenti", ha dichiarato Jyrki Katainen, commissario Ue uscente agli Affari economici e futuro vicepresidente della Commissione che si insedierà a novembre rispondendo al premier Matteo Renzi che su twitter ha scritto "dall’Europa non ci aspettiamo lezioni".

"Che botta Katainen a Matteo Renzi. ’Non siamo maestri, ma interpretì. Morale: in Europa non si improvvisa", ha commentato Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

Anche il presidente della Bce ha lanciato un monito al governo italiano. "Per far sì che tornino gli investimenti serve fare riforme strutturali più ambiziose perché altrimenti la crescita è destinata a rimanere su livelli modesti. L’effetto delle politiche monetarie è maggiore se è stato preparato il terreno per riforme strutturali adeguate, piuttosto che in loro assenza. Per questo si parla di dividendi delle riforme", ha detto Mario Draghi.

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Ven, 12/09/2014 - 18:09

Perchè Renzi non ascolta una buona volta le parole SENSATE dei Colleghi Europei ??? Nessun paese europeo ha una instabilità come l`Italia, malgrado che abbia tantissime risorse. La prima cosa che deve fare è quella di allontanare quei vecchi bacucchi che hanno disanguato, il Belpaese e dimezzare anzi togliere i 3/4 dalle loro pensioni,CHE NON HANNO GUADAGNATO ONESTAMENTE. Una volta via quei matusa, si respirerà aria più fresca e si potrà ascoltare ciò che i governanti Europei hanno da dire.

Ritratto di graSSochecola

graSSochecola

Ven, 12/09/2014 - 18:19

ultimo avviso della maestra caterinen agli scolaretti più lavativi chi sparla troppo e fa caciara va dietro la lavagna in ginocchio sui ceci

MEFEL68

Ven, 12/09/2014 - 18:45

Ho una copia del Corriere della Sera di giovedì 4 maggio 2006 (dico 2006), dove l'allora Vicepresidente di Confindustria Bombassi sollecita il governo PRODI a ridurre il cuneo fiscale di ben 10 punti in due anni. Sono passati 8 (OTTO)anni e tutto sta ancora a "Caro babbo". Poi è ovvio che in Europa ci guardino dall'alto in basso. Ce lo meritiamo. Anche se la colpa è solo dei governanti che noi abbiamo eletto e rieletto.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/09/2014 - 18:50

Commissario Katainen ma "interpreti" di chi? di Dio? La sovranità nazionale di una nazione NON E' INTERPRETABILE DA NESSUNO!

Ritratto di graSSochecola

graSSochecola

Ven, 12/09/2014 - 19:03

e finalmente per l'itaglia una voce si alza alta ed impetuosa a Strasburgo, GELATIIIIIII

Ritratto di graSSochecola

graSSochecola

Ven, 12/09/2014 - 19:18

ed infine una voce si alzò alta in risposta alle provocazioni di katarinèn.... GELATIIIIIIII

Ritratto di marystip

marystip

Ven, 12/09/2014 - 19:22

Renzi non ha capito che non gli danno lezioni ma calci in culo.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 12/09/2014 - 19:33

Redazione, che chiedete da me affinché i miei interventi siano pubblicati? ... Il vostro modo di chiacchierare senza dire niente? ... I discorsi vuoti di Napolitano per ingannare da sempre i Lavoratori? ... O la vigliaccheria di Berlusconi che ha tirato nel cesso la formidabile maggioranza che aveva nel Paese? ... Io non sono come voi ... Per me la Veritá é sacra e non mi piego a nessun compromesso con la vostra menzogna da 4 soldi.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 12/09/2014 - 19:54

Bisognerebbe chiedere ad un Italiano normale, non ad un cretino di sinistra, se stava meglio tre anni fa con un Governo Berlusconi, oppure ora con Renzi. (E' ovvio che il cretino di sinistra risponderebbe che sta meglio ora con Renzi anche se è ora disoccupato, con le toppe al culo e muore di fame. E' un classico!).

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 12/09/2014 - 20:00

QUALI I TUOI IMPEGNI BRUTTO PAPPONE DEFICIENTE ???... La Veritá che si deve conoscere é che l´Italia é diventato un paese governato dalla ignoranza e dalla ottusitá ... Inutile dire che se non si abbatte un abominevole apparato pubblico parassita sopra le forze produttive (sopra la pelle delle Fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani senza futuro a cui solo si aprono le porte della delinquenza e quelle della repressione carceraria di un lurido apparato poliziesco totalitario ... Mezzo milione di poliziotti, quanti nemmeno in tutti gli Stati Uniti) si arriverá al disastro totale ... IL TUO IMPEGNO É CREARE LE CONDIZIONI AFFINCHÉ IL PAESE POSSA EVITARE LA MORTE E POSSA RITORNARE A CRESCERE E A VIVERE ... Occorre fare quello che fece 25 anni fa il comunista Gorbachov: "liquidazione dello stato parassita" ... Occorre fare quello che é stato fatto in Cina ... In Italia il Muro del piú vigliacco conformismo non ha eguali in nessun altro paese al mondo ... In questo paese di ottusi e di ignoranti governato dagli ottusi tra gli ottusi e dagli ignoranti tra gli ignoranti (perché questo é quello che si intende in questa fogna per democrazia) ci sará bisogno che il paese piomba nell´Inferno affinché la concreta e tangibile esperienza possa servire forse da insegnamento ... (Ma chi é questo Gorbachov? ... Che cosa c´entra questo Muro? ... Brutte bestie tra le bestie che con la prepotenza della vostra ottusitá e ignoranza avete conseguito il potere totalitario dello stato mafioso e parassita sopra la pelle del Paese che muore ... Con le vostre arroganti zucche marce non potete capirlo e vi opponete a capirlo, convinti che la veritá di ció che é possa essere storpiata a piacimento dallo scempio della vostra bassezza ... Ma il Paese cosi come sta procedendo arriverá a un inevitabile punto di rottura ... E allora é molto probabile (o sicuramente certo?) che tutti coloro che da anni sono stanchi di essere inascoltati con le buone vi presentino il conto con le cattive.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 12/09/2014 - 20:01

Redazione, che chiedete da me affinché i miei interventi siano pubblicati? ... Il vostro modo di chiacchierare senza dire niente? ... I discorsi vuoti di Napolitano per ingannare da sempre i Lavoratori? ... O la vigliaccheria di Berlusconi che ha tirato nel cesso la formidabile maggioranza che aveva nel Paese? ... Io non sono come voi ... Sono un matematico, i miei riferimenti sono le persone come Einstein di cui voi mai comprenderete una parola ... Per me la Veritá é sacra ... Perché rimanga tale non puó essere storpiata affinché sia compresa da voi, meschini avvocaticchi, che appartenete alla bassa volgaritá della massa ... Tutto l´opposto ... Io non mi piego a nessun compromesso con la vostra menzogna da 4 soldi.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 12/09/2014 - 20:05

Bisognerebbe chiedere ad un Italiano normale, non ad un cretino di sinistra, se stava meglio tre anni fa con un Governo Berlusconi, oppure ora con Renzi. (E' ovvio che il cretino di sinistra non fa testo: lui risponderebbe sempre che sta meglio ora con Renzi anche se è ora disoccupato, con le toppe al culo e muore di fame. E' un classico! Se no che cretino di sinistra sarebbe!).

Ritratto di graSSochecola

graSSochecola

Ven, 12/09/2014 - 20:11

ed infine una voce si alzò alta in risposta alle provocazioni di katarinèn.... GELATIIIIIIII

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 12/09/2014 - 20:16

QUALI I TUOI IMPEGNI BRUTTO OTTUSO PAPPONE???... La Veritá che si deve conoscere é che l´Italia é diventato un paese governato dalla ignoranza e dalla ottusitá ... Inutile dire che se non si abbatte un abominevole apparato pubblico parassita sopra le forze produttive (sopra la pelle delle Fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani senza futuro a cui solo si aprono le porte della delinquenza e quelle della repressione carceraria di un lurido apparato poliziesco totalitario ... Mezzo milione di poliziotti, quanti nemmeno in tutti gli Stati Uniti) si arriverá al disastro totale ... IL TUO IMPEGNO COME PREMIER É CREARE LE CONDIZIONI AFFINCHÉ IL PAESE POSSA EVITARE LA MORTE E POSSA RITORNARE A CRESCERE E A VIVERE ... Occorre fare quello che fece 25 anni fa il comunista Gorbachov: "liquidazione dello stato parassita" ... Occorre fare quello che é stato fatto in Cina ... In Italia il Muro del piú vigliacco conformismo non ha eguali in nessun altro paese al mondo ... In questo paese di ottusi e di ignoranti governato dagli ottusi tra gli ottusi e dagli ignoranti tra gli ignoranti (perché questo é quello che si intende in questa fogna per democrazia) ci sará bisogno che il paese piomba nell´Inferno affinché la concreta e tangibile esperienza possa servire forse da insegnamento ... (Ma chi é questo Gorbachov? ... Che cosa c´entra questo Muro? ... Brutte bestie tra le bestie che con la prepotenza della vostra ottusitá e ignoranza avete conseguito il potere totalitario dello stato mafioso e parassita sopra la pelle del Paese che muore ... Con le vostre arroganti zucche marce non potete capirlo e vi opponete a capirlo, convinti che la veritá di ció che é possa essere storpiata a piacimento dallo scempio della vostra bassezza ... Ma il Paese cosi come sta procedendo arriverá a un inevitabile punto di rottura ... E allora é molto probabile (o sicuramente certo?) che tutti coloro che da anni sono stanchi di essere inascoltati con le buone vi presentino il conto con le cattive.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 12/09/2014 - 20:17

QUALI I TUOI IMPEGNI BRUTTO OTTUSO PAPPONE???... La Veritá che si deve conoscere é che l´Italia é diventato un paese governato dalla ignoranza e dalla ottusitá ... Inutile dire che se non si abbatte un abominevole apparato pubblico parassita sopra le forze produttive (sopra la pelle delle Fabbriche che chiudono, dei Lavoratori senza lavoro e dei Giovani senza futuro a cui solo si aprono le porte della delinquenza e quelle della repressione carceraria di un lurido apparato poliziesco totalitario ... Mezzo milione di poliziotti, quanti nemmeno in tutti gli Stati Uniti) si arriverá al disastro totale ... IL TUO IMPEGNO COME PREMIER É CREARE LE CONDIZIONI AFFINCHÉ IL PAESE POSSA EVITARE LA MORTE E POSSA RITORNARE A CRESCERE E A VIVERE ... Occorre fare quello che fece 25 anni fa il comunista Gorbachov: "liquidazione dello stato parassita" ... Occorre fare quello che é stato fatto in Cina ... In Italia il Muro del piú vigliacco conformismo non ha eguali in nessun altro paese al mondo ... In questo paese di ottusi e di ignoranti governato dagli ottusi tra gli ottusi e dagli ignoranti tra gli ignoranti (perché questo é quello che si intende in questa fogna per democrazia) ci sará bisogno che il paese piomba nell´Inferno affinché la concreta e tangibile esperienza possa servire forse da insegnamento ... (Ma chi é questo Gorbachov? ... Che cosa c´entra questo Muro? ... Brutte bestie tra le bestie che con la prepotenza della vostra ottusitá e ignoranza avete conseguito il potere totalitario dello stato mafioso e parassita sopra la pelle del Paese che muore ... Con le vostre arroganti zucche marce non potete capirlo e vi opponete a capirlo, convinti che la veritá di ció che é possa essere storpiata a piacimento dallo scempio della vostra bassezza ... Ma il Paese cosi come sta procedendo arriverá a un inevitabile punto di rottura ... E allora é molto probabile (o sicuramente certo?) che tutti coloro che da anni sono stanchi di essere inascoltati con le buone vi presentino il conto con le cattive.

Ritratto di spectrum

spectrum

Ven, 12/09/2014 - 20:29

Ora, dopo le posizioni prese verso la Russia, anche l'ultimo esterofilo dovrebbe essere convinto che quei signori dell'alta Europa che tanto sembrano capaci solo perche le loro economie vanno meglio, non lo sono. Forza, fuori da quaste Europa di buffoni isterici, ci sono altre alleanze possibili, piu meritevoli.

AG485151

Ven, 12/09/2014 - 20:32

Riforme strutturali più ambiziose ? Qui risulta che a riforme strutturali siamo a zero . Con la prima e madre di tutte : taglio del 30% della spesa pubblica in 10 anni e azzeramento dei finanziamenti pubblici che non sono welfare . Con la seconda : privatizzazione del patrimonio immobiliare , delle municipalizzate , delle partecipate . Con la terza : liberalizzazioni . Con la quarta : semplificazione burocratica . E con quelle che ne conseguono : riduzione delle tasse , chiusura del debito , investimenti in scuola , energia , infrastrutture , famiglia , ...

AG485151

Ven, 12/09/2014 - 20:32

Riforme strutturali più ambiziose ? Qui risulta che a riforme strutturali siamo a zero . Con la prima e madre di tutte : taglio del 30% della spesa pubblica in 10 anni e azzeramento dei finanziamenti pubblici che non sono welfare . Con la seconda : privatizzazione del patrimonio immobiliare , delle municipalizzate , delle partecipate . Con la terza : liberalizzazioni . Con la quarta : semplificazione burocratica . E con quelle che ne conseguono : riduzione delle tasse , chiusura del debito , investimenti in scuola , energia , infrastrutture , famiglia , ...

sdicesare

Ven, 12/09/2014 - 20:55

Be', questa vicenda mi va bene per due motivi. La prima e'che adesso ci si rende conto della grande c.tta fatta a richiedere come commissario Mr. Pesc e non un dicastero economico, che avrebbero dovuto andare ai paesi in crisi nera per l'euro e non ad un nordico. E questa la dice lunga sulla superficialità se non idiozia della politica estera ed europea di questo governo. (vedi vicenda russa) La seconda e' che Katainen, con il suo fanatismo nordico porterà l'europa e l'euro ad un punto di non ritorno, e probabilmente ad implodere prima del previsto, nonostante tutti gli sforzi del marione nazionale alla guida della Bce, del fiorentino e della merkel di tenerlo a galla.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Ven, 12/09/2014 - 21:34

Anche L'EUROPA STA CONOSCENDO CHE RENZI NON E' ALTRO CHE UN SBRUFFONE

Luigi Farinelli

Ven, 12/09/2014 - 23:40

Perché tornino gli investimenti non bastano le sole riforme strutturali: serve mandare a quel paese l'Europa e riprenderci la nostra sovranità. Ma più tempo passa più aumenta il rincoglionimento operato a livello cerebrale sui cittadini (italiani ed europei) dal maistream mediatico, orchestrato dalla massoneria attraverso la sua stampa di regime (per l'Italia, il Corriere, LaStampa, Sole24 Ore, Repubblica). Stiamo soffocando letteralmente per asfissia e ancora dobbiamo dar retta ai massoni come Draghi e ai suoi sodali del Grande Oriente che ci stanno svendendo in maniera vergognosa, infame, demenziale e criminale per realizzare i loro sporchi obiettivi mondialisti.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 12/09/2014 - 23:45

Se ho ben capito è solo una questione di tempi. Ridurre significativamente le imposte a carico di chi assume porterebbe a un maggior introito per imprenditori e dipendenti, quindi maggior liquidità, che si tradurrebbe in aumento dei consumi e della richiesta, con aumento della produzione e, di conseguenza, della richiesta di personale (= occupazione). Tutto ciò, dopo un certo tempo, ritornerebbe allo stato sotto forma maggiori introiti dati da una più vasta platea di contribuenti che, seppur pagando aliquote minori, verserebbero però di più, sia perchè più numerosi, sia perchè più capienti e, di conseguenza, più portati a spendere. E' abbastanza semplice da capire, ma... c'è un "ma" grosso come la Costa Concordia, cioè il fatto che l'europa non permette di sforare dal patto di stabilità, perchè non si fida delle promesse dei nostri governanti, quindi nel breve periodo, nel tempo cioè occorrente a questo meccanismo virtuoso per mettersi in moto, lo stato dovrebbe ulteriormente indebitarsi, e questo non ci è consentito. Quando (e se) riusciremo a spezzare questo meccanismo diabolico, avremo qualche speranza, ma coi personaggi europei e italiani in gioco in questo momento, la vedo molto dura.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 13/09/2014 - 00:35

La cosa curiosa è che l'Europa ci tira le orecchie per far migliorare la nostra economia ma contemporaneamente ci taglia le gambe con le nuove sanzioni verso la Russia. L'EUROPA È ENTRATA NELLA FASE PEGGIORE DEI SUOI DISTURBI MENTALI. LA SCHIZOFRENIA.

flashpaul

Sab, 13/09/2014 - 03:28

Da un post incontrato su Facebook: Per non dire: "Non lo sapevo" E per capire chi è Mario Draghi. L'Europa è entrata nell'era dei tassi sotto lo zero. Ciò significa un fenomeno certo: bolla speculativa. Il costo del denaro ai minimi record (0,05%) ed i tassi di deposito negativi al -0,2%, mirano a movime...ntare il capitale delle banche per la formazione dell'ultima bolla europea. Non avendo alcuna intenzione di risollevare l'economia reale, Mario Draghi e la BCE, informano che ad ottobre daranno l'avvio all'acquisto dei titoli derivati ABS (asset backed securities), gli stessi titoli, che hanno portato alla grande bolla speculativa dei mutui subprime (mutui ad alto rischio finanziario), in America, a finire del 2006. I dati Abi, registrano, infatti, la ripresa del mercato dei mutui, da gennaio a luglio, di 14,6 miliardi di euro rispetto agli 11,4 dello stesso periodo 2013 (un incremento del +29,3%). Un mercato che continuerà a crescere, dato che gli ABS, assicurati dalla stessa BCE, porteranno le banche commerciali (private), a concedere prestiti esternalizzando il rischio. Si impacchetta un insieme di prestiti reali, si cartolarizza il regalo, per poi speculare sui valori con mere scommesse (nulla a che vedere con il lavoro, il sudore della fronte e la ricchezza reale), fino a quando, le banche dealer, decideranno di fermare il gioco, generando lo scoppio della bolla e la morte economica. Il tutto partirà con l'incremento del tassi che, essendo variabili e prossimi allo zero, subiranno (e la subiranno per certo), un'impennata che porterà all'insolvenza dei debitori. I tassi si muoveranno in base alla fiducia dei mercati, al suo andamento e all'interesse di coloro i quali sono capaci di influenzare quest'alea sottesa, astratta, all'interno della quale nascondono le loro truffe. Se la bolla, in America, portò effetti disastrosi, al punto da mettere in ginocchio un po' tutti i paesi del mondo, questa bolla europea, significherà la fine. Ipotesi potenziale, entrando nella mente di Draghi,"un uomo" facente parte del gruppo dei 30 ed uscente dalla Goldman Sachs (una delle prime banche d'affari ad avere speculato nel 2006, accusata del crollo della Lehman Brothers, denunciata da Milano Finanza, l'11 Novembre 2011 per avere attaccato specularmente l'Italia), sarà quella di minacciare e condizionare, con quest'ultima mossa, la cessione di sovranità popolare, da lui richiesta e voluta da buon criminale. Rispolverando il passato, non dimentichiamoci l'esultanza dell'amministratore delegato della Goldman Sachs, Lloyd Blankfein, per i guadagni tratti dalle scommesse al ribasso, quando milioni di persone perdevano il lavoro, la casa, la dignità e la vita, e la frase di un altro dirigente, Donald Mullen, che sempre esultando affermò: "Sembra che faremo un bel po' di soldi". Parliamo di bestie senza scrupoli, morale, etica, da prendere e rinchiudere buttando via la chiave perché la loro bramosia di denaro e di potere difficilmente li fermerà. Fino a quando questi diavoli in terra, avranno la possibilità di creare valori con un bip o con una stampa, in modo incontrollato, la nostra fine sarà sempre la stessa. Ricordatevi questo post per non dire: "Non lo sapevo". E' tutto già scritto.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 13/09/2014 - 07:51

Questa volta le strade sono tre: o stiamo a quello che dice la UE o non ci stiamo...oppure diamo le nostre ricette per la ripresa. Cosa c'è di strano? Non è forse riconosciuta in tutto il mondo la qualità superiore del "Made in Italy"? Perché, allora, non diamo noi qualche dritta a questi sbevazzatori di birra, sempre ciucchi?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 13/09/2014 - 09:13

Finché a capo dello Stato c'è uno che complotta con lo straniero nero che vuole dominare il mondo, per colpire un premier democraticamente eletto, perchè riusciva a tenere l'Italia fuori dalla crisi, si andrà sempre di male in peggio. L'unica soluzione è mettere l'ex premier Berlusconi al posto di Napolitano. Infatti il primo è buono, il secondo cattivo. L'avvicendamento del primo al posto del secondo, ingiustamente diffamato e perseguitato, è la salvezza per l'Italia. Il bene vince sempre.