Florida, spari in un centro yoga: 3 morti e 5 feriti. L'attentatore si è ucciso

L'uomo ha aperto il fuoco in palestra. Alcuni passanti sono stati feriti a colpi di pallottole, altri sono stati pestati

Un uomo si è tolto la vita dopo aver aperto il fuoco in un centro yoga della Florida, a Tallahassee, l'Hot Yoga dopo aver ferito cinque persone e averne uccise tre.

Quattro dei feriti sono stati colpiti da pallottole, mentre il quinto è stato picchiato col calcio della pistola, ha riferito Michael DeLeo, capo della polizia di Tallahassee. "Diverse persone - spiega ancora - hanno reagito e cercato di salvare non solo loro stessi, ma anche gli altri, il che sottolinea il loro coraggio". Dopo la violenza senza senso, l'assalitore, il 40enne Paul Beierle, si è tolto la vita.

Lo sparatore ha agito da solo e le autorità stanno indagando sui possibili motivi del gesto. Secondo testimoni, l’uomo continuava ad entrare e uscire dallo studio mentre sparava. In precedenza, un portavoce della locale municipalità aveva affermato che l'episodio sarebbe legato a una disputa familiare

La campagna elettorale

La sparatoria arriva a turbare la campagna elettorale in Florida per il voto di Midterm e per il rinnovo della carica di governatore. Il candidato democratico Andrew Gillum, sindaco di Tallahassee, ha annunciato con un tweet di aver interrotto la sua campagna elettorale. Il suo sfidante, il repubblicano Ron DeSantis, ha invece rinfocolato la polemica che divampa già da giorni sul record di omicidi che affligge la capitale dello Stato della Florida.

Commenti

cir

Sab, 03/11/2018 - 10:26

yankees ..roba da yankees..