Le forze irachene hanno strappato all'Isis l'antica città di Hatra

È patrimonio dell'Unesco l'antica città di Hatra, rimasta per mesi sotto il controllo del sedicente Stato islamico e ora liberata dalle Forze di mobilitazione popolare irachene, le Hashed al-Shaabi.

Hatra, nel deserto a sud-ovest di Mosul, la seconda città più importante del Paese, era finita al centro delle cronache dopo che i jihadisti l'avevano catturata nel 2015, quando già controllavano parte del Paese dopo l'offensiva lampo di giugno 2014.

Sono ancora da chiarire i danni che la città ha subito sotto il controllo dell'Isis. Se in un primo momento pareva che il sito archeologico fosse stato del tutto distrutto, in seguito esperti internazionali avevano sostenuto che "distruzioni evidenti" dalle immagini satellitari non ce n'erano state. Tuttavia la propaganda del gruppo islamista aveva mostrato la distruzione di alcune statue da parte dei miliziani.

I reperti più piccoli sono stati trafugati e venduti dai jihadisti. Il sito è, insieme a Ninive e a Nimrud, tra le zone archeologiche più importante di tutto l'Iraq.

Commenti

alox

Mer, 26/04/2017 - 19:37

Uno dopo l'altro la feccia ISIS viene spazzata...e ricordate chiunque cerchera' in futuro di vendere sottobanco reperti archeologici: non comprate e non rendetevi complici di questi animali!