Fotografie porno per vendetta: 18 anni al titolare del sito web

Oltre 10mila scatti di rapporti sessuali postati per vendicarsi degli ex fidanzati. Il proprietario del sito ne gestiva anche un altro attraverso cui estorceva denaro a chi voleva rimuovere le immagini

Diciotto anni di carcere per aver pubblicato foto porno senza autorizzazione. È durissima la pena inflitta a Kevin Bollaert, titolare in California di un sito web che ospitava circa 10mila scatti di rapporti sessuali corredati da nomi e cognomi, età dei protagonisti e profili Facebook. Gli mancava "soltanto" l'autorizzazione dei protagonisti.

Il 28enne di San Diego lanciò il sito nel 2012 consentendo a chiunque lo volesse di inserirvi le foto. La maggior parte di questi scatti venivano postati solo per vendicarsi di un amore deluso o di ex fidanzati. Nello stesso tempo Bollaert ne gestiva un altro, attraverso il quale estorceva denaro (fino a 350 dollari a foto) a chi chiedeva che venissero rimosse le immagini inserite nel primo. Nel corso del processo sono affiorati i drammi che il comportamento del 28enne ha generato. "La mia vita è precipitata in una spirale verso il basso", ha raccontato, tra gli altri testimoni, una vittima sottolineando che la propria famiglia non voleva più parlarle né vederla.

I genitori di Bollaert hanno chiesto clemenza alla corte ma è stato del tutto inutile. Ne è venuta fuori una condanna pesante. "In questo modo - ha spiegato l’accusa rappresentata dal procuratore generale della California Kamala Harris - diverranno chiare le conseguenze per chi sfrutta gli altri nel web". Quello che si è chiuso oggi è, infatti, il primo procedimento giudiziario per reati di sfruttamento nella rete.

Commenti

mariod6

Sab, 04/04/2015 - 23:28

Sembra la magistratura dell'Italia, sito aperto nel 2012, gestito fino al 2013 e processato, giudicato e condannato nel 2015. Qui da noi sarebbe forse andato al processo (se glielo avessero fatto) nel 2045 e poi avrebbe avuto altri 10 anni per ricorrere in tutti i gradi di giudizio.