Francia, governo propone procreazione assistita a donne omosex e single

Il governo francese proporrà l'estensione della procreazione medicalmente assistita gratuita a tutte le donne, anche omosessuali e single

Il governo francese proporrà l'estensione della procreazione medicalmente assistita gratuita a tutte le donne, anche omosessuali e single, come parte della revisione della normativa in materia di bioetica prevista nel 2018. Lo ha annunciato il segretario di Stato per l'uguaglianza tra donne e uomini, Marlène Schiappa, che ha assicurato che si tratta di "un impegno preso in campagna elettorale" da Emmanuel Macron e che sarà "mantenuto".


In Francia, come in Italia, le tecniche anti-infertilità sono attualmente riservate alle coppie eterosessuali. L'apertura a tutte le donne è una misura di "giustizia sociale", ha sottolineato il segretario di Stato, che aiuterà a porre fine a "una forma di discriminazione contro le donne lesbiche e non sposate" e a una "disuguaglianza" tra coloro che hanno i mezzi finanziari per ricorrere alla Pma all'estero e coloro che non li hanno. Il Comitato consultivo nazionale sulla bioetica si esprimerà a giugno dell'anno prossimo sulla nuova proposta, ma "la Francia è pronta", ha dichiarato il ministro della Sanità Agnès Buzyn.

Baby boom procreativo

In Francia un bambino su 32 è concepito senza rapporto sessuale. Secondo il rapporto annuale dell'Agenzia biomedicale francese, nel 2014 più di 25mila bambini sono nati grazie alle tecniche della procreazione assistita. L'aumento del dato fa riferimento soprattutto ai problemi di fertilità in cui si imbattono diverse coppie.

In aprile proprio il futuro presidente francese, Emmannuel Macron, si era espresso in favore all'apertura della procreazione medicalmente assistita alle donne omosessuali e non sposate.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 12/09/2017 - 16:03

abominio. Ma non è finita. Stanno già lavorando alla produzione di esseri umani in macchine. L'uomo ridotto a oggetto. La sovrastruttura ideologica è già pronta. quella tecnologica seguirà.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 12/09/2017 - 16:12

I diritti dei più deboli ormai sono merce avariata. Quelli riconosciuti invece sono solo i diritti tesi a soddisfare le paturnie e frustrazioni di pederasti e lesbiche mentre i bambini sono ridotti a "merce di consumo"! Quello poi che é più triste é sentire le solite anime belle sinistronze e non solo (purtroppo) parlare di "scelte di civiltà"! Per parte mia tolgo senza se e senza ma il prefisso "ci" e lascio solo "viltà" perché solo i vigliacchi possono abusare in questo modo del diritto naturale di un bambino ad avere un padre e una madre!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 12/09/2017 - 16:14

I diritti dei più deboli ormai sono merce avariata. Quelli riconosciuti invece sono solo i diritti tesi a soddisfare le paturnie e frustrazioni di pederasti e lesbiche mentre i bambini sono ridotti a "merce di consumo"! Quello poi che é più triste é sentire le solite anime belle sinistronze e non solo (purtroppo) parlare di "scelte di civiltà"! Per parte mia tolgo senza se e senza ma il prefisso "ci" e lascio solo "viltà" perché solo i vigliacchi possono abusare in questo modo del diritto naturale di un bambino ad avere un padre e una madre!

cir

Mar, 12/09/2017 - 18:19

ausonio , questi pazzi sono quelli che criticano il dott. MENGHELE..

vinvince

Mar, 12/09/2017 - 18:34

Facciano come cavolo vogliono ... noi abbiamo ben altro a cui pensare : la pulizia del letto dei fiumi, per esempio, mille volte più importante !!!

pianista

Mar, 12/09/2017 - 19:05

Ci sono alcuni studi che dimostrano come le madri single crescano dei figli psicotici (tra cui molti radicalizzati dell'ISIS). Per una famiglia, serve un padre ed una madre.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 12/09/2017 - 20:43

ormai tutto ciò ha stufato. vogliamo novità, vogliamo il sesso con gli animali