La Francia riprende a bombardare l'Isis: colpito campo addestramento a Raqqa

L'aviazione francese ha ripreso i raid sullo Stato Islamico. Per il ministro della Difesa Le Drian erano campi destinati a terroristi pronti a colpire in Europa

La Francia ha ripreso a bombardare lo Stato Islamico. L'aviazione francese ha colpito, nella notte, un campo di addestramento nella zona di Raqqa, formalmente la capitale del Califfato. A renderlo noto il ministro della Difesa Jean-Yves Le Drian. Il ministro ha anche spiegato che nel corso di oggi saranno possibili nuovi attacchi su obbiettivi strategici.

"Abbiamo colpito perché sappiamo che in Siria, in particolare intorno a Raqqa, vi sono campi di addestramento di combattenti stranieri la cui missione non è combattere sul campo ma arrivare in Francia e in Europa per compiere attacchi" ha spiegato Le Drian. Il primo raid di Parigi in Siria risale al 27 settembre scorso quando l'aviazione ha colpito la zona di Deir al-Zor.

Intanto nella giornata di oggi media libanesi hanno riportato la notizia che nella zona di Aleppo sarebbe stato ucciso Hossein Hamedani comandante di spicco dei Pasdaran iraniani. Il generale di Teheran stava operando nella zona come consigliere militare delle forse lealiste al fianco di Assad.