"Fuori da patto stabilità spese per antiterrorismo"

Juncker: "La Francia e altri Paesi dovranno stanziare risorse supplementari e queste non devono essere trattate allo stesso modo che le spese ordinarie secondo Patto di Stabilità e Crescita. Servono mezzi straordinari per risposte straordinarie"

Le spese sostenute dalla Francia per aumentare la sicurezza dopo gli attacchi terroristici di Parigi dovrebbero essere considerate come straordinarie nel rispetto del Patto di Stabilità e Crescita. È questa l'opinione del presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, nel corso di un dialogo con i cittadini a Bruxelles: "Siamo di fronte a gravi atti terroristici. La Francia e altri Paesi dovranno stanziare risorse supplementari e queste non devono essere trattate allo stesso modo che le spese ordinarie secondo Patto di Stabilità e Crescita. Servono mezzi straordinari per risposte straordinarie".

"Credo che si tratti di un aspetto non secondario - ha detto Juncker, che parlava a una conferenza pubblica organizzata dal settimanale francese Obs - siamo confrontati a gravi atti terroristici e la Francia, come altri paesi, dovrà prevedere mezzi supplementari per garantire la sicurezza dei suoi cittadini. Considero che questi mezzi supplementari non debbano avere lo stesso trattamento nel Patto di stabilità rispetto alle spese ordinarie: a situazioni straordinarie si danno risposte straordinarie".

È lo stesso concetto che il presidente aveva espresso parlando, il mese scorso al Parlamento europeo, delle spese eccezionali affrontate dai paesi per l’emergenza migranti. Si tratta di uno degli aspetti della "solidarietà" che la Francia ha richiesto ai partner dell’Unione, come ha sottolineato lo stesso Juncker. Per il resto, "gli altri Paesi metteranno a disposizione ciò che la Francia chiederà su un piano bilaterale".

Commenti

michetta

Mer, 18/11/2015 - 19:37

Questo, l'ha imposto Hollande ed ha fatto benissimo! Renzi, che non credera' ai propri occhi (anche perche, lui, non conta un'amata mazza, in seno all'Europa cosiddetta Unita), dovrebbe fare di necessita' virtu'. I ns. poliziotti ed i ns. militari, percepiscono stipendi di fame ed i vigili del fuoco, pure. Loro, si, che servono la Patria e gli Italiani, mentre i politici che dovrebbero pensare alle loro necessita', lasciano perfino che i loro mezzi vadano in avaria per il troppo uso incondizionato (vds. le due vetture della polizia che hanno usato i cavetti della batteria, per rimettere in moto un'altra loro vettura, in avaria, davanti a Palazzo Chigi).

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 18/11/2015 - 19:44

non sto nemmeno a commentare sto cxxxxxxe, vado direttamente in questura ad autodenunciarmi per offese gravissime a pubblico idiota, minacce e istigazione allo sterminio

Klotz1960

Mer, 18/11/2015 - 20:08

Le opinioni di questo fallito contano meno di zero. Sta solo cercando di far finta di autorizzare quello che la Francia ed altri Paesi membri hanno gia' deciso. Figuriamoci se dobbiamo chidete il permesso di questo ciarlatano per difenderci.

Anonimo (non verificato)

Giampaolo Ferrari

Mer, 18/11/2015 - 20:28

Questa europa fatta per paura di conflitti tra popoli europei non doveva fare per prima cosa un esercito unico europeo???? con la gerarchia di comando??poi tutto il resto???Se andiamo oggi a votare dell'europa rimane forse la bandiera e una bella storia da raccontare una favola.INCOMPIUTA ma sempre favola.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 18/11/2015 - 21:09

Cio vuol dire che per noi non sara possibile usufruirne, perche come da tempo va CIANCIANDO FROTTOLO ed il suo degno COMPARE da Agrigento, I TERRORISTI NON ARRIVANO SUI BARCONI!!! Quindi noi di TERRORISTI in Italia NON NE ABBIAMO!!!lol lol. Pax vobiscum.

jeanlage

Mer, 18/11/2015 - 22:29

A parte l'idiozia insita nel patto di stabilità che ha reso instabile tutta l'Europa, è meno stupido levare dal patto di stabilità le spese per combattere i terroristi, piuttosto che quelle per importarli con cretine missioni in mare.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mer, 18/11/2015 - 22:50

Questo p.d.m. indagato in ogni senso, imposto e non votato presidente UE ha l'impudenza di obbligarci a spendere oltre il 3% per rimediare al casino che lui e i suoi lacché hanno scatenato. Io dico di spendere quelle somme per il sociale, l'educazione e la ricerca scientifica in Italia e cammuffare il tutto come lotta al "terrorismo". Sono stufo di pagare tasse per le loro guerre del petrolio!