Dopo il furto, ladro si giustifica: "Ho chiesto i soldi gentilmente"

Ha rapinato una banca con una nota presentata al cassiere, riprendendo tutto con il cellulare e pubblicando il video su Instagram. Arrestato dalla polizia, Dominyk Antonio Alfonseca si è giustificato dicendo che la richiesta dei soldi è stata gentile, non può dunque configurarsi alcun reato

Ha puntato sulla carta della gentilezza Dominyk Antonio Alfonseca che, dopo aver compiuto una rapina in una banca e aver pubblicato il video ripreso da lui stesso durante l’azione avvenuta lo scorso lunedì, ha tentato di giustificarsi dicendo che il tutto sarebbe accaduto in seguito a una sua cortese richiesta al cassiere.

Alfonseca, 23 anni, ha raccontato a WAVY come non abbia mai formalmente minacciato l’impiegato della TowneBank di Virginia Beach, ma solamente mostrato una nota scritta a mano in cui richiedeva gentilmente di ricevere 150.000 dollari. Il cassiere, secondo le sue parole, avrebbe accolto la sua richiesta terminando l’incontro con un sorriso. Il biglietto, fotografato e pubblicato subito dopo su Instagram insieme al video della rapina, riportava la frase «ho bisogno di 150.000 dollari in questo momento! Per favore. La polizia impiega 3-4 minuti per arrivare. Apprezzerei molto se suonasse l'allarme un minuto dopo essermene andato… fai che il denaro non vada in fumo durante la fuga». In sua discolpa, il ragazzo - un rapper di professione - ha provato a difendersi durante un colloquio con la stampa nella prigione cittadina in cui è stato prontamente condotto dalla polizia locale: «Sono andato, ho consegnato una nota e ho davvero chiesto con gentilezza. Una rapina significa esigere, andare, richiedere qualcosa con la forza e prendere i soldi o qualsiasi altra cosa simile. Io non l’ho fatto».

Arrestato dopo soli 20 minuti dalla rapina con una borsa da palestra piena di contanti, Alfonseca è ora in attesa del processo che si terrà il prossimo 12 giugno.