G20, Theresa May resterà seduta durante l'inno dell'Unione europea

Quando oggi alla fine del G20 verranno suonate le note dell'Inno alla Gioia, scelto come l'inno dell'Unione europea, la premier britannica Theresa May resterà seduta

Theresa May resterà rigorosamente seduta mentre suoneranno le note dell'inno dell'Unione europea al termine del G20.

Lo anticipa l'Independent. Secondo il quotidiano britannico, questa sera alla fine della cena dei leader mondiali, gli organizzatori del vertice, ospitato ad Amburgo, hanno intenzione di suonare l'Inno alla Gioia di Beethoven, che è stato adottato come inno ufficiale dell'Europa fin dal 1972.

In questo modo si creerebbe una situazione potenzialmente imbarazzante per la prima ministra inglese che si ritroverà circondata dagli eurocrati, tra i quali il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e la cancelliera tedesca Angela Merkel.

La stampa inglese, infatti, ha già anticipato che Theresa May rimarrà seduta durante la nona sinfonia di Ludwig van Beethoven. Il suo portavoce ha commentato la scelta della Germania di far suonare l'inno europeo davanti alla premier britannica dicendo che "è un brano molto famoso e amato".

La leader dei Tories ha iniziato i negoziati della Brexit, a un anno dalla vittoria dei "leave", sulla difensiva dopo l'inaspettata batosta elettorale dell'8 giugno che le ha fatto perdere la maggioranza del Parlamento.

Durante il G20, oltre agli incontri con i leader mondiali, sono previsti anche degli incontri tra May e i leader europei di Francia, Germania e Italia.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 08/07/2017 - 21:16

Il rispetto non ha niente a che vedere con il Brexit, in genere si rispettano anche gli inni stranieri e per ora il Regno Unito e ancora dentro l'unione... patetico Miss May ... Eurocrati: titolo dispregiativo per i funzionari europei non si applica a Merket e neppure a junker e tusk che sono politici e non amministratori ...

Agev

Lun, 10/07/2017 - 10:27

Anche Ludwig Van Beethoven si rigira nella tomba e non solo. Gaetano