G7, sgarbo di Trump agli alleati. Una scusa per andare via prima

Il presidente Usa Donald Trump lascerà il summit del G7 in Canada prima della fine dei lavori. Un vero e proprio schiaffo agli alleati. La motivazione ufficiale (il vertice a Singapore con Kim Jong-un) non regge: l'incontro, a Singapore, è il 12 giugno

Il vertice del G7 in Canada si preannuncia esplosivo. Tanti i dossier in agenda e inevitabile lo scontro su diversi temi, a partire dai dazi (su acciaio e alluminio) decisi dall'amministrazione Trump, contro Ue, Canada e Messico. Vedremo come andrà a finire e cosa verrà fuori dal summit. Una cosa è certa: a un certo punti, più o meno a metà dei lavori, Trump si alzerà dalla sedia e se ne andrà. Perché? Ufficialmente il motivo è questo: deve partire per Singapore, dove il 12 giugno ha in programma il vertice con il leader nordcoreano Kim Jong-un. Un faccia a faccia davvero importante e storico. Il problema, però, è che l'incontro è fissato per il 12 giugno e il G7 è in programma l'8 e il 9 giugno. Tenuto conto che l'incontro con Kim non è il giorno dopo e che l'aereo del presidente può volare ininterrottamente, senza scalo, la motivazione addotta pare incomprensibile. Tenuto conto anche che mai prima di ora un leader mondiale ha lasciato un G7 prima della fine dei lavori, se non altro per una questione di rispetto verso gli altri presidenti e capi di governo.

Ma non è che Trump abbia volutamente pianificato questa uscita anticipata dal summit canadese per evitare un accerchiamento? Lo scontro sui dazi, infatti, si preannuncia molto teso, ed è molto probabile, anzi scontato, che gli Stati Uniti saranno isolati. Tutti contro Trump, dunque, a eccezione dell'Inghilterra (sempre più lontana dall'Europa), e forse anche del Giappone. Vedremo cosa dirà il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte, se sceglierà di mantenersi allineato ai paesi dell'Ue oppure sceglierà una posizione meno rigida nei confronti degli States.

Un altro motivo che potrebbe essere alla base della mossa di Trump è questo: con la sua partenza anticipata il presidente Usa non parteciperà ai lavori del G7 sul cambiamento climatico. Siccome le sue posizioni sono note, Trump eviterà un altro sicuro terreno di scontro. Vedremo come reagiranno gli altri Paesi. Alla fine il vertice potrebbe conckludesi senza la firma finale. Un buco nell'acqua.

Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 08/06/2018 - 11:03

penoso, indecoroso, pietoso, e possiamo continuare.

ILpiciul

Ven, 08/06/2018 - 11:08

Grande anzi, immenso! "Risparmiaci, siamo solo delle pulci". Spero solo che trovi il tempo (lo troverà senz'altro, gliela detto SB) di incontrare il nostro nuovo Presidente del consiglio dei ministri. Possiamo metterci comodi, il vero spettacolo sta per cominciare.

Ritratto di maurofe

maurofe

Ven, 08/06/2018 - 11:30

Isolare l'America e poi vediamo cosa combinano .... non si può vivere tutta l'eternità per riconoscenza ed accettare ogni ingerenza, sopruso o prepotenza .....

Albius50

Ven, 08/06/2018 - 11:54

Ha ragione ormai il G7 è solo una MESSA IN SCENA MONDIALE che genera il NULLA.

nopolcorrect

Ven, 08/06/2018 - 12:06

Dobbiamo essere sempre più vicini agli Stati Uniti di quanto lo siano Francia e Germania anche se, naturalmente, non potremo mai avere la relazione speciale del Regno Unito.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Ven, 08/06/2018 - 12:14

Gentile dottor Raffaello, che titolo? Suvvia! In quale casa comanda la servitù ed il padrone serve a tavola? Non è che dobbiamo ritenere che la kanzlerin Angela signora Merkel sia il padrone? An suo pacimento, o dottore, ci erudisca! È vero ben altra attenzione la Redazione riserva ai personaggi teutonici ed alle loro iniziative offensive verso il bel paese! Sereno anno ... Libertà o cara

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 08/06/2018 - 12:38

Trump fa benissimo ad evitare chi mena il torrone dei dazi, perché i certi componenti di certi fondamentali dispositivi elettronici sono prodotti solo in Cina, dunque per rompere lo strategico e militarmente pericoloso monopolio, bisogna restituire la produzione all'occidente, anche tassandone l'importazione onde rendere remunerativa la produzione e scongiurare lo strozzo tecnologico.

rudyger

Ven, 08/06/2018 - 12:40

Trump ha sparigliato le carte a tutti i buffoni servi dei vari Soros e &. Il trattato di Kyoto è solo una furbata. Il WTO una paraculata. Trump ha visto giusto. Fa bene a mettere i dazi. Chi controlla la Cina il suo ambiente climatico, ed ai suoi commerci ? Chi ha dato la possibilità alla Cina di essere la cassaforte degli USA ?

alberto_his

Ven, 08/06/2018 - 12:47

Coda di paglia. Ma bene così: la crepa si allarga

tonipier

Ven, 08/06/2018 - 12:51

" I DANNI SOCIALI DETERMINATI DALLA POLITICA SUBDOLA DEGLI STATI UNITI D'AMERICA" La diffusione in Europa del confermismo pregmatista che si identifica con l'americanismo più insulso, ha segnato la morte delle ideologie e l'avvento del primato della economia sulla politica. La morte delle ideologie è stata assecondata dalla diffusione della pratica del consumismo statunitense che si incentra nel culto del ventre e contribuisce in tal modo alla attualizzazione in senso deteriore del modello dell'uomo che aspira a guadagnare per poter consumare e consuma sollazzandosi nel brago della ingordigia, nella desolazione di una puramente VEGETATIVA.

Ritratto di Quasar

Quasar

Ven, 08/06/2018 - 13:15

Ma i G7 sono i padroni del mondo ? Perche' non G20 almeno ?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 08/06/2018 - 13:31

Caro tonipier, è giusto che il lavoro prevalga sui branco di mafiosi comunisti che lo sfruttano. Ovvero, giusto è che l'economia prevalga sulla politica democrat. Infatti economia significa poter lavorare in pace senza essere derubati.

donzaucker

Ven, 08/06/2018 - 14:23

Cafone e idolo dei cafoni.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 08/06/2018 - 15:15

Trump si deve preparare adeguatamente all'incontro con ciccio kim. Ha saputo che partecipera' anche la sorellina....

ESILIATO

Ven, 08/06/2018 - 15:29

Ha perfettamente ragione, invece di partecipare personalmente doveva mandare Pence. Il G7, senza la Russia conta come il due di picche. Perche andare a perdere tempo ad una riunione di "MACCHIETTE" quando deve prepararsi per un incontro vitale all sicurezza asiatica. Il G7 va bene per Renzi e la Mogherini che sono dei perditempo.

ILpiciul

Ven, 08/06/2018 - 15:30

Meglio cafone populista che forbito élitista. Va bene così?

greg

Ven, 08/06/2018 - 15:33

Io vorrei capire per quale motivo Trump debba essere criticato anche se, dopo avere bevuto una Coca Cola, gli scappa un ruttino. Il G7 si svolge fra oggi e domani, 9 giugno. Trump se ne va prima del termine del vertice, e lo farei anch’io. Ciò che va a discutere è la fine della contrapposizione tra Corea del Nord, USA e Corea del Sud che avviene dopo che per 65 ANNI lungo il 38° paralello è successo di tutto, comprese le bombe atomiche e le eterne minacce agli USA, anche colpevoli di avere favorito lo sviluppo economico della Corea del Sud. A me pare evidente che Trump voglia avere qualche giorno di tempo per riesaminare con calma le carte. E' Trump che sta lavorando per la pace in estremo oriente, non il fighetto Trudeau, l'imberbe Macron, la prepotente Merkel, tanto meno il pupazzo Conte. Ormai Trump deve essere criticato a prescindere, anche perché ha rovinato l’ascesa al potere della sinistra in USA. Trump pensa alla sua Patria. E fa benissimo