Gb, caccia al "killer di gatti": decine di casi in pochi mesi

Il copione è quasi sempre lo stesso: gli animali vengono decapitati con una brutalità senza precedenti. Decine di vittime feline in poche settimane

Per gli abitanti della zona di Croydon è diventata una vera e propria ossessione, una paura che non li lascia dormire la notte. Tanto che anche la blasonata Bbc si è messa sulle tracce del "killer dei gatti" che sta terrorizzando i paesini a sud di Londra. Nel giro di pochi mesi l'assassino ha, infatti, causato decine di vittime feline, quattro delle quali solamente nella settimana che si è appena conclusa.

Il copione è quasi sempre lo stesso. Gli animali vengono decapitati. E la brutalità con cui il killer giustizia le prede sta mandando nel panico i possessori di gatti di tutta l'Inghilterra meridionale e della periferia della Grande Londra. L'ultima vittima si chiamava Snarl, era un gatto "ginger", dal pelo rosso. La Bbc ha descritto la disperazione dei suoi padroni dopo che il corpo della bestiola è stato ritrovato nel giardino di casa lo scorso fine settimana. Diverse associazioni di volontariato e la polizia hanno chiesto ai cittadini di rimanere in allerta e di cercare di tenere i propri compagni domestici dentro casa. Sul fatto indaga da settimane anche Scotland Yard, finora senza alcun risultato e senza aver prodotto alcun identikit dello sterminatore di gatti.

Mappa