Gb, suora sepolta a testa in giù: "Immorale ed amante del sesso"

Scoperto ad Oxford un particolare tipo di tumulazione riservato alle sorelle peccatrici, che avevano condotto una vita immorale

In un sito archeologico nei pressi di Oxford, è stato ritrovato lo scheletro di una suora sepolta a testa in giù. Secondo gli studiosi, infatti, questo particolare tipo di tumulazione era riservato alle sorelle peccatrici, che avevano condotto una vita immorale e che "amavano il sesso". Come riporta il Mirror, le ossa avrebbero tra i 600 e i 900 anni. Gli scavi si trovano vicino a un convento, che secondo gli archeologi sarebbe stato chiuso intorno al 1500 proprio a causa della condotta della suora.

La sepoltura prona a testa in giù veniva riservata alle peccatrici che violavano il voto di castità e a quelle che si macchiavano di stregoneria. "La suora - spiega Paul Murray, l'archeologo che ha condotti gli scavi - era sepolta nei pressi della chiesa, quindi probabilmente era unapersona importante che aveva peccato". Nel sito sono stati ritrovati circa 100 scheletri.

Commenti
Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Sab, 30/05/2015 - 14:40

Se, esaminando autopticanente lo scheletro, si scoprisse che queste suorine fossero state sepolte a testa in giù ma anche vive, non mi stupirei più di tanto!..

Raoul Pontalti

Sab, 30/05/2015 - 18:03

La sepoltura a faccia in giù ossia con salma deposta in posizione prona (non facciamo incrociamenti con i simoniaci nell'inferno dantesco...) conseguiva nell'alto medioevo a condanna ed esecuzione per reati gravi come veneficio, assassinio, stregoneria. Una società sessuomane come quella europea attuale naturalmente deve pensare a motivi sessuali. Incomprensibile l'affermazione che il convento sarebbe stato soppresso circa nel 1500, vuoi perché così si conoscerebbe l'identità di questa suora che comunque doveva essere di rango elevato, vuoi perché la soppressione sarebbe avvenuta almeno un secolo dopo la morte, ciò che non sta in piedi, nemmeno se si fosse trattato di una superiora. Se la morte risale ad epoca ancora più antica (900 anni fa come si legge) non può trattarsi di suora ma di monaca e la struttura di residenza era il monastero e non il convento.