Gb, la visita di Trump non più di Stato ma di lavoro

L'indiscrezione dell'Evening Standard: per evitare imbarazzanti contestazioni, la prevista visita di Donald Trump nel Regno Unito non sarà più di Stato, ma semplicemente di lavoro

Nessun ripensamento. Il Regno Unito accoglierà Donald Trump ma non "ufficialmente". Cosa vuol dire? L'attesa visita del presidente Usa in Gran Bretagna non sarà più "di Stato", ma semplicemente "di lavoro". E molto probabilmente rientrerà in un tour più ampio che il presidente Usa farà in più Paesi, come già avvenuto in occasione del G7 a Taormina. Lo scrive il quotidiano Evening Standard, spiegando che proprio a causa di questo "declassamento" Trump non sarà più ospite della regina Elisabetta, come invece previsto dal protocollo delle visite di Stato.

La premier britannica Theresa May invitò Trump nel corso di una sua visita alla Casa Bianca lo scorso gennaio. Da allora, però, a Londra sono montate le polemiche, con la minaccia di pesanti contestazioni contro il presidente Usa. Questa antipatia anti Trump prima ha trovato sfogo attraverso una petizione online, che chiedeva la cancellazione della visita (raccolta firme che ha ottenuto centinaia di migliaia di adesioni). A unirsi a chi chiedeva la cancellazione dell'evento, lo stesso sindaco di Londra, Sadiq Khan, contrario a stendere il "tappeto rosso" in onore del presidente americano.

La premier May non ha voluto commentare le indiscrezioni dell'Evening Standard, limitandosi a dire che la sua posizione sulla visita di stato di Trump non è cambiata. L'invito, ha confermato la May, è stato accettato dal presidente Usa, ma nessuna data è ancora stata fissata.

Commenti

dagoleo

Mer, 11/10/2017 - 14:59

Quell'islamico sindaco di Londra che si permette di decidere se mettere il tappeto rosso a Trump o meno. Ma sul tappeto salici tu, e volatene via verso la tua terra d'origine.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 11/10/2017 - 18:18

dagoleo: se si permette vuol dire che se lo può permettere!