Germania, gli attacchi che hanno insanguinato l'estate

L'attentato di Berlino, che ha visto un camion schiantarsi sulla folla di un mercatino natalizio e causare la morte di almeno 9 persone ed il ferimento di 50, è l'ultimo episodio di violenza che ha insanguinato la Germania, in particolare quest'estate

L'attentato di stasera a Berlino, che ha visto un camion schiantarsi sulla folla di un mercatino natalizio e causare la morte di almeno 9 persone ed il ferimento di 50, è l'ultimo episodio di violenza che ha insanguinato la Germania, in particolare quest'estate.

Il 18 luglio un profugo pakistano ferì 4 persone su un treno vicino a Wuerzburg prima di essere eliminato dalla polizia. Il 22 luglio a Monaco di Baviera il 18enne David Sonbody tedesco-iraniano, depresso sotto trattamento farmacologico, spara con una pistola contro un gruppo di persone in un centro commerciale. Uccide 9 persone e ne ferisce 25 prima di suicidarsi. Il 24 luglio un kamikaze profugo siriano che aveva appena giurato fedeltà ad Isis, Abu Mohammad Daleel, fece esplodere uno zaino imbottito di esplosivo ad Ansbach in Baviera ferendo 15 persone. L'unica vittima fu Daleel. Lo stesso giorno un altro profugo siriano, armato di coltello a Reutlingen uccide una collega, una donna polacca incinta e ferì altre due persone prima di essere neutralizzato da un passante che lo investì con l'auto.