Germania, il tunisino arrestato preparava un'arma biologica

Scoperti nell'appartamento del tunisino Saifallah H. mille semi di ricino da cui si può estratrre una rossina che per l'uomo è letale. La Germania adesso è in allerta

Uno scenario inquietante quello scoperto dagli agenti della polizia a Colonia, in Germania. Il tunisino arrestato nella giornata di ieri "è fortemente sospettato di aver voluto deliberatamente produrre un'arma biologica".

Lo rende noto in una dichiarazione ufficiale la stessa procura federale di Karlsruhe. Nell'appartamento dell'uomo, tale Saifallah H., sono stati trovati mille semi di ricino. Da questi semi è possibile estrarre una proteina tossica che risulta letale per gli uomini anche in quantità molto minime. Mille semi equivalgono, in sostanza, a una potenzia arma batteriologica.

Secondo gli inquirenti esistono indizi "concreti della pianificazione di un attentato". Non solo, ma a detta della procura, si tratterebbe del "maggior potenziale pericolo" mai sventato in tutta Europa. Una minaccia che è stato possibile sventare grazie all'allarme lanciato dall'intelligence americana,

La Central Intelligence Agency (Cia) monitora costantemente gli acquisti di materiale potenzialmente utilizzabile come arma. Fra questi, anche gli acquisti dei semi di Rincinus comunis. La Cia ha immediatamente avvertito la polizia federale tedesca ed è scattato il blitz. I poliziotti, entrati per perquisire l'appartamento, hanno trovato i semi e arrestato immediatamente il 29enne tunisino.

Adesso la polizia sta cercando di capire due questioni: se il tunisino fosse legato a una rete terrorista di matrice islamica e soprattutto se fosse in procinto di passare all'azione. Le indagini sono all'inizio, ma per l'intelligence e le forze di sicurezza, il dossier ha la massima priorità. La Germania è già stata colpita più volte dal terrorismo islamico. Ma questa scoperta del potenziale ordigno biologico getta un'ombra inquietante su tutto il panorama criminale tedesco. Mai si era raggiunto un tale livello di pericolo. Se fosse passato all'azione, Saifallah avrebbe potuto compiere una strage.

Commenti

sfn65

Gio, 14/06/2018 - 17:30

Le forze di polizia tedesche sono incapaci!!!Un paio di anni fa a Monaco un ragazzino ha tenuto sotto scacco tutta Monaco per un giorno intero!!!

Cesare007

Gio, 14/06/2018 - 18:33

Tanto per chiarire, la ricina è un'arma chimica e non biologica. Complimenti.

rpn11

Gio, 21/06/2018 - 16:08

Buon pomeriggio, per chiarire, la ricina puo' essere usata impropriamente come arma biologica, come scritto nell'articolo. Non può essere definita arma chimica. La ricina è una tossina formata da due peptidi, ed è quindi una proteina. Forse il termine improprio usato nell'articolo è arma batteriologica. Con questo termine si indica un'arma biologica che utilizza batteri, un esempio noto è Bacillus anthracis.