Gerusalemme, aggressione al gay pride: 6 accoltellati

Gli aggressori erano armati con coltelli e proprio durante il corteo hanno cominciato a colpire alcuni partecipanti della manifestazione

Tensione e paura al gay pride di Gerusalemme. Sei partecipanti alla parata sono stati feriti da due uomini armati di coltelli che sono stati subito neutralizzati e fermati dalla polizia. A giudicare dal loro aspetto, gli assalitori sembrano
ebrei ortodossi. Lo riferisce la polizia di Gerusalemme. Le condizioni dei feriti non sono ancora note. Gli aggressori erano armati con coltelli e proprio durante il corteo hanno cominciato a colpire alcuni partecipanti alla manifestazione.

La portavoce della polizia, Luba Samri ha riferito che uno degli aggressori "si sospetta"sia un ebreo ultra-ortodosso. La parata dei Gay Pride è stata preceduta da forti tensioni tra l'opinione della maggioranza della popolazione, secolarizzata, e la minoranza ultra-ortodossa, contraria all'esibizione pubblica dell'omosessualità. Nei giorni scorsi infatti la polizia locale aveva temuto che ci potessero essere scontri. E la prfezia purtroppo si è avverata. Adesso gli aggressori dovranno rispondere dell'accusa di tentato omicidio. "È un evento molto grave. I responsabili saranno puniti con rigore. Le libere scelte di ciascun individuo sono uno dei valori base in Israele. Dobbiamo far sì che tutti in Israele possano vivere in piena sicurezza, quali che siano le loro scelte", ha affermato il premier israeliano Benyamin Netanyahu. La persona arrestata a Gerusalemme per aver accoltellato sei persone al Gay Pride è la stessa che aveva accoltellato altre quattro persone alla stessa parata del 2005. Si tratta di un ebreo ultraortodosso, Yishai Schlissel, rilasciato tre settimane fa dopo una condanna a 12 anni di carcere. Lo ha detto un portavoce della polizia israeliana alla Bbc.

Commenti

vince50

Gio, 30/07/2015 - 18:38

Se fossero gay seri,non penserebbero neppure di spettacolarizzare la loro condizione.Però siccome oltre ad essere gay(c***i loro!!),sono schifosamente volgari esibizionisti,meritano ampiamente di NON essere rispettati.

cgf

Gio, 30/07/2015 - 18:49

come voler far la via crucis tra l'ottavo e il tredicesimo giorno del mese di Dhu l-hijjah attorno la Ka'bah e lamentarsi perché non te la fanno fare... kattivoni!

Linucs

Gio, 30/07/2015 - 19:37

"Sembrano" ebrei ortodossi. Sono molto simili ai samurai dell'antico Giappone, è facile confondersi. La prassi prescrive di minimizzare quando c'è in gioco il buon nome di chi paga e/o ricatta.

pinolino

Gio, 30/07/2015 - 23:32

@vince50, pensiero molto simile alla sentenza di assoluzione per gli stupratori di Firenze dove il colpevole è stato individuato nel modo di essere e nel vissuto della ragazza stuprata. In pratica il gay con le piume di struzzo e la ragazza con la minigonna sono gente che se la vanno a cercare.

Totonno58

Ven, 31/07/2015 - 00:05

Anche tra gli ebrei ortodossi ci sono molti malati psichici

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Lun, 03/08/2015 - 04:08

sono certo che molti sono dalla parte di chi si oppone a queste carnevalate disgustose dove un minoranza di "deviati" vuole imporre ai più la propria aberrante condizione. Ma si sa che dietro i gay- prides c'è un mercato e che la morale conta nulla in nome di una libertà contro natura.

Totonno58

Mar, 04/08/2015 - 09:18

giuseppe zanandrea...intanto diano l'ergastolo a quell'assassino poi, davanti ad un caffè freddo, ci parlerà dei suoi gusti....

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 20/11/2015 - 21:19

Ogni tanto una buona notizia Molice Linyi Shandong China

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 20/11/2015 - 21:24

Da queste parti lo stupro singolo o collettivo viene punito con la pena di morte. Sono sempre piu' felice di aver abbandonato quel disgraziato paese. Molice Linyi Shandong China