Giudici Usa: "Maduro possiede immobili di lusso a Manhattan"

Le accuse avanzate dai giudici statunitensi a carico del capo dello Stato bolivariano hanno di fatto contribuito a esasperare il già avvelenato clima politico venezuelano

I magistrati americani hanno di recente individuato, nel territorio federale, un “ingente patrimonio immobiliare” riconducibile al presidente venezuelano Nicolás Maduro.

Alcune Corti distrettuali della Florida e dello Stato di New York hanno infatti accertato, a detta dei media statunitensi, la presenza nella “Grande mela” di diverse unità abitative “di lusso” di proprietà del politico chavista. In base agli accertamenti condotti dai tribunali in questione, il leader di Caracas avrebbe acquistato con i “soldi del bilancio venezuelano” ben “sette appartamenti” a Manhattan. Il valore complessivo di questi ultimi sarebbe “superiore a 40 milioni di dollari”.

Maduro, attualmente alla guida di un Paese stremato da una forte crisi economica, avrebbe incaricato un “prestanome” di sottoscrivere i contratti di acquisto delle sette unità abitative newyorchesi. La persona inviata nella “Grande mela” dal leader di Caracas sarebbe Raul Gorrin, imprenditore venezuelano nel settore delle telecomunicazioni nonché “strenuo sostenitore” della leadership bolivariana.

I magistrati Usa sostengono che gli appartamenti a Manhattan, acquistati grazie a “denaro stornato dalle casse del Paese sudamericano”, verrebbero utilizzati sia dai “familiari di Maduro” sia da “alti funzionari della nomenklatura chavista”. I media americani hanno quindi ventilato un “imminente sequestro” dei sette immobili da parte degli inquirenti federali.

Le accuse avanzate dai giudici statunitensi a carico del capo dello Stato bolivariano hanno di fatto contribuito a esasperare il già avvelenato clima politico venezuelano. Lo scandalo degli appartamenti di lusso ha infatti indotto diversi membri del partito socialdemocratico Voluntad Popular, del quale è esponente Juan Guaidó, ad accusare la leadership chavista di “indegnità morale”. Ad esempio, il deputato Armando Armas ha preso spunto dalle indagini condotte negli Usa circa il “patrimonio immobiliare segreto” di Maduro per accusare quest’ultimo di “togliere risorse al popolo per fare la bella vita a New York”.

Commenti

cgf

Mer, 13/02/2019 - 12:47

da bravo komunista, pardon bolivariano, ascoltate quello che dico e non guardate quello che faccio/indosso. Che ora è? ops, ho preso il Rolex che avrei dovuto mandare in Svizzera a riparare.

dagoleo

Mer, 13/02/2019 - 13:45

Che cosa ti potevi aspettare da un sinistrato? Nulla di diverso da quello che è emerso.

lorenzovan

Mer, 13/02/2019 - 14:08

e probabilmente mangia crudi i bambini da buon comunista

brob67

Mer, 13/02/2019 - 14:21

ricordo che agli inizi degli anni 90 i giornali riportarono la notizia, anche in quel caso certa ma non ufficiale né basata su alcunché, che l'ex premier Craxi avesse trafugato la bellezza di 40.000 miliardi di vecchie lire. ad oggi non mi pare siano stati rinvenuti né che i figli ne abbiano o ne stiano beneficando in alcun modo. evidentemente l'arma delatoria ha sempre successo e trova sempre i polli giustizialisti che credono a tali butade solo perché vogliono farlo.... prima si comincia a mettere in cattiva luce la persona e poi la si addita come truffatore , ladro, depravato etc. basterebbe usare il cervello per capire che proprio in questi casi nemmeno delle prove apparenti (ricordate la fialetta all'antrace di Powell?) ritenute inconfutabili o quasi sono da ritenersi attendibili. occorre valutare l'interesse sottostante….e chi ne trae giovamento. comunque una simile notizia è ben poco credibile, in quanto priva di senso: perché a Manhattan?

cir

Mer, 13/02/2019 - 18:07

brob67 : normale che sia cosi.... poi gli yankees sono degli specialisti per accusare governi che non si lasciano rubare il petrolio tanto necessario agli USA. basta vedere la fine di SADDAM HUSSEIN, GHEDDAFI ,CUBA , KIM , ma quello che maggiormente spaventa sono i paesi che si inchinano alle loro accuse..

Divoll

Mer, 13/02/2019 - 20:16

Qualsiasi cosa dicano gli Usa (parte ultra-interessata), io non ci credo piu'. Avevano anche detto che Saddam aveva le armi di distruzione di massa (mai trovate), che Assad gasava il suo popolo (invece era Isis), che Gheddafi distribuiva viagra ai suoi soldati per violentare le donne (mai successo)...

Divoll

Mer, 13/02/2019 - 20:19

Perche', Trump e' un poveraccio? Ma poi, qualunque cosa possieda Maduro, rimane sempre la questione delle leggi internazionali, dell'inviolabilita' della sovranita' e del diritto di un popolo di scegliersi da solo chi vuole come leader. Sostenere oggi un golpista significa rischiare di avere un golpe in casa nostra domani (e i poteri che odiano Salvini non aspettano altro).

cgf

Mer, 13/02/2019 - 20:25

scusate... ma avete idea di quanto fossero 40mila miliardi di lire nei primi anni 90? Praticamente un terzo di tutto il fatturato mondiale dell'intero gruppo IRI del '93, il top per quei anni, poi cominciò il declino. Possibile che sia rimasto nulla? Vedendo Stefania e Bobo, i figli ed anche altri stretti collaboratori come vivevano allora e vivono oggi... possibile sia rimasto nulla? NON STO DICENDO CHE FOSSE UN SANTO, dico solo che prima di sparare grosso...

alox

Mer, 13/02/2019 - 23:54

La scoperta dell'acqua calda: ma dove credete che scappa il nanetto Putin in caso di guerra? In Siberia?...Ha case e ville in tutto l'Occidente: poveri Russi.

Ritratto di Evam

Evam

Gio, 14/02/2019 - 01:03

I venezuelani sono troppo buoni e ingenui. In Romania, nel'89 uno così lo hanno sistemato a dovere e nell'unico modo possibile. Ma questo forse raggiungerà prima le destinazioni e i conti che si è costruito distruggendo il paese. Beni mobili e immobili che ha piazzato nel resto del mondo alla bisogna sin da subito della sua ascesa al potere.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 14/02/2019 - 10:41

"Maduro possiede immobili di lusso a Manhattan"..come un qualsiasi saviano o veltroni..è proprio vero che i sinistroidi non hanno fanrtasia..