Dal giuramento ai balli: ecco la cerimonia di insediamento americana

Giuramento, discorso inaugurale, pranzo, parata e infine balli: ecco la simbolica cerimonia di insediamento

La 58esima inaugurazione presidenziale nella storia degli Stati Uniti prenderà vita quest'oggi a mezzogiorno ora locale (le 18 in Italia) con Donald Trump che giurerà come 45esimo presidente.

Una cerimonia simbolica che si ripete secondo passaggi codificati: giuramento, discorso inaugurale, pranzo, parata e infine balli. Saranno presenti centinaia di migliaia di persone a Washington D.C., molti anche per protestare contro il nuovo presidente. Per il primo insediamento di Barack Obama arrivarono in 2 milioni, le stime stavolta prevedono un numero pari al suo secondo insediamento, 700/800mila persone: saranno assiepati lungo il National Mall per godersi lo spettacolo.

Il giuramento di Trump avverrà sul West Front del Campidoglio e sarà dopo quello del vice presidente Mike Pence. Poi il presidente pronuncerà il suo messaggio alla nazione che dovrebbe dare l'impronta del suo mandato.

Il più lungo discorso inaugurale mai tenuto fu quello di William Henry Harrison, il presidente che è rimasto meno alla guida degli Stati Uniti. Il più breve, quello del secondo mandato di George Washington, nel 1793: 135 parole appena. Trump ha già detto che seguirà lo stile di Washington. Secondo la stampa americana, vi ha lavorato anche durante le vacanze natalizie. Secondo altri, glielo ha scritto invece Stephen Miller, il 31enne californiano, nel passato consigliere del prossimo ministro della Giustizia Jeff Sessions autore dei principali discorsi di Trump nel 2016, compreso quello alla Convention repubblicana.

Successivamente ci sarà il pranzo in Campidoglio e subito dopo la sfilata sulla Pennsylvania Avenue dal Campidoglio fino alla Casa Bianca, con in testa alla fila Trump accompagnato da Melania. I balli di insediamento chiuderanno la giornata ma la coppia presidenziale parteciperà solo a due serate di gala oltre a un evento in onore i soldati e "first responders", a differenza degli Obama che nel 2009 parteciparono a 10 balli ufficiali.

Presenti alla cerimonia saranno anche l'ex presidente Bill Clinton e sua moglie, l'ex candidata alla presidenza, Hillary. George W. Bush presenzierà insieme alla moglie Laura. Ci sarà ovviamente anche Barack Obama, che come da tradizione assisterà alla cerimonia, prima di passare il testimone. Dal 1977, il presidente uscente e l'ex first lady lasciano la zona in elicottero.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 20/01/2017 - 13:02

E così sia.