Gran Bretagna, Regina Elisabetta: "Referendum su Ue entro il 2017"

"Un referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Ue si svolgerà entro il 2017". Lo ha confermato la Regina Elisabetta leggendo il discorso programmatico del premier britannico David Cameron in apertura della sessione parlamentare

"Un referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Ue si svolgerà entro il 2017". Lo ha confermato la Regina Elisabetta leggendo il discorso programmatico del premier britannico David Cameron in apertura della sessione parlamentare. Nel frattempo il governo rinegozierà i termini della partecipazione britannica all’Unione, "a beneficio di tutti i membri dell’Ue".

"Prima del referendum rinegozieremo la nostra relazione con l’Ue con l’obiettivo di giungere ad una riforma dell’Ue a beneficio di tutti gli Stati membri dell’Ue", ha affermato la regina. Poi Elisabetta ha confermato l’intenzione del governo di "elaborare una legge in vista di un referendum sull’appartenenza della Gb all’Ue entro il 2017", senza dare maggiori dettagli. Il Queen’s Speech è rivolto a creare "sicurezza e opportunità" per il Regno Unito, ha affermato David Cameron intervenendo alla Camera dei Comuni dopo il discorso della regina tenuto da Elisabetta II alla Camera dei Lord. Il primo ministro ha riaffermato il desiderio di rendere più forte un Paese "che sostiene le persone che lavorano duramente e che vuole restare unito".

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 28/05/2015 - 12:26

Del referendum, certo che dispiacerebbe se l'UK lasciasse la Comunità, non solo per il suo esempio di democrazia da emulare, non solo per la lingua inglese che è una vera Koinè planetaria, bensì per il miglioramento delle regole dell'Unione, visto che così come sono non funzionano per niente. Grecia docet. Dunque, grazie, Gran Bretagna e grazie regina Elisabetta.

Joe15

Ven, 29/05/2015 - 23:58

Non so se ci sia da ringraziare la Regina, visto che ha letto solo il discorso programmatico del governo e non sappiamo il suo vero pensiero in merito. Sul referendem da tenersi entro il 2017 non è scontato che si faccia né che abbia l'esito che si teme. Tutto da valutare è poi il vantaggio che GB trarrebbe dall'uscire dalla UE, senza contare che la Scozia sembra non essere propensa a lasciare.