Grecia, emergenza umanitaria: medicine finite nelle farmacie

Il Paese nella morsa della crisi. Non c'è più l'ombra di antibiotici, insulina e vaccini. Anche i supermercati sono a secco. E i greci vivono al di sotto della soglia di povertà

La Grecia è ormai arrivata a grattare il fondo del barile. Mentre il premier Alexis Tsipras incontra a Berlino Angela Merkel per cercare un compromesso che salvi il Paese evitando l'uscita del Paese dall'Eurozona, le medicine di base iniziano a scarseggiare nelle farmacie e dagli scaffali dei supermercati sono scomparsi i prodotti alimentari d’importazione da arraffare.

Le dichiarazioni del ministro delle Finanze Yanis Varoufakis sono solo spot. Slogan per tenere buoni i partner europei. In realtà la situazione è un'altra. Senza un nuovo intervento dei suoi creditori e in primo luogo di Bruxelles, il governo greco resterà finanziariamente a secco entro il 20 aprile. "Ad Atene - riferisce allarmata l'emittente radiotelevisiva privata Antenna - se ci sono ancora generi alimentari sugli scaffali dei supermercati, questo dipende dalla buona amministrazione dei responsabili dei supermercati stessi". Le farmacie, invece, sono già a corto di medicinali di base. In giro non c'è più l'ombra degli antidolorifici più diffusi e dei farmaci anti-infiammatori. Iniziano anche a scarseggiare gli antibiotici, l'insulina e i vaccini. Secondo il capo dell’Associazione dei farmacisti greci, Constantinos Lourandos, i produttori diffidano dei grossisti che farebbero vero e proprio aggiottaggio rivendendo i carichi di medicinali a prezzi maggiorati in altri Paesi invece di rifornire il mercato locale. "Alcune società - ha detto Lorandos a Kathimerini - ci costringono ad acquistare altri medicinali insieme a quelli di cui abbiamo bisogno altrimenti non accettano le nostre ordinazioni".

Nel 2009 il valore delle cosiddette "esportazioni parallele" ammontava a 1,4 miliardi di euro ma lo scorso anno è crollato a 310 milioni di euro. I farmacisti tendono sempre più a rivolgersi ai colleghi alla ricerca di farmaci richiesti dai clienti e hanno creato reti di scambio e una pagina di Facebook su cui pubblicizzano le esigenze. "Vi sono molte carenze di medicine e stanno aumentando - ha detto un farmacista ateniese - ho bisogno di 70-80 unità di anticoagulanti ogni mese e di rado ne vedo più di 30". Dopo quasi sei anni di crisi economica e recessione, un greco su tre si trova oggi a vivere in povertà e ad avere debiti, mentre il reddito disponibile per ogni nucleo familiare è precipitato al di sotto della soglia di povertà.

Commenti

Tuthankamon

Mar, 24/03/2015 - 11:09

Penso sia superfluo dirlo e certamente i Greci hanno le loro colpe "stataliste" del recente passato. Tuttavia un'Europa che porta uno dei suoi membri a questo punto, non e' una entita' di cui fidarsi. Cerchiamo di ricordarcene quando andiamo al voto la prossima volta. Dobbiamo rendere la nostra politica forte in termini reali, per evitare altre "crisi libiche" o di inviare i centri sociali al potere!!!! Alla romana, nun famo cxxxxte!!

Ritratto di Blent

Blent

Mar, 24/03/2015 - 11:19

questo è lo scenario futuro dell'Italia , corruzione, truffe , furti e rapine stanno dilagando , chi può tenta di arraffare il più possibile perché siamo in agonia aspettando che qualche politico coraggioso finalmente dichiari il fallimento.

maricap

Mar, 24/03/2015 - 11:21

La Grecia alla fame, si è affidata ai comunisti. Dalla padella direttamente nella Brace . Poveri!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 24/03/2015 - 11:23

Ora la Grecia i prossimi siamo noi, ecco come ci ha ridotto l'europa, Grazie mortadella

glasnost

Mar, 24/03/2015 - 11:23

Ma la Grecia non avrebbe dovuto essere aiutata dalla Cina?? Dove va a finire la solidarietà fra comunisti???

magnum357

Mar, 24/03/2015 - 11:34

Questo è tutto il contrario di quello che la sinistra aveva promesso con l'ingresso nell'euro !!! La sinistra continua imperterrita ad impoverire la popolazione con il fine, non dichiarato ma evidente, di schiavizzare tutti i lavoratori italiani al fine di sottometterli al giogo del comunismo becero dei tempi dell'Unione Sovietica !!!!

Massimo25

Mar, 24/03/2015 - 11:40

Cari Signori..ma avete tanta paura a dirlo:L'ITALIA è un paese fallito!!!!tutti lo sano e nessuno ha il coraggio di dirlo.

ammazzalupi

Mar, 24/03/2015 - 11:41

QUESTO è il vero volto dell'Europa Unita. UNITA per delinquere e affamare la povera gente!

ammazzalupi

Mar, 24/03/2015 - 12:05

La fine della Grecia sarà la nostra fine. Fra non molto. Grazie, komunisti.

Libertà75

Mar, 24/03/2015 - 12:14

@glasnost, non dica stupidaggini, alla Cina non interessa salvare la Grecia dalla povertà, le interessa solo che la Grecia non esca dall'Euro perché l'uscita aprirebbe una strada ad altri Paesi e indebolirebbe la moneta unica e metterebbe a rischio i loro investimenti in valuta e titoli di Stato. A contrario dei comunisti da quinta elementare che spesso qui vengono a dare lezioni di economia, i cinesi sanno che se un Paese esce dalla moneta unica, la prima cosa che farà sarà un fallimento pilotato con la ristrutturazione di tutti i debiti (in valore assoluto e nel nuovo cambio), poi sospenderà la propria moneta dalle contrattazioni internazionali, stamperà un po' di carta per pagare i debiti e un po' per investimenti, e alla fine di tutto si porteranno il proprio debito pubblico a 50% e da li ricominceranno a fare le loro politiche.

Tuthankamon

Mar, 24/03/2015 - 12:18

Glasnost: La solidarieta' tra comunisti e' un po' come quella tra islamici o mafiosi!

moshe

Mar, 24/03/2015 - 12:32

Usciamo tutti da questa europa unita di m...a, ci sta portando alla rovina !!!

glasnost

Mar, 24/03/2015 - 12:57

@libertà75 : educatamente provo a dirle che la Cina dovrebbe essere la via per dare alla Russia uno sbocco sul mediterraneo, più vicino ed affidabile di quello egiziano. Ma la Russia non può comparire direttamente, sicché....

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 24/03/2015 - 13:00

Che bella l'europa.....tutti fratelli...da vergognarsi. Se fossi la Grecia offrirei le basi mllitari a Cina o Russia in cambio di denaro. Vorrei vedere il negro di whsington che ne pensa ad avere la flotta cinese nel mediterraneo.

giulai

Mar, 24/03/2015 - 13:01

Ma perché dovete scrivere questi pseudoarticoli dal tono allarmistico. Io in Grecia ci vivo, le farmacie non sono vuote, i farmaci si trovano, di base e non, generici e non, e i prezzi in molti casi sono persino più bassi che in Italia. I supermercati sono forniti come ogni supermercato, benché la gente preferisca riversarsi -come da tradizione plurisecolare- nei mercati rionali che ogni quartiere organizza una volta a settimana, dove i prezzi sono più bassi e la qualità migliore. Non voglio dire che l'economia greca sia splendente, ma -grazie a Dio- è ben lontana da quello che si vuole far credere, usandola come spauracchio dell'Europa.

tormalinaner

Mar, 24/03/2015 - 13:02

Questo è il futuro destino dell'Italia se non ci ribelliamo alla dittatura della CEE e della Germania, dobbiamo ribellarci.

Tuvok

Mar, 24/03/2015 - 13:06

Probabilmente i prossimi saremo noi. Pero' io non vedo nessuna reazione concreta da parte degli italiani. Contro il buonismo politico non vedo manifestazioni, per le strade, magari con cartelli che dicono "Renzi vai a casa". Stesso discorso vale per il buonismo di stampo cattolico: la gente continua ad andare in chiesa, continua a regalare soldi alle organizzazioni religiose ecc ecc. cosi' tanto per sentirsi con la coscienza a posto. La verita' e' che il benessere, di cui abbiamo usufruito per anni, ce lo hanno regalato i nostri padri e adesso che lo stiamo pian piano perdendo non sappiamo cosa fare.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mar, 24/03/2015 - 13:18

Un'Europa unita per un'Europa migliore e senza guerre,questo era lo spot pubblicitario che giravano nel continente,in Italia negl'anni'70 ed '80.Adesso che abbiamo compreso che l'Europa unita serve ai mercati finanziari,alle lobby ai speculatori rapaci del "mordi e fuggi", a far arricchire chi già lo è fin troppo e ha impoverito ancor di più chi a malapena galleggiava. I Prodi italiani,o se preferite,i Monti italiani,sono stati e sono stati,e sono,lautamente pagati.Un motivo ci dovrà pur essere.La Grecia,inteso come stato ma anche come il singolo cittadino elettore e contribuente,avrà le sue colpe ma quanto di questo accade per colpe dovute a scelte prese a Brussel?

pietro_da_biella

Mar, 24/03/2015 - 13:20

Concordo appieno con "Tuthankamon".

Invisibleman

Mar, 24/03/2015 - 13:22

e intanto l europa regala miliardi di euro a ucraina e turchia

Libertà75

Mar, 24/03/2015 - 13:28

@glasnot, non volevo essere irruente, chiedo venia. La Grecia è sì fondamentale per Russia e Cina, ma solo dal punto di vista politico, non dal punto di vista di distribuzione di ricchezza e benessere. Purtroppo, caduto il muro di Berlino, non c'è più una contrapposizione a chi fa star meglio i propri cittadini, ma una sfida a chi frega meglio il prossimo. Se cadesse la Russia, la Cina dovrebbe pian piano aprire alla democrazia e quindi agli interessi americani, ecc... ecc.. L'attacco finale alla Cina passa dalla Russia.

martinsvensk

Mar, 24/03/2015 - 13:36

Certo che la Grercia come altri paesi ci ha guadagnato da questo Euro. La verità è che siamo stati intontiti da una propaganda che che ci ha rimbecillito. Anche io che votai si al referendum svedese dove infine prevalse il no. Mai mi sono pentito tanto di tale scelta. Si dice che la Grecia stava male anche prima. Non era ricca quando la visitai negli anni 80 e 90 ma non certo così umiliata e pezzente.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 24/03/2015 - 14:39

Sergio Rame,ho un caro amico Greco,che mi dice non vera la notizia,e commenta che di certo,se il governo non fa quello che deve fare,finirà così.Lui personalmente non ha fiducia in questo governo,e spera in bene!(visto che tutti gli altri partiti,hanno dichiarato,di non volere fare precipitare il Paese,in questa situazione)!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 24/03/2015 - 15:05

@giulai:...non avevo notato il suo commento!.....A quanto pare,diciamo le stesse cose....

nerinaneri

Mar, 24/03/2015 - 15:07

...un legge per togliere intenet ai pensionati?...

giulai

Mar, 24/03/2015 - 15:48

@Zagovian: Già, diciamo le stesso cose perché sono la realtà dei fatti! ;) E concordo anche con il suo amico per quanto riguarda la sfiducia nell'attuale governo, però spero il meglio per un paese che mi ha dato tanto e a cui tengo particolarmente!

elio2

Mar, 24/03/2015 - 15:52

Devo ancora trovare una nazione che non sia stata distrutta da un governo di sinistra. Capisco che i Greci avevano l'acqua alla gola, ma come potevamo sperare che i compagni avessero la ricetta giusta, che già dal giorno dopo le elezioni, si sono rimangiati tutto?

Cinghiale

Mar, 24/03/2015 - 18:11

Se prendono una barca in poco tempo arrivano in Puglia e gli diamo tutto quello che vogliono gratis.

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 24/03/2015 - 18:40

Nessun singolo individuo, nessuna famiglia, nessuna nazione può vivere al di sopra dei propri mezzi. La Grecia lo faceva e ora purtroppo lo sta pagando.

areolensis

Mar, 24/03/2015 - 19:54

La ammiro per la precisione del nomignolo che si è scelto!