Il gregge vip ha dimenticato le nigeriane rapite

Buonismi a tempo (e controproducenti). Finito il coro su twitter che imitava Michelle Obama: ora sono tutti in vacanza

Fotomontaggio con una delle ragazze rapite dagli estremisti del gruppo Boko Haram

«Che fine avete fatto?». Scusatele. Loro in questo momento non riescono proprio a mandarvi una foto su Instagram. Né ad indirizzarvi le eleganti 140 battute che tanto amate. Sapete com'è, in questo momento forse sono sepolte in una fossa comune. O impegnate a soddisfare le voglie del comandante che se le tiene segregate. O attendono, incatenate nel retro di un mercato del Camerun o del Niger, che qualcuno sborsi i dieci euro sufficienti a portarsele via al guinzaglio. Però statene certi, se potessero parlare, se avessero il fiato per farlo, squadrerebbero i vostri occhioni confusi ed un po' sconcertati e vi griderebbero «ma che cavolo di fine avete fatto»?

Non capite? Non ricordate? Ci siamo noi a rinfrescarvi la memoria. Parliamo a tutti voi. Al simpatico gregge di vip e celebrità che qualche mese fa vomitava in coro quel chicchissimo, fichissimo #bringback our girls.
Ci rivolgiamo al gentil gregge guidato a Washington da Michelle Obama e scortato qui da noi dalla scoppiettante corte di intellettual chic, attricette e democraticissime e «impegnate» signore eternamente pronte a mobilitarsi per una buona causa. Salvo poi immediatamente scordarla. Ci rivolgiamo insomma, tanto per far nomi, alle varie Sabrina Ferilli, Isabella Ferrari, Alessia Marcuzzi, Alessandra Moretti, e all'immancabile Laura Boldrini. Insomma a tutte le instancabili suffragette che sessanta giorni fa s'illudevano di salvare a suon di tweet le 270 studentesse nigeriane cadute nelle mani dei «talebani neri», spietati «nemici», come ricorda il nome Boko Haram, (l'educazione occidentale è peccato) della «civiltà occidentale».

Da quei giorni gloriosi di primavera quando v'inebriavate per il vostro epico impegno son passati due mesi. E solo la sorte, quella che talvolta permette all'ostaggio di trasformarsi in fuggitivo, ha concesso ad una cinquantina di studentesse di beffare i rapitori e darsela a gambe. Ne restano 220. O giù di lì. Una bella cifra. Sufficiente a riempire un pullman delle vacanze. O un aereo di linea. Peccato che voi ve ne siete già scordati. In compenso la vostra mobilitazione un risultato l'ha dato. Oltre a regalarvi la gratificante emozione di aggiungere il vostro nome a quello di Michelle Obama ha contribuito a far salire smisuratamente il prezzo di quei 223 ostaggi. E così sabato scorso quel simpaticone di Abu Bakar Shekau, il capo dei Boko Haram che forse speravate d'impietosire o ammaliare, vi ha risposto con un allegro video. Un video in cui sillabando quel poco d'inglese che conosce vi fa il verso e vi canticchia «bring back our army» ovvero «Ridatemi il mio esercito». Non capite? Beh è semplice. Per restituirvi quelle 223 ragazzine la «bestia» che v'illudevate di muovere a compassione non si accontenta più di un semplice riscatto o di una trattativa sommersa. Grazie al valore aggiunto dei vostri tweet pretende che il governo di Lagos gli consegni tutte le centinaia di suoi tagliagole catturati in questi anni. Solo così libererà (forse) le 220 ragazzine.

Una richiesta ovviamente impossibile da soddisfare che ha spinto il presidente Goodluck Jonathan a mettere un pietra tombale sulla faccenda. E nel frattempo, casomai non lo sapeste, han lasciato la Nigeria anche le frotte di forze speciali, droni e negoziatori che il signor Obama aveva mandato da quelle parti per assecondare i capricci sentimental-umanitari della mogliettina. Grazie al sensazionalismo esibizionista di Michelle Obama e al vostro pregevole contributo il caso di quelle prigioniere è diventata una missione impossibile.
Ma a voi che ve ne frega? Forse loro un giorno si chiederanno dove siate finiti. Ma a voi di dove siano finite loro non può importar di meno. Ora è tempo di vacanze. E a settembre bisognerà inseguire altre smaglianti, nobilissime e trendissime campagne. Tutto il resto non conta. Oh yeah.

Commenti
Ritratto di nonmollare

nonmollare

Gio, 17/07/2014 - 09:27

Gian....GRANDIOSO....peccato che le da te citate nemmeno leggeranno questo tuo messaggio.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 17/07/2014 - 09:34

Questo fotomontaggio, avrebbero dovuto farlo, dopo le vacanze, non ora, perchè i nostri parlamentari si sono stancati in questo anno, a scaldare le sedie e a trovare nuove tasse, perciò ora poverini, hanno bisogno di vacanze,in paesi dove nei prossimi anni la popolazione possa emigrare in Italia. Il paese dei balocchi !!!

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 17/07/2014 - 09:42

Avessero avuta una figurina come Mis Parlamento, penso che i nostri parlamentari, avrebbero fatto di tutto per liberarle, FORSE, ANCHE DANDO IN CAMBIO i due MARÒ.

Pimpinella

Gio, 17/07/2014 - 09:47

Gian, sei cinico, crudele e... maledettamente realista.

gneo58

Gio, 17/07/2014 - 09:53

basta fare notizia su TV e giornali si acchiappa quanto di piu' eclatante c'e' al momento e si sbatte in prima pagina, poi, dopo pochi giorni, tutto nel dimenticatoio per cercare altro - intanto continuano quelle 7-8 guerre in giro per il mondo, muore di fame quel 1.300.000 di bambini all'anno (di cui ci si ricorda quando bisogna chidere oboli vari e via discorrendo, la prova provata che a nessuno frega niente di niente !

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 17/07/2014 - 09:56

Quelli son luridi e determinati maschi. Per sconfiggerli servono individui alla pari: non luridi ma almeno "maschi" nel vero senso del termine. Noi soccomberemo certamente, purtroppo. Abbiamo delegato femminucce, checche e femminielli a governarci ed a difenderci. Meno collanine, meno orecchini, meno mediazioni e più azione decisa. Ma è un parlare al muro.

giumaz

Gio, 17/07/2014 - 10:13

Delle cristiane rapite, e insaccate nel sottanone, non frega nulla a nessuno dei sinistroidi, proprio perchè sono cristiane e non meritano niente di più che una lagrimuccia pro-forma. Per fortuna dei compagi i terroristi di Gaza si sono rimessi in movimento, e così possono tornare sul loro argomento preferito: gli ebrei cattivi (quelli buoni sono solo quelli infornati da Hitler, di quelli massacrati da Stalin è vietato parlare) che uccidono i poveri palestinesi, innocenti, buona e brava gente che sostiene Hamas che combatte Israele con i fiori e le carezze e ne riceve cannonate. Siamo alle solite sinistre notizie. Gli amici dell'islam han perfino ritirato in ballo i cadaveri, ormai putrefatti, degli slavi di Srebrerica. Ma sui massacri dei cristiani in Africa e Oriente, sulle bombe contro Israele, ad opera dei terroristi islamici, giusto un trafiletto sulla "buona stampa" e via. Se ne occupa solo la cattiva stampa, quella che aziona la macchina del fango.

Ritratto di komkill

komkill

Gio, 17/07/2014 - 10:20

La bella, si fa per dire, Michelle LaVaughn Robinson Obama è chiaramente della stessa forza dell'illustre marito. Tanto fumo e poco arrosto.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Gio, 17/07/2014 - 10:27

Bellissimo articolo, realista e impietoso. Ma mai cosi' IMPIETOSO come l'atteggiamento del " gregge di vip " cui fa riferimento Gian Micalessin .

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 17/07/2014 - 11:01

Sono tutti impegnati alle onlus, a sistemare i mussulmani che giornalmente sbarcano in questa valle di lacrime per noi , ma giardino dell eden per loro.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 17/07/2014 - 11:29

Dove siete tutti? Siamo sullo scoglio di Lampedusa con la Boldrini che - con i capelli al vento - saluta e accoglie i migranti . Gli altri sono momentaneamente assenti per le vacanze.

GMfederal

Gio, 17/07/2014 - 12:16

prendiamo questo gregge di vip buttiamolo nel cesso e tiriamo bene lo sciacquone!

marghitos

Gio, 17/07/2014 - 12:33

Per quel che puo' valere il mio pensiero , condivido appieno e sottoscrivo . Grande dott. Micalessin !

lisanna

Gio, 17/07/2014 - 13:05

Quelli ancora non del tutto in vacanza sono troppo presi dai palestinesi, dal GENOCIDIO DEI PALESTINESI perpetrato dai cattivi nazisti ebrei israeliani. DIMENTICATI ANCHE I BAMBINI GASATI, TORTURATI, SPARATI,siriani e co.

maleo

Gio, 17/07/2014 - 13:30

Condivido in toto.Purtroppo sono tutte impegnate a rilassarsi da troppe fatiche!con chiappe e tette ben in mostra su tutti i giornali.Uno schifo!

berserker2

Gio, 17/07/2014 - 13:35

Bah, così.... sommessamente.... mediamente delle "povere" nigeriane rapite dai cattivi muzurmani neri neri, me ne frega poco poco. Si tratta di fatti interni loro! E' la loro cultura! Intrometterci rappresenterebbe un insulto alla loro dignità! E poi, sono anni che massacrano e crocifiggono vivi cristiani e bruciano chiese nel disinteresse generale, probabilmente per quel sentimento di "rispetto" delle altrui "specificità" culturali che va utilizzato anche in questo caso. Chi siamo noi, piccola cosa rispetto alla civile nigeria, semplici europei per bene, lavoratori e rispettosi del prossimo, che con arroganza ci intromettiamo in questioni interne loro, legate a profonda cultura e religiosità "altra"! Del resto, di quelle nigeriane rapite, per rispetto non mi intrometto..... mi interesserebbe sapere invece delle migliaia e migliaia di prostitute nigeriane che infestano le nostre città, le nostre strade a tutte le ore del giorno e della notte.....ecco, in questo caso, se ci fate sapere qualcosa, se c'è un ipotesi di intervento ONU, NATO, UE, UNICEF, UNHCR e carrozzoni inutili vari oltre alle varie ONG/ONLUS nullafacenti e magari anche un bel tweet della Michelle Obananata e della Presidenta Sboldrini di solidarietà, beh, in questo caso avete tutto il mio appoggio!

berserker2

Gio, 17/07/2014 - 14:20

Oh 'sti cazzo di Bokkon Harrank non sono proprio capaci a fare nulla! Solo a bruciare le chiese sono bravi. Tutto il resto sono sfaticati fannulloni! Ma come.....tutta la fatica per acchiappare tutte 'ste belle risorse nere nere, da vendere al mercato, alla Fiera del Sud, per due soldi..... e come dei cojoni ve ne fate scappare 60? Almeno la metà ce la ritroveremo in Italia a fare le puttane! Ma non ci si può fidare più di nessuno allora!!!! Nemmeno di onesti e sanguinari terroristi muzurmani!

paolonardi

Gio, 17/07/2014 - 14:22

Una proposta: prendiamo tutto il gregge delle VIP, impacchettiamole, Boldrini in testa, e proponiamo lo scambio alla pari: 220 di qui 220 di la.