Harvard vuole mettere al bando le confraternite studentesche

Per l'università sono reliquie del passato. Ora una proposta potrebbe cancellarle

Reliquie di un'era passata che "viola profondamente" gli sforzi per far sì che il campus sia un luogo in cui tutti si sentano a loro agio. Così un comitato della università di Harvard ha bollato le confraternite, proponendo di cancellare per sempre quelle che a lungo sono state un'istituzione delle università statunitensi.

La proposta è arrivata da un gruppo formato da studenti e membri della facoltà e mira a cancellare tutte le "organizzazioni non riconosciute e destinate a soli uomini o donne", che obblighino gli aderenti a sopportare atti di nonnismo o superare prove di iniziazione per entrare a farne parte.

La decisione potrebbe entrare in vigore con l'autunno del 2018, portando così all'estinzione delle confraternite entro il maggio 2022, nell'ultimo di una serie di sforzi di Harvard per diventare più inclusiva, in un'università che già ha reso impossibile per i membri di queste "società" diventare leader di gruppi studenteschi o team sportivi, o ottenere l'appoggio della scuola per alcune delle borse di studio più prestigiose.

Commenti

Cheyenne

Sab, 15/07/2017 - 11:16

LE SOLITE PUTTANATE

roberto.morici

Sab, 15/07/2017 - 11:23

Si arriverà, tra breve, a controllare che in ogni gruppo di amici siano presenti individui di ogni tendenza sessuale, rigorosamente in precise e verificabili percentuali.

Ritratto di Flex

Anonimo (non verificato)

bobots1

Sab, 15/07/2017 - 13:39

Sempre e solo proibire...ma non stiamo esagerando? Se uno vuole entrare in una confraternita che faccia quello che vuole...o ha dei fini illegali? La tematica dei gender è una ennesima pagliacciata...