Harvey Weinstein di fronte al giudice a New York: "Mi dichiaro non colpevole"

Weinstein è stato incriminato il 25 maggio per uno stupro avvenuto nel 2013 e un'aggressione sessuale che ha avuto luogo nel 2004

"Mi dichiaro non colpevole". E così l'ex produttore di Hollywood, Harvey Weinstein, si è dichiarato innocente riguardo all'imputazione dei reati di stupro e violenza sessuale, dinanzi a un giudice di New York. Lo scandalo Weinstein, scoppiato a ottobre scorso, ha messo in moto in tutto il mondo il movimento #MeToo, il quale ha portato alle accuse di molestie da parte di decine di personalità del mondo dello spettacolo e della musica. Il 66enne è comparso oggi dinanzi a un giudice di New York.

In questo processo è accusato di aver violentato una giovane nel 2013 e aver usato violenza sessuale nei confronti di un'altra nel 2004. Ma ha sempre sostenuto che si è trattato di rapporti consenzienti. L'ex produttore è stato accusato da oltre cento donne, più e meno note, di abusi sessuali e stupro. Deve rispondere di un capo d'imputazione per aggressione sessuale e di due per stupro. In caso di condanna rischia sino a 25 anni di carcere.

Commenti

cir

Mar, 05/06/2018 - 18:09

sono proprio cosi .. di razza!