Harvey Weinstein: "Spero in una seconda possibilità"

La polizia di New York ha annunciato la riapertura di un caso di aggressione sessuale, risalente al 2004 di cui è accusato il produttore

"Facciamo tutti degli errori", ha detto Harvey Weinstein a margine dello scandalo delle molestie sessuali che lo vede protagonista. Il produttore hollywodiano si è imbarcato da poche ore su un jet privato diretto in Arizona per cominciare una terapia in una clinica per sesso-dipendenti: "Ho bisogno d'aiuto", ha dichiarato. E "spero in una seconda possibilità".

Il 65enne, al centro di 20 anni di scandali, continua a negare di aver mai avuto rapporti non consensuali con le attrici e le assistenti- si tratta di almeno 30 donne- che in queste ore stanno alzando la loro voce. L'ultima a puntare il dito è stata l'attrice e supermodella Cara Delevingne, secondo la quale Weinstein avrebbe provato a baciarla mentre stava uscendo da una camera di un hotel.

L'Academy of Motion Picture Arts and Sciences (Ampas), che ogni anno assegna il premio Oscar, si riunirà sabato prossimo per "discutere delle accuse nei confronti di Harvey Weinstein e dei provvedimenti da prendere". Le violenze e molestie sessuali commesse dal produttore di Hollywood e denunciate negli ultimi giorni sono state definite dall'Academy "ripugnanti, abominevoli e antitetiche rispetto agli alti standard" che la commissione che assegna il più prestigioso premio cinematografico rappresenta.

Non è chiaro quali possano essere le misure adottate dopo la riunione d'emergenza convocata per sabato prossimo. Ieri, intanto, la British Academy of Film and Television Arts (Bafta) ha sospeso Weinstein per un comportamento ritenuto "inaccettabile e incompatibile" con i propri valori.

Insomma, la seconda possibilità in cui spera il produttore sarà molto difficile da ottenere visti gli sviluppi di queste ultime ore. Ora, inoltre, la polizia di New York ha annunciato la riapertura di un caso di aggressione sessuale, risalente al 2004, di cui è accusato Harvey Weinstein, il produttore hollywoodiano nell'occhio del ciclone dopo le rivelazioni di diverse donne che negli ultimi giorni hanno dichiarato di aver subito molestie da parte sua.

Commenti

Oraculus

Ven, 13/10/2017 - 12:18

Quale altro "uomo" non avrebbe fatto quello che lui ha fatto??...ogni essere umano ha delle doti ed e' solo attraverso quelle che lui puo' intraprendere il percorso della sua esistenza , le personalissime valutazioni nel usarle se confortate dal gradimento del proprio corpo da parte degli altri e' un motivo valido per...usarsi nel mostrarsi...e' cosi' che la donna irretisce l'uomo , che da sempre , e' la vittima predestinata delle sua debolezze...Quindi??...nulla di nuovo sui diversi concetti del come vivere delle donne e degli uomini...