Hillary Clinton pronta a candidarsi: domenica l'annuncio ufficiale

L'ex segretario di Stato pronta a rompere gli indugi. Nei prossimi giorni anche l'annuncio ufficiale del repubblicano Rubio

Dopo mesi di indiscrezioni senza una conferma ufficiale, a stare il sentire il Guardian e altre fonti della stampa estera il momento in cui Hillary Clinton annuncerà la sua candidatura a presidente degli Stati Uniti è sempre più vicino.

La data prescelta, secondo l'autorevole quotidiano britannico, è quella di domenica. E se quello che si dice in queste ore è vero, l'ex Segretario di Stato farà il suo annuncio in modo inusuale, sfruttando la piattaforma offerta da twitter, che d'altronde l'amministrazione americana, da Obama in giù, ha già dimostrato di apprezzare molto.

Difficile ottenere una conferma ufficiale sul momento in cui Hillary scenderà in campo. Il suo portavoce non commenta e se Hillary rompesse gli indugi sarebbe il primo candidato del Partito democratico a farlo. Nonché uno dei più autorevoli, con un curriculum invidiabile.

Indiscrezioni emerse la scorsa settimana fanno pensare che il quartier generale della campagna sarà nel distretto newyorchese di Brooklyn, a Brooklyn Heights. Lunedì, un giorno dopo la data in cui Clinton dovrebbe aprire la sua corsa per le presidenziali, a Miami dovrebbe annunciare la sua candidatura anche il repubblicano Marco Rubio.

Commenti

giovauriem

Ven, 10/04/2015 - 09:47

le donne al potere non sono un gran che, ma per fare meglio di obama ci vuole pochissimo.

linoalo1

Ven, 10/04/2015 - 10:14

Poverina!Malgrado l'età,non ha ancora capito qual è il posto delle Donne!

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 10/04/2015 - 10:17

Noi italiani giustamente ci lamentiamo della nostra indecente classe politica, ma guardando quello che succede oltre Atlantico nel Paese considerato il Modello Ideale di democrazia le cose non sembrano andare meglio. Prima il marito, due volte, poi una lunga pausa per far dimenticare la grande bugia raccontata agli americani, e adesso la moglie desiderosa di potere e rivincita.

Fab73

Ven, 10/04/2015 - 10:54

Mi complimento con il fine analista gianky53, per la conoscenza della politica e dell'oconomia statunitensi. Quindi gli 8 anni di maggiore crescita e stabilità nella storia degli USA da Roosevelt ad oggi sarebbero "La grande bugia", mentre il periodo del povero ixxxxxxxe con le torri gemelle (per cui il mentecatto di Crawford proprio esente da responsabilità non è...), un paio guerre (sbagliate), l'impoverimento della middle class come non accadeva dal '29 e il debito pubblico alle stelle sarebbe "la lunga pausa per far dimenticare la grande bugia raccontata agli americani". Siamo di fronte a un genio! Chapeu!

albertzanna

Ven, 10/04/2015 - 11:00

MI spiace dovere contraddire il giornalista Lucio Di Marzo, ma il curriculum di Hillary Clinton non ha proprio nulla di invidiabile, se visto con gli occhi dell'americano medio che non si lascia infatuare dalla propaganda tipicamente liberals dei Democratici, abituati a pensare che la gente non sappia giudicare con la propria testa ma debba essere condotta per mano ad adorare il santone di turno. Il sentire comune di questa gente, che negli anni della presidenza Obama ha visto la stima degli Stati Uniti precipitare assieme al gradimento del presidente, che al momento è attorno al 38% (bassissima), è che la Clinton ha più pulci addosso di un cane randagio degli slums, e nel gergo americano il termine "pulce" ha lo stesso significato della frase italiana "quello migliore ha la rogna".

geronimo1

Ven, 10/04/2015 - 11:00

I Dem han gia' calato l' asso!!!! L' America afro ispanica e' ormai maggioranza!!! I Repubblicani ci mettono del loro, Tea Party da dimenticare!!!! Anglosassoni USA, fuggite!!!! In Australia e Nuova Zelanda parlano la vostra stessa lingua, ma hanno situazioni completamente diverse dalla vostra!!!! Voi con tutto il rispetto, non ne uscite più!!!!!!!!!

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Ven, 10/04/2015 - 11:20

Sicuramente la Clinton e' meglio di Obama (non ci vuole molto ad essere meglio di quello che passera' alla storia come il peggior presidente di sempre), ma spero che i repubblicani che sono la maggioranza nel paese possano trovare un canditato unitario che eletto possa riparare (come da sempre succede) ai disastri (specie in politica estera) delle amministrazioni democratiche.

albertzanna

Ven, 10/04/2015 - 11:29

GERONIMO1 - sono d'accordo con lei quando traccia il ritratto dell'Australia e della Nuova Zelanda, infatti io sono contentissimo d'avere aperto una nuova attività in Australia e sono un appassionato della Nuova Zelanda, dove la gente ha una serietà non riscontrabile in altri paesi del mondo definiti di vera democrazia.

albertzanna

Ven, 10/04/2015 - 11:34

FAB73 - a leggere il suo peana che gronda trionfalismi inesistenti nel palmares di Obama, si capisce benissimo perchè l'Italia sta scendendo, a rotta di collo, la scala che porta al terzo mondo, se non al quarto, e il perchè in Italia oggi si da più importanza alla omosessualità (lei sa di che parlo, vero?) ed alla difesa del linguaggio politically correct (alla maniera dei Dems americani), piuttosto che alla concretezze del lavoro e della difesa dei diritti degli italiani che lavorano onestamente.

Fab73

Ven, 10/04/2015 - 12:19

albertzanna, parlavo degli 8 anni di Clinton (e di dati economici). Capisco essere obnubilati dall'ideologia, ma a tutto c'è un limite!!!

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 10/04/2015 - 12:19

Cosa vai cianciando Fab73? Io il tuo idolo Barack Hussein Obama nemmeno l'ho nominato e caso mai i risultati economici dell'economia Usa sono stati determinati soprattutto dall'immissione massiccia sul mercato di denaro contante da parte della Federal Reserve, che per anni ha drogato l'economia, non certo per i meriti dell'abbronzato. Che per quanto riguarda la politica estera si è rivelato il peggior presidente di sempre, basta vedere in che condizioni si trova il mondo. Io mi riferivo alla grande bugia raccontata agli americani sull'affare Lewinsky. Il musulmano Obama passerà alla Storia per aver lasciato il mondo in condizioni peggiori di come l'ha trovato.

Fab73

Ven, 10/04/2015 - 12:37

gianky53, non le starò a piegare che ereditare una situazione come quella lasciata dal mentecatto alcolista di Crawford sia quantomeno problematico. Lei è, probabilmente, un elettore berlusconiano, quindi i ragionamenti non hanno presa. Le dico solo che parlavo degli anni di Clinton. Anche i repubblicani ne riconoscono la validità (dal punto di vista economico e delle relazioni internazionali). Ma immagino lei preferisca George "dabliu" Bush e i suoi 1.5 miliardi al giorno per una guerra inutile... Auguri.

ghorio

Ven, 10/04/2015 - 12:54

Che il sistema dei partiti negli Usa( grande nazione) sia incomprensibile a noi italiani è noto. Infatti non si è mai capito le candidature negli ultimi 20 anni di padre, figlio , marito e moglie. In ogni caso non mi pare che la Hillary Clinton, come segretario di Stato abbia dimostrato grandi doti politiche, idem come senatrice, In Italia ad ogni modo a sinistra gode di buona stampa, come a destra, visto che spesso vengono riferite le sue mosse e strategie per ottenere la candidatura del partito democratico.

albertzanna

Ven, 10/04/2015 - 13:02

FAB 73- le suggerisco un corso rapido per imparare a scrivere correttamente in italiano, più che altro per dare chiarezza alle idee. Lei dice che gli 8 anni della presidenza Clinton furono quelli di maggiore crescita economica dai tempi di Roosevelt?? Non sarebbe male se lei affiancasse al corso che le ho suggerito sopra anche un corso di storia degli ultimi 100 anni degli Stati Uniti, ma non quelli che fanno all'Università LUISS o dentro ai centri sociali, per imparare a capire che Clinton sfruttò semplicemente la ridondanza economica della presidenza Reagan, che veramente fu la migliore dai tempi rooseveltiani, e che Clinton affossò con la politica della casa per tutti da cui la crisi dei Subprime del 2007. Una maggiore obiettività non potrebbe che giovarle per evitare d'essere obnubilato, LEI VERAMENTE SI’ !!

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 10/04/2015 - 13:10

Tu a me non devi spiegare proprio nulla Fab73. Non pretenderai per caso di impartire lezioni agli altri. Ognuno è libero di ragionare con la propria testa e se io mi sono fidato a definire Obama un musulmano non è solo per il suo approccio al mondo islamico, è proprio perché l'ha ammesso lui stesso. Non so se tu abbia mai visto il "dabliu" ubriaco, avrai più probabilmente raccolto i pettegolezzi dei republicones, che in fatto di chiacchiere da comari pettegole non li batte nessuno. Tu continua ad ammaestrarti alle parabole del suo editorialista da Washington. Io preferisco il do-it-yourself.

albertzanna

Ven, 10/04/2015 - 13:10

FAB73 - dalle mie parti si usa una frase, per definire quelli come lei: "essere fuori come un poggiolo" Io sono un elettore Repubblicano privo di preconcetti, oltre che essere un esperto di analisi politiche ed economiche, e le posso garantire che mai nessun repubblicano ha riconosciuto alla politica di Clinton i pregi che lei cita, ma se ne ricordano le imprese "erotiche", i malanni economici e le sghignazzate durante un discorso di Boris Eltsin quando credette di capire che il russo avesse detto una spiritosata, e invece parlava dei giorni in cui la Russia rischiò di ricadere in mano ai nostalgici di Stalin. E, suggerimento, pensi a tutti i problemi che il suo comunismo ha creato alla povera Italia, a seguito del compromesso storico che ormai impoverisce il paese dall'epoca di Fanfani DC/PCI

albertzanna

Ven, 10/04/2015 - 14:48

MODERATORE VITTORIANO, VUOLE PUBBLICARE?? -------LINOALO1 - povero Linoalo1, forse non ha ancora capito quale è il peso dei suoi giudizi, pari a zero. Se messo lei a confronto con la Clinton, l'intelligenza della donna sarebbe gigantesca, considerata la frase che lei ha scritto. Beh, d'altra parte basta ed avanza leggere il totale dei suoi commenti per capire da che pulpito viene la predica.

Fab73

Ven, 10/04/2015 - 15:44

albertzanna lei è un "esperto di analisi politiche ed economiche"???? Ah beh, ma allora è tutto chiaro!!!! (controlli che debito pubblico lasciò Carter, quale il suo idolo e quale Clinton , poi ne parliamo...). Mi saluti il Pupazzo Gnappo (che deve'essere esperto quanto lei) e grazie per le risate!