Houston, uccide quattro bambini e due adulti dopo un litigio familiare

Si è arreso dopo tre ore di trattativa. Non si conoscono le ragioni del gesto

Ha sterminato la famiglia dopo un violento litigio. Un uomo residente a Spring, non lontano dalla capitale texana Houston, ha colpito e ucciso quattro suoi figli e due adulti, colpendo alla testa anche un'altra figlia, 15enne, in condizioni molto gravi.

I bambini uccisi avevano un età dai 4 ai 13 anni ed erano figli dell'uomo e della moglie, da cui è separato e che al momento dei fatti non si trovava in Texas. Tre di loro sono morti subito, mentre il quarto è deceduto dopo essere stato trasportato in ospedale. Probabilmente anche i due adulti erano imparentati con l'omicida.

A denunciare l'accaduto, permettendo agli agenti di catturare il principale sospettato, è stata la ragazzina 15enne ferita, che è riuscita a chiamare il numero d'emergenza. Alla polizia ha raccontato che il padre pensava di andare a casa dei nonni, per uccidere anche loro.

Le ragioni del gesto non si conoscono ancora. L'uomo è stato arrestato dalle forze dell'ordine dopo un inseguimento e una trattativa durata tre ore, quando la sua auto è stata circondata da alcuni veicoli blindati.