I sogni (irrealizzabili) di Di Maio: "Reddito minimo e meno tasse"

Va in Confcommercio e rilancia il reddito di cittadinanza: "Non darò soldi a chi sta su divano". E promette: "Tagliarò le tasse e ne ridurrò il numero". Ma non spiega con che soldi

La Germania ha impiegato "sei mesi" per la formazione del governo. Per rassicurare gli industriali, che guardano alla formazione del governo, Luigi Di Maio promette di impiegarci "di meno rispetto a quei tempi". La partita, però, passa inevitabilmente dall'elezione dei presidenti delle Camere e dalle consultazioni di Sergio Mattarella al Quirinale. In questo lasso di tempo si lavorerà per trovare una maggioranza (più o meno solida) a sostegno di un governo (politico, istituzionale o di scopo). Oggi il candidato premier grillino ha incontrato i vertici di Confcommercio dove ha presentato il programma economico del Movimento 5 Stelle. Un programma difficilmente realizzabile perché spazia dal reddito di cittadinanza all'abbattimento della pressione fiscale, dalla riduzione del numero delle tasse al disinnesco delle clausole di salvaguardia.

Di Maio non parla di coperture economiche. Anzi. Il suo è un elenco di proposte. Una sorta di libro dei sogni. Al primo punto c'è sicuramente il reddito di cittadinanza o, come l'ha ribattezzato oggi Beppe Grillo sul blog, il "reddito di nascita". Il suo pupillo, davanti agli industriali, prova a correggere il tiro. Ma il sapore della misura resta quello lì. "Non abbiamo intenzione di dare soldi alle persone senza che facciano nulla - spiega - noi crediamo nella flex security in uno Stato che sia in grado, quando un datore licenzia una risorsa, di prendere quella persona per mano, riqualificarla e re-immetterla nel mercato del lavoro". "Da me avete la rassicurazione del fatto che nessuno potrà starsene sul divano", insiste garantendo che il reddito di cittadinanza non sarà uno strumento di "assistenzialismo". Come riuscirà a farlo, non lo spiega. Anche perché questa misura sarà affiancata la riduzione del numero delle tasse "per dare serenità alle attività produttive". E ancora: sul tema della stabilità economica si impegna a disinnescare le clausole sull'aumento Iva "subito e non per motivi tecnici".

Davanti agli industriali riuniti a Milano, Di Maio usa toni distensivi. Ed evita persino di innescare la polemica con il commissario europeo agli Affari economici, Pierre Moscovici, che in mattinata gli ha ricordato la validità del tetto del 3% sul rapporto deficit/Pil. "Tutte le forze politiche sono chiamate ad atti di responsabilità", commenta il grillino apprezzando gli apprezzamenti fatti dallo stesso Moscovici. "Prima di parlare di parametri e sforamenti del deficit andiamo a prendere i soldi spesi male e investiti male", spiega Di Maio definendo "importante" qualsiasi intervento di spending review.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 14/03/2018 - 16:47

Invece e' realizzabile, non ha specificato a chi sono destinati i benefici, se il nord paga, il zud magna, ecco il piano realizzabile.

titina

Mer, 14/03/2018 - 16:50

Non è assistenzialismo, è regalo con i soldi altrui

frabelli1

Mer, 14/03/2018 - 17:07

I #fuoriditesta

paco51

Mer, 14/03/2018 - 17:13

sarà travolto dalle sue bufale! il Sud aspetta i soldi che non arriveranno mai!

Ritratto di FoxMulder

FoxMulder

Mer, 14/03/2018 - 17:29

Io ho votato PD ma tra i due scelgo Lega mille volte. La Lega vuole tagliare le tasse agli imprenditori vessati del Nord. il M5S vuole aumentare le tasse sul Nord per pagare 9 milioni di zecche del Sud col reddito di cittadinanza. La cosa più sensata SE FOSSIMO UN PAESE CIVILE sarebbe un governo Lega-PD-FI. NON SI PUO' FARE perché i luridi grilloidi inizierebbero a urlare che si fa l'inciucio e le zecche che li votano al Sud aumenterebbero ancora di più, fomentati dalla loro propaganda stile Goebbels. Ma per capire lo schifo di questa SETTA, basta solo la VERGOGNA DELLE FILE AI CAF dei meridionali che volevano i soldi a Giovinazzo, a Potenza, a Palermo, a Cagliari e del fatto che Davide Casaleggio, non eletto da nessuno, prenderà 300€ per ognuno dei 330 e rotti eletti M5S, quindi 100 mila euro al mese, per 5 anni fa 6 milioni a questo signore.

glasnost

Mer, 14/03/2018 - 17:32

Se va al governo questa cosa dei soldi a chi non lavora ( o non ha voglia di lavorare) la farà. Ha preso i voti del sud per questa ragione. La farà a forza di tasse sul reddito e sulle proprietà, ma sempre a danno della classe media lavoratrice. Così continuerà come i suoi amici PDini a distruggere il tessuto produttivo del paese. Ad majora

Ritratto di PLUTARCO

PLUTARCO

Mer, 14/03/2018 - 17:37

Forse perché ospite, altrimenti non ci sarebbe altra spiegazione del perché, nessuno degli industriali, gli abbia fatto una domandina facile facile: dove prenderà i soldi? Era semplice, no?

donzaucker

Mer, 14/03/2018 - 17:58

In pratica le stesse promesse da marinaio di Salvini&Cav, meno il reddito di nascita che viene sostituito con "manderemo via tutti i clandestini". Non mi pare che al centro DX abbiano mai parlato di coperture per la flat tax al 15% oppure 1000 euro di pensione minima. Ognuno spara le sue panzane. Le coperture? Ci penseranno quando (e se) arriveranno al Governo e comunque potranno passare tutta la legislatura a dare la colpa al Governo precedente. Bravi tutti, adesso mettetevi a fare il lavoro per cui siete pagati profumatamente: GOVERNARE (o almeno provarci).

Romolo48

Mer, 14/03/2018 - 18:05

Un pernicioso bamboccio che si crede già grande. Un pollastro cui qualcuno ha fatto credere di essere un'aquila.

colomparo

Mer, 14/03/2018 - 18:42

Spending review fatta non solo a parole, rigorosa riduzione di detrazioni, incentivi e bonus di ogni genere - spesso clientelari-,riduzione della spesa per i migranti falsi rifugiati,realizzo di immobili demaniali spesso improduttivi, riduzione partecipazione Italia a missioni internazionali spesso senza senso, condono fatto come si deve sulle cartelle esattoriali in larga parte quantomeno di difficile riscossione(accompagnato da un aumento significato delle pene carcerarie per reati fiscali futuri)......Vi basta o devo continuare ancora ?! Difficile...certamente si, ci vogliono dei politici corraggiosi con una visione per il futuro, non solo per domani.

PEPPINO255

Mer, 14/03/2018 - 18:47

Hanno speso, nella scorsa legislatura, 40 miliardi per salvataggi bancari e regali alle imprese col jobs act, altri 5 miliardi per il sostegno ai migranti e l'ingrasso degli amici mafiosi... altro che reddito di cittadinanza e abbattimento delle imposte si può fare...!!!

guido.blarzino

Mer, 14/03/2018 - 19:01

Renzi in peggio. Di Maio non fa un discorso completo che abbia una quadratura economica. Mi vengono le itterizie da virus 5*

scapiddatu

Mer, 14/03/2018 - 19:12

Domanda:Possono GiuseppePiero Grillo(Beppe), M5S- non avere appreso che Enrico Sassoon e cxlo e camicia con Mario Monti, Giulio Carlo Danilo Tremonti etc etc? Possono non essere informati che il management Domain name System è allogiato in casa di un'impresa collegata Telecom Italia S.p.A. (malgrado Roma, Trino,etc etc... sondaggi telecom tutte le volte OK). Beppe grillo- diceva:2010 Oggi sono venuto a celebrare i funerali di Telecom Italia.... etc etc.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 14/03/2018 - 19:37

Si, poi? Anche la gheisa per tutti? Gli spiegate che i komunsiti (amici di chi li hanno votati) hanno lasciato un debito da paura, che siamo invasi dai clandestini, che non c'è lavoro, che i terremotati aspettano da un anno e mezzo, ecc, ecc.

un_infiltrato

Mer, 14/03/2018 - 19:49

Qual è la meraviglia? Il dimaio è un bravo raghezzo, ma è - evidentemente - digiuno di economia e di politica. Fa quello che può, dice la prima cosa che gli passa per la testa. Ma possiamo stare tranquilli: non sarà premier.

Reip

Mer, 14/03/2018 - 21:19

Mi sa che il film “Qualunquemente” lo ha visto pure di Maio!

Reip

Mer, 14/03/2018 - 22:03

Di Maio è un bugiardo...E con quali soldi? Dove sono le coperture? Chi le paga le tasse e chi sosterrrebbe la spesa? I marziani? Vero è che al sud italia è facile far politica, c’è una tale disperazione che basta promettere quattro soldi a tutti e ti votano... Magari fosse possibile! Che tristezza...

Marco-Marini

Mer, 14/03/2018 - 22:06

La conferenza stampa di Di Maio con la stampa estera (vedi su You Tube), è stata a dir poco pietosa. Ha risposto sempre in modo molto vago andando ripetutamente fuori tema, uno slogan dietro l'altro senza affrontare concretamente i temi delle domande poste. Dietro al suo fare impacciato traspare tutta la sua incompetenza ed inadeguatezza a diventare presidente del consiglio. Sallusti salvaci tu (se puoi), da questa pericolosa sciaguara.

Nick2

Gio, 15/03/2018 - 05:52

Sergio Rame, l'irrealizzabile "libro dei sogni" di Di Maio è realtà nel nord Europa. Quello di Salvini, altrettanto irrealizzabile, lo è in Romania. Se proprio devo sognare, preferisco un bel sogno ad un incubo...

pisopepe

Gio, 15/03/2018 - 07:44

POVERO DEMENTE COMPRESO IL SUO ESPERTO ECONOMICOCHE PROPONE UN ORARIO DI LAVORO AL MINIMO CREDENDO DI CREARE PIU' POSTI DI LAVORO IL PROVINCIALE NON SA CHE IN FRANCIA E' UN DISASTRO!!!!

rokko

Gio, 15/03/2018 - 14:05

FoxMulder, sarà la centesima volta che scrivi che "il M5S vuole tassare di più il nord per dare soldi a 9 milioni di zecche del sud". A parte che le zecche saranno forse quelle che hai addosso, il concetto è chiaro, ormai le elezioni si sono fatte e, ti piaccia o no (a me ad esempio fa schifo, ma il risultato delle urne è quello) hanno vinto Lega e M5S, che guarda caso sono anche quelli che hanno sparato le promesse più irrealizzabili e strabilianti in campagna elettorale. Io spero che governino entrambi, perchè voglio andare a "vedere" le carte: non solo reddito di cittadinanza, ma anche abolizione della Fornero, diecimila rimpatri al mese, la flat tax al 15%, il pil a più 2.5%, lo sforamento dei parametri UE e così via. Sono già seduto sul divano in attesa che lo spettacolo inizi.

rokko

Gio, 15/03/2018 - 14:07

Nick2, non scrivere sciocchezze, in nord europa non c'è il reddito di cittadinanza, c'è il sostegno al reddito di chi perde il lavoro, che è una cosa diversa. Lo stesso per Salvini: le sue idee sono talmente strambe che nemmno in Romania hanno pensato di metterle in pratica.

rokko

Gio, 15/03/2018 - 14:10

donzaucker, ti sbagli, Brunetta ha parlato delle coperture della flat tax, ed anche in dettaglio: ci ha spiegato che eliminando tutte le detrazioni che ci sono sulla dichiarazione dei redditi, si finanzia la flat tax. Peccato che (ma qui occorre un po' di mente critica, cosa che scarseggia) togliere detrazioni è equivalente ad aumentare le tasse, per cui la flat tax sarà finanziata con tasse (almeno a sentire Brunetta) e quindi devo ancora capire quale sarà l'utilità, almeno per le persone fisiche. Per le imprese occorrerà capire come sarà impostata la flat tax, ma se l'andazzo è quello ...