Illinois, prete rimosso per pornografia omosex e sottrazioni indebite

Il reverendo Barry J. Harmon avrebbe patrocinato un “accompagnatore” sessuale negli anni '90 e si sarebbe appropriato indebitamente di migliaia di dollari appartenenti alle parrocchie.

Negli Stati Uniti d'America un prete cattolico dell'Illinois è stato rimosso per pornografia, atti omosessuali e appropriazione in debita.

Il reverendo Barry J. Harmon, 55 anni, che aveva servito presso la Chiesa cattolica "Mother of Dolors" di Vandalia e presso la Chiesa di "San Giuseppe" di Ramsey (Illinois), è stato rimosso dai suoi incarichi pastorali dal vescovo di Springfield Thomas J. Paprocki. Harmon era stato inizialmente messo in congedo medico il 30 ottobre 2017. Adesso è stato rimosso dal ministero in attesa della sua riduzione allo stato laicale.

Harmon avrebbe patrocinato un “accompagnatore” sessuale negli anni '90, si sarebbe appropriato indebitamente di 40 mila dollari appartenenti ad una parrocchia nel 2005 e potrebbe essere coinvolto in "attività immorale" legate alla pornografia, spendendo per questo motivo fino a 29 mila dollari nelle parrocchie in cui ha operato.

Harmon ha accettato di restituire i fondi sottratti, ha detto il vescovo Paprocki. "Non abbiamo trovato nulla che indicasse l'esistenza di attività inappropriate con minori", ha scritto Paprocki. La portavoce diocesana Marlene Mulford a proposito di "attività immorale", ha detto che la diocesi "è sicura che questa non coinvolga minorenni".

Un informatore che ha contattato il gruppo attivista cattolico romano Faithful Inc. ha detto che la situazione coinvolgerebbe il prete molto più di quanto appaia in superficie. Una ricerca condotta dalla diocesi nella canonica di Vandalia ha portato alla luce "almeno un tronco di pornografia omosessuale", oltre ad accessori per la droga, ha detto l'informatore. Padre Harmon avrebbe avuto una relazione omosessuale decennale con un ex detenuto, Frank R. Bergen, ha sostenuto il presidente della Roman Catholic Faithful Stephen G. Brady, il cui gruppo ha condotto indagini nella diocesi dal 1996. "Si sapeva di padre Barry Harmon anni fa quando Rcf lo ha segnalato per la prima volta e non è stata intrapresa alcuna azione credibile. Ciò dimostra il fatto che nulla viene fatto e tutto viene coperto".

Il vescovo Paprocki aveva incontrato i parrocchiani di Vandalia e Ramsey all'inizio di febbraio 2018, ma non era stato fatto alcun annuncio pubblico dei presunti misfatti di Harmon o del coinvolgimento della polizia nel caso.

"Abbiamo recentemente scoperto che padre Barry è stato accusato di guida sotto l'influenza dell'alcol il 31 luglio 2018", ha scritto Paprocki. "Alla luce di tutto questo, è chiaro che padre Barry non è adatto per il ministero di alcun tipo nel sacerdozio".

Commenti
Ritratto di Evam

Evam

Lun, 10/09/2018 - 18:47

L'uomo di chiesa ormai è riuscito a mortificare la vocazione sostituendola con lo svolgimento di un lavoro qualsiasi, possibilmente vantaggioso sotto molti aspetti dei quali nessuno tange se pur lontanamente la spiritualità.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Lun, 10/09/2018 - 20:25

Ma hanno tutti queste facce da frequentatori compulsivi di birrerie? Non è che Lombroso alla fine aveva ragione?

gabriel maria

Mar, 11/09/2018 - 08:18

non giudico...ormai la chiesa cattolica è diventata un covo di deviati sessuali...e questo papa...parla...parla...da occhiatacce...mangia dalle suore perché non si fida di nessuno....e fino ad ora non ha fatto un bel tubo ...,tranne che importare in Italia valanghe di islamisti.....ovviamente se scacciasse dalla chiesa tutti i suoi pedofili si troverebbe con ben pochi preti.............,però visto che grazie a lui le chiese si sono svuotate ....non se ne accorgerebbe nessuno!!!!