Immigrati, così cambia tutto: "Responsabili i Paesi del Nord"

L'accoglienza funzionerà in modo diversa. Anticipazioni parlano di una vittoria di Renzi e degli Stati del Sud

Potrebbe cambiare tutto se le anticipazioni che sono questa mattina sulle pagine del Financial Times dovessero poi rivelarsi le mosse che l'Unione Europea ha intenzione di prendere per rispondere alla crisi migratoria in atto. Secondo il quotidiano gli accordi di Dublino, quelli che finora di fatto hanno regolato l'accoglienza, potrebbero, nella loro forma attuale, diventare storia passata.

Il primo, grosso, cambiamento dovrebbe riguardare la regola secondo cui chi arriva in Europa deve chiedere accoglienza nel primo Paese in cui mette piede. Una regola che non è mai stata ben vista dall'Italia e dagli altri Stati del Sud, convinti dell'ingiustizia di una norma che di fatto scarica su chi si affaccia nel Mediterraneo il peso maggiore della crisi migratoria.

Una regola che ora, scrive il Financial Times, sarebbe ritenuta "superata" e "ingiusta" e che per questo dovrebbe essere eliminata in una proposta che sarà presentata a marzo. Questo secondo funzionari che sono a conoscenza del contenuto del piano e che hanno parlato al quotidiano.

La conseguenza diretta potrebbe essere l'obbligo per Paesi come la Gran Bretagna o per i più ricchi Paesi del Nord, di assumersi una responsabilità diretta maggiore nella gestione dei migranti. E secondo il quotidiano potrebbe portare anche a una pressione maggiore per l'adozione di un sistema delle quote.

E se il Financial Times scrive che un cambiamento di questo tipo sarebbe di fatto una vittoria per Matteo Renzi, diversamente la pensa però il centrodestra. Antonio Tajani, vicepresidente del Parlamento europeo e uomo di Forza Itaia, chiarisce che la mossa "è assolutamente indipendente" dalla strategia portata avanti da Roma.

Commenti

Aegnor

Mer, 20/01/2016 - 10:39

Con questa mossa,si spera in un incremento sostanzioso di arrivi,onde favorire un cospicuo incremento di guadagni per le varie coop e onlus no profit.

Ritratto di San_Giorgio

San_Giorgio

Mer, 20/01/2016 - 11:09

Guardateli nella foto... e ditemi se con moglie e figli piccoli, ve ne mettereste tre in casa, di questi... Follia.

APG

Mer, 20/01/2016 - 11:39

@ Aegnor - Esatto, proprio così! Tutti da noi devono passare.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 20/01/2016 - 11:41

Cambia tutto????????.....Cambia niente!!!!!Si continua con la solita "accoglienza" e con i problemi,che saranno sempre di più,per la gioia di quelli che votano partiti favorevoli a questa "accoglienza",e per la complicità di coloro che pur non favorevoli,non vanno a votare contro!!!!

mariolino50

Mer, 20/01/2016 - 11:45

Ma non sarebbe più semplice fare come facevano gli americani, controllo ferreo degli immigrati, e quelli che non sono richiesti raus a casa, possibilmente con le buone, oppure....

umberto nordio

Mer, 20/01/2016 - 12:10

E questa sarebbe una vittoria degli "stati del sud?La vittoria l'avranno quando si decideranno a rispedire indietro a cannonate tutti i barconi che si avvicinamno alle nostre coste"?O meglio a non farli nemmeno partire.Vedrete che la smetteranno presto.

smoker

Mer, 20/01/2016 - 12:31

Non cambierà un bel niente finchè la UE non dirà a chiare lettere che non accetterà più nessuno , ma non succederà , quei mollaccioni di Bruxelles non hanno il coraggio per affrontare la situazione. Tra l'altro ora aspettiamoci le ondate di pakistani , che fuggono dagli attacchi terroristici dei talebani.

Cheyenne

Mer, 20/01/2016 - 12:58

serve solo blindare le frontiere non abbiamo nessun dovere di accogliere clandestini per giunta provenienti dalle patrie galere dei loro paesi

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 20/01/2016 - 13:36

ma cacciateli a mare, troppo comodo darli ai primi paesi più vicini.