Immigrazione, missione di terra in Libia per controllare spiagge e porti

Potrebbe scattare un'operazione di polizia internazionale con l'aiuto dell'Onu e di Bruxelles

Mentre si contano ancora i morti nel canale di Sicilia si prova, per una volta, a dare una risposta ferma all'emergenza immigrazione che parte dalle coste libiche. Gli sbarchi e soprattutto i naufragi proseguono senza sosta. In tanti, nel mondo politico e non, chiedono un intervento diretto sulle coste libiche per bloccare alla fonte l'ondata di sbarchi. Lo ha proposto Daniela Snatanchè, ma anche Matteo Salvini: "Bisogna fermare i barconi prima che partono". Il business degli sbarchi vale circa 34 miliardi di dollari e difficilmente gli scafisti sono pronti a fare un passo indietro. Così adesso si pensa ad una coalizione di polizia internazionale che possa intervenire sul campo in Libia per bloccare i barconi al momento della partenza.

Una task force sotto il controllo dell'Unione Europea potrebbe intervenire sulle coste libiche per fermare il mercato di essere umani da parte degli scafisti. La proposta potrebbe avanzarla l'Italia al Consiglio Europeo in Lussemburgo dove si riuniranno tutti i ministri europei degli Stati Ue. Il piano prevede anche la realizzazione di campi profughi già in Libia per controllare sin dal nord Africa i requisiti di chi arrivato in Italia chiede lo status di rifugiato. L'Italia potrebbe partecipare al piano con l'Esercito, la Marina militare e l'Aeronautica. Per il momento l'idea è quella di un'operazione sulla parte settentrionale della Libia. Ma non è escluso che con l'aiuto degli altri Stati Africani, dell'Onu, e soprattutto degli altri Stati Ue, l'intervento possa estendersi in tutto il Paese. L'ultima tragedia del mare a quanto pare potrebbe essere purtroppo il motivo per trovare una soluzione definitiva ad una tragedia che si ripete da troppo tempo.

Commenti

Tuthankamon

Lun, 20/04/2015 - 08:56

Sempre all'ultimo momento ... sperando che lo faccia qualcun altro!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Lun, 20/04/2015 - 09:47

Mi sembra auspicabile, unitamente all'altra soluzione drastica, affondare tutti i barconi in mano agli scafisti, risolvendo il problema alla radice.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 20/04/2015 - 09:50

aspettate ancora un po' e raccontatelo ai quattro venti, così loro si organizzano e vi faranno vedere i sorci verdi. Queste sono operazioni che vanno fatte con il "detto e fatto" altro che pensarci 2 volte.

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 20/04/2015 - 10:18

praticamente doppia incxxxta! dobbiamo anche pagare anche esercito per poi trasferirli sempre qui! ma basta con sti clandestini. bombardarli e una volta sul fondo del mare adios

19gig50

Lun, 20/04/2015 - 10:41

Fatelo una buona volta, con o senza l'aiuto di Bruxelles. Dimostriamo al mondo che ci deride, di avere un po' d'orgoglio e amor patrio. Se qualcuno delle istituzioni esprimesse un parere contrario buttatelo tra i barconi in modo che non se ne senta più parlare.

plaunad

Lun, 20/04/2015 - 11:00

Discutere discutere discutere .... Ma non si sa fare altro? Decidere bisogna e velocemente.

beowulfagate

Lun, 20/04/2015 - 11:02

Se questa task force,ammesso che si faccia,sarà sotto l'egida di ue e onu...beh,non credo sarà il massimo dell'efficienza.Come dice il vecchio adagio:se vuoi che una cosa sia fatta bene devi fartela da te.Non sarà vero nel 100% dei casi,ma forse lo è più di quanto non si pensi.

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 20/04/2015 - 11:08

si, con comodo non c'è fretta, discutetene per bene ancora per qualche mese.

ORCHIDEABLU

Lun, 20/04/2015 - 11:09

NON HO CAPITO SE GLI IMMIGRATI PER FUGGIRE PAGANO IN DENARO O GLI CONFISCANO LE CASE MINACCIANDOLI CON LE ARMI PER ALLONTANARLI DALLE LORO TERRE.

macchiapam

Lun, 20/04/2015 - 11:14

Molto bene: ma che si muovano in fretta!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 20/04/2015 - 11:19

Personalmente non sono per nulla contrario a fare finalmente qualcosa, però spero che ci si renda conto che data l'attuale situazione libica si dovrà fare qualcosa di più che "polizia internazionale". Se si parte al rallentatore non avremo altro che qualche "fortino" sulle spiagge, nel mirino dell'isis e di qualunque altro gruppo armato "contro". Serve un intervento militare deciso e massiccio per controllare il territorio, sennò mentre smistiamo la gente ci sparano addosso...

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 20/04/2015 - 11:30

Speriamo che ci vadano gli altri. L'esercito italiano fa ridere: ci faremmo soltanto massacrare entrando per sempre tra i ridicoli della storia.

linoalo1

Lun, 20/04/2015 - 11:33

Ma pensa te quanto Ignorantoni siamo!Prima andiamo a combattere la Libia ed ad eliminare Gheddafi e,subito dopo,spero consci dell'enorme cazzata fatta,cerchiamo di riparare il danno!

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Lun, 20/04/2015 - 11:56

@grandecane17: sarà ridicolo lei...le forze armate italiane sono addestrate e professionali, hanno solo la sfortuna di non avere dietro di loro uno stato con gli attributi, che supporti la loro azione con l'energia e la risolutezza necessaria, e questo sia per colpa dei politici, sia per la platea di ominicchi e quaqquaraquà che popola questo paese, a volte pure facendo commenti infelici come il suo...

Nerone64

Lun, 20/04/2015 - 12:23

penoso che ci stiano ancora pensando!

19gig50

Lun, 20/04/2015 - 12:25

Andrea B. hai ragione le Forze Armate italiane sono professionali ma sono i loro vertici che non hanno a cuore la situazione. Purtroppo la politica è entrata anche in quella struttura e se vuoi far carriera devi adeguarti al diktat di di chi governa.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Lun, 20/04/2015 - 12:36

Non facciamo idiozie. I nostri soldati verrebbero arrestati come è successo in India.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Lun, 20/04/2015 - 13:20

@Andrea B.: questo lo dice lei. Vedremo, ma spero non ci sia mai la possibilità di verificare le mie parole...

ESILIATO

Lun, 20/04/2015 - 20:56

Distruggere i barconi in porto quando sono ancora vuoti.

Ritratto di franco_DE

franco_DE

Mar, 21/04/2015 - 09:08

CONTROLLANO TUTTA LA COSTA LIBICA MIGLIAIA DI KM? DAL EGITTO ALLA TUNISIA? O SONO ALTRI SOLDI BUTTATI AL VENTO? ORCHIDEABLU PERCHè HANNO CASE? SONO COSì RICCHI MA SE VIVONO IN CAPANNE... CON UNA FAME NERA ALTRO CHE CASE.

little hawks

Mar, 21/04/2015 - 11:30

@Andrea B. Concordo: ci vuole un grosso sforzo militare per mantenere lo stato di pace nella regione, però così facendo tutta l'Europa avrebbe il vantaggio di disporre di un territorio in cui fare dei centri di accoglienza seri dove far confluire tutti i migranti per verificare se hanno o meno diritto allo stato di rifugiati.

Giovanni2.1

Mer, 22/04/2015 - 20:00

80/100.000 uomini è il calcolo approssimativo per avere un minimo di sicurezza, gli usa sono fuori e l'europa non'è all'altezza, mi sa che la situazione è alquanto intricata.