Incendio devasta le Canarie: mille persone evacuate

L'incendio si era sviluppato lo scorso sabato. Al lavoro dieci mezzi aerei e centinaia di vigili del fuoco

Un enorme incendio si è sviluppato sui monti dell'isola spagnola Gran Canaria. Le fiamme si sono sviluppate sabato e hanno interessato zone vicine alle località di Tejeda, Artenara e Galdar, dove decine di persone sono state messe in salvo.

Le raffiche di vento, che soffiano a 70 chilometri orari, rendono difficili le operazioni di spegnimento del rogo, che ha costretto le autorità spagnole a far evacuare, per sicurezza, un migliaio di persone. Secondo le squadre impegnate nel fronteggiare l'incendio, sarebbero già stati devastati mille ettari di bosco. Nell'intervento di contenimento delle fiamme sono stati impegnati anche decine di elicotteri e di un velivolo.

Secondo la stampa spagnola, l'incendio potrebbe essere stato provocato da un 55enne, che stava effettuando alcuni lavori di saldatura.

Per tentare di domare le fiamme, i mezzi aerei hanno scaricato oltre 250mila litri di acqua nell'area di Artenara e circa 600 persone hanno partecipato alle operazioni di estinzione. Ma il rogo ancora non si ferma.