Iran, Obama apre a Mosca: "È stata d'aiuto nel negoziato"

Il presidente sembra voler ricucire i rapporti con il Cremlino e ringrazia la Russia per l'impegno profuso nelle lunga trattativa con Teheran. Poi dice di essersi ispirato a Nixon e Reagan

A sorpresa Barack Obama apre a Mosca. Lo fa riconoscendo il ruolo importante che la Russia ha avuto nella difficile e lunga trattativa tra il Gruppo dei 5+1 e l'Iran per l'accordo sul nucleare. "La Russia è stata d’aiuto - dice il presidente -. Devo essere onesto non ne ero sicuro considerate le differenze sull’Ucraina", ha detto in un'intervista al New York Times, aggiungendo di essere "rimasto sorpreso" dal presidente russo. "Putin e il governo russo hanno in questo caso distinto gli ambiti in un modo che mi ha sorpreso", ha riconosciuto Obama, "e non avremmo raggiunto questo accordo se non fosse stato per la volontà della Russia di rimanere con noi e con gli altri partner del 5+1 nell’insistere per un accordo solido". Obama si è detto anche incoraggiato dal fatto che Putin un paio di settimane fa lo abbia chiamato iniziando la conversazione dalla delicata situazione in Siria e del futuro del regime di Assad.

Sull'accordo con l'Iran Obama ha sottolineato quello che ritiene essere il punto chiave: "Noi non misuriamo questo accordo in base alla sua capacità di cambiare il regime in Iran, né su quella di risolvere ogni problema che possiamo avere in Iran, né di eliminare tutte le loro scellerate attività nel mondo. Noi misuriamo questo accordo sulla sua capacità di non permettere all’Iran di avere la bomba atomica". Ai suoi critici, a partire da Benjamin Netanyahu, il presidente americano risponde che "questo
è sempre stato quello che era in discussione" nei lunghissimi negoziati. Nel condurre i quali il presidente dice di essersi ispirato a due predecessori repubblicani, Richard Nixon con la sua storica apertura alla Cina nel 1972 e Ronald Reagan che firmò gli accordi nucleari con all’allora Urss. "Come sapete ho molte differenze con Reagan, ma la cosa che ammiro completamente di lui è la capacità di riconoscere che è possibile verificare un accordo negoziato con l’impero del male: "Non sono d’accordo con molte delle cose fatte da Richard Nixon, ma lui ha capito che vi era la prospettiva, la possibilità che la Cina potesse prendere un cammino diverso".

Guardando a questi esempi per Obama è stato così possibile negoziare con la "teocrazia autoritaria che guida l’Iran, che è anti-America, anti-Israele, anti-semita, sponsor del terrorismo. Abbiamo molte profende differenze con loro, ma per iniziare, abbiamo un obiettivo modesto, fare in modo che non abbia l’arma nucleare". Agli alleati scettici ma soprattutto al Congresso a guida repubblicana Obama ribadisce che "le critiche sono fuorvianti", invitando tutti a valutare "esattamente quello che abbiamo ottenuto" con l’accordo di Vienna. "Abbiamo tagliato ogni possibile cammino dell’Iran per sviluppare le armi nucleari", spiega ricordando che questo è stato ottenuto grazie al fatto che si è riusciti ad unire la comunità internazionale in un regime di sanzioni che ha "indebolito l’economia iraniana, portandoli alla fine al tavolo. Se non avessimo avuto questo tipo di consenso globale intorno alla nozione che l’Iran non può avere nessun tipo di potere nucleare".

Obama ha poi sottolineato l’importanza del fatto che questo accordo, dato "i passati comportamenti di Teheran, i nostri forti sospetti e le prove che hanno cercato di costruire armi con il programma nucleare» definito di uso civile, "non sarà basato sulla fiducia, ma su un meccanismo di verifica". Insomma, se l'Iran dovesse sgarrare non la passerebbe liscia e scatterebbe subito la ritorsione.

Commenti

Renee59

Mer, 15/07/2015 - 16:27

E' completamente fuori.

Blueray

Mer, 15/07/2015 - 17:18

Questo vi da la misura di cosa capisce Obama di politica estera: meno del mio barbiere.

Fab73

Mer, 15/07/2015 - 17:55

E il commento quella delle capacità intellettive di Blueray...

Fab73

Mer, 15/07/2015 - 17:55

E il commento il livello delle capacità intellettive di Blueray...

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 15/07/2015 - 18:37

"Poi dice di essere inspirato a Nixon e Regan". Aoh, l'abbronzato ha cambiato di nuovo pusher!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mer, 15/07/2015 - 18:39

Ma di cosa parla? Dell'accordo con l'Iran? Accordo che sarebbe comico se non fosse tragico. Bastava vedere il nulla seduto a "presiedere" (presiedere?????????) il tavolo dell'incontro per squalificare e ridicolizzare tutta la faccenda. L'Italia è sprofondata nella vergogna, la mogherini ha tradito Israele, è vero che lo ha fatto senza probabilmente neppure capire di cosa si stava discutendo, ma questo non diminuisce la colpa dell'Italia, aggiunge solo una nota di involontaria comicità ad una tragedia autentica.

Linucs

Mer, 15/07/2015 - 20:26

Dai, fate pace con i russi e magari vi levate Israele dalle palle, cominciate a governarvi da soli.

billyserrano

Mer, 15/07/2015 - 21:37

Quando è stato eletto credevo in un cambiamento degli usa in fatto di politica estera, ma Obama non ne ha azzeccata una nemmeno per sbaglio. O si fida troppo di consiglieri interessati ad altro, oppure proprio non capisce. Putin ha dato una mano????? ma Putin ti mangia a colazione. Putin si fa gli affari suoi (vedi Russia), e ci mancherebbe. E ora, cosa dovrai dargli in cambio per l'appoggio? Obama: cambia mestiere. Magari fai il pizzaiolo, che ti viene meglio.

Pitocco

Gio, 16/07/2015 - 01:46

Tradito Israele...ohhhh, ma di che caspita stiamo parlando? E che sarebbe 'sto israele? Mai sentito nominare, ma chi sarebbe, un ministro, un politico, un portaborse?

idleproc

Gio, 16/07/2015 - 09:10

Potrebbe essere un cambio di strategia e un tentativo di chiudere con quella fallimentare precedente.

linoalo1

Gio, 16/07/2015 - 09:31

Povero Obama!!!!Dopo le ingiuste Sanzioni,oggi si scusa e ringrazia Putin!!!!Che figura!!!!!!!!

Cirilla

Gio, 16/07/2015 - 09:50

Cirilla.Finalmente qualcosina l'ha capita speriamo che se n'è accorgerà anche che i comunisti nostrani gli stano tagliar l'erba s0tt0 i piedi-

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 16/07/2015 - 09:52

Catturati consiglieri ISIS: con passaporto Usa e Israel La notizia viene da una fonte della sicurezza irachena.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 16/07/2015 - 09:55

Putin, ignora il falso ipocrita USA