Iran: "Gli Usa stanno progettando di assassinare Qassem Soleimani"

"La sua voglia di martirio dovrà attendere". Fin dal 2010, la presunta morte di Soleimani, musulmano devoto e strenuo difensore della teocrazia sciita, è stata annunciata a più riprese

“Gli Stati Uniti sono disperati perché non sanno come assassinare il generale Soleimani, tuttavia abbiamo adottato misure di massima sicurezza per proteggere il nostro comandante da tali minacce”. E’ quanto ha dichiarato ai media del paese il Capo di Stato Maggiore della Forze Armate iraniane, il generale Hassan Firouzabadi.

Fin dal 2010, la presunta morte di Soleimani, musulmano devoto e strenuo difensore della teocrazia sciita, è stata annunciata a più riprese.

Il quindici novembre scorso, ad Aleppo, elementi del Free Syrian Army, le forze sostenute dagli Stati Uniti, affermarono di aver lanciato un missile TOW contro il mezzo su cui viaggiava Soleimani, comandante delle forze iraniane in Iraq ed in Siria. Nella stessa auto, i ribelli affermarono di aver eliminato anche tre comandanti iraniani: Masoud Askari, Mahmud Dahakan ed Ahmed Rajai. La notizia fu subito smentita dagli iraniani che pubblicarono anche una foto di Soleimani (si scoprirà essere vecchia di quattro mesi).

Nonostante le smentite, i Mojahedin del Popolo Iraniano, l’opposizione politica del paese, in un comunicato ufficiale parlarono di condizioni disperate, con controspionaggio iraniano che impose un blackout totale per evitare eventuali fughe di notizie sulle condizioni del “Comandante Ombra”.

In risposta all’opposizione, Teheran dovette confermare l’incidente, parlando di “lesioni non gravi". A causa delle ferite riportate Soleimani non partecipò alla classica riunione dei comandanti dell’esercito con l'Ayatollah Khamenei. La nomina del comandante della Forza Quds è esclusiva prerogativa della Guida Suprema.

Vecchia conoscenza degli USA e oggetto di sanzioni dall’Occidente, Soleimani è il comandante della Forza Quds che gestisce una rete di forze delegate in tutto il Medio Oriente, tra cui Siria, Iraq, Yemen e Libano da quindici anni. La Forza Quds o Brigata Gerusalemme, ala per le operazioni speciali del Corpo delle Guardie rivoluzionarie dell'Iran, è ritenuta responsabile della morte di centinaia di soldati americani in Iraq. Secondo il Pentagono, la Forza Quds supporterebbe gruppi terroristici in Libano, Yemen e Iraq.

Il generale Soleimani è vivo e al sicuro – ha aggiunto Firouzabadi – i terroristi diffondono voci false a causa delle pesanti perdite subite dal nostro esercito, la sua voglia di martirio dovrà attendere

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 06/02/2016 - 11:27

Il negro gli ha appena tolto le sanzioni........

Ritratto di Horten

Horten

Sab, 06/02/2016 - 11:58

Credo che abbiano tolto solo le sanzioni in seno al ONU. Quelle unilaterali (illegali) sono rimaste. I neocon ritengono che l'iran sia uno di quei paesi sovrani che si può distruggere senza estinzione del genere umano, quindi ci proveranno. Secondo me la rimozione delle sanzioni ONU è stato un grande successo per i russi e i cinesi perchè loro adesso investiranno per davvero mentre alle italiette dell'UE verrà imposto ulteriori sanzioni perchè i nostri amichetti prediletti, erano, sono, e sempre dovranno essere l' aRRRABBIA INAUDITA e QATARRO.

Trifus

Sab, 06/02/2016 - 12:22

Stenos, hai ragione da vendere. Sarebbe bastato che l'abbronzato avesse preteso che la costruzione e gestione del nucleare Iraniano fosse interamente governato dalla Russia. così coglieva due piccioni con una fava. Testava la volontà Russa di non andare contro l'occidente e metteva l'Iran con le spalle al muro. Se avessero accettato questa situazione, solo allora sarebbe stato il caso di togliere le sanzioni all'Iran ed anche alla Russia aggiungo, Per poi coordinare insieme alla Russia lotta all'Isis.. Ma all'abbronzato che sta all'altro capo dell'Atlantico una mossa così semplice non gli è venuta in mente.

jeanlage

Sab, 06/02/2016 - 12:24

Un omicidio mirato per protegger la pace? Ne ricordo un, a Dallas nel 1963. Peccato però che il signore della guerra eliminato la guerra del Vietnam la aveva già fatta scoppiare.

soter66

Sab, 06/02/2016 - 12:37

Obama cel'ha con tutti quelli che non sono abbronzati come lui.

demin

Sab, 06/02/2016 - 13:18

Ma quando qiornali cominciano gridare , che Obama assassino cherci ucidere una persona

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 06/02/2016 - 15:13

demin... ABBI PIETÀ DI NOI...

little hawks

Sab, 06/02/2016 - 17:35

Certo che la politica estera dell'abbronzato lascia molto a desiderare! Il nemico è l'Isis o no? Perché gli USA, l'Arabia Saudita ed i Turchi appoggiano i tagliagole? E l'Europa cosa pensa di fare da grande, mentre per ora applica le sanzioni alla cristianissima Russia?

alberto_his

Sab, 06/02/2016 - 20:46

Lunga vita al generale Soleimani