"Al Baghdadi è stato avvelenato"

Giallo sulle sorti del leader dello Stato Islamico: secondo i media iracheni, al Baghdadi sarebbe stato avvelenato nei pressi di Mosul. E l'Isis non smentisce la notizia

Il Califfo del sedicente Stato Islamico, Abu Bakr al Baghdadi, avrebbe subito un tentativo di avvelenamento. È questa la voce, non confermata, ma neppure smentita dai canali ufficiali dell’Isis, che circola sui media iracheni, mentre le forze della coalizione internazionale anti-Isis a guida Usa, stanno preparando il lancio dell’offensiva su Mosul, l’ultima roccaforte dello Stato Islamico in Iraq.

Al Baghdadi, che la settimana scorsa, per la prima volta dopo due anni, era di nuovo apparso in pubblico, nei pressi di Mosul, sarebbe stato avvelenato, assieme ad altri tre fedelissimi, in una casa nel villaggio di al Baaj, 90 chilometri a sud-ovest proprio di Mosul, nella provincia irachena di Ninive. Secondo fonti di intelligence del governo iracheno, citate dall’emittente televisiva al Sumaria, e dall’agenzia di stampa di Baghdad, al-Iraqnews, del veleno sarebbe stato introdotto nel cibo che il leader del Califfato islamico e tre suoi fedelissimi stavano consumando. Secondo le stesse fonti, i quattro, dopo aver riportato i primi sintomi di avvelenamento, sarebbero stati trasportati in una località segreta nei pressi di Mosul, per essere curati. Sulle sorti del Califfo però, non ci sono informazioni più precise. E non è la prima volta che il leader dell’Isis viene dato per ferito o addirittura per morto. Gli stessi media iracheni, infatti, ieri avevano riportato la notizia di un presunto ferimento di al Baghdadi in un raid aereo.

In attesa dell’offensiva per la liberazione di Mosul, alla quale, secondo le agenzie di stampa, per partire, manca solo il via libera del primo ministro iracheno Hayder al-Abadi, il leader del Califfato, al Baghdadi, secondo il sito d’informazione curdo “Rudaw”, avrebbe ordinato ai suoi miliziani di radere al suolo la città e di provocare il più alto numero possibile di vittime civili. Secondo un portavoce del Partito curdo dell’Unione Democratica, Said Mamuzini, citato da Rudaw, l’Isis starebbe cercando, infatti, di coinvolgere anche la popolazione civile nella difesa della città e, per questo “ogni giorno non mancano arresti e uccisioni” tra chi si rifiuta di combattere. Secondo il politico curdo attualmente a Mosul ci sarebbero “tra i 7 e i 10 mila” jihadisti. Ma i capi e gli “emiri” dell’organizzazione, sempre secondo il sito, starebbero invece lasciando la città per dirigersi verso il confine siriano, forse per raggiungere Raqqa, portando con sé oro, denaro e reperti archeologici. Al Baghdadi avrebbe, infatti, ordinato ai miliziani dell’Isis, anche di “fuggire nel caso in cui dovessero rendersi conto di non essere più in grado di difendere la città”.

Commenti

sparviero51

Lun, 03/10/2016 - 17:59

GENERALMENTE QUESTE SONO SPECIALITÀ DEI MENÙ RUSSI .

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 03/10/2016 - 18:13

Speriamo sia vero,ancor piu' tra atroci sofferenze.

tiromancino

Lun, 03/10/2016 - 18:51

Gli avranno dato del maiale?

fisis

Lun, 03/10/2016 - 19:39

Gli auguriamo di cuore un bel viaggio all'inferno, in compagnia di satana suo amico.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 03/10/2016 - 19:55

@sparviero51: la cucina russa sta spopolando nelle terre tra i fiumi ricchi di caviale al polonio. Comunque da quelle parti, come squillava una propaganda nostrana è il tutto e di più, di buono è che con tutta quella sabbia desertica che c'è si fa presto a seppellire i morti. Ossequi.

sesterzio

Lun, 03/10/2016 - 20:41

Sai che dispiacere !!

Tobi

Mar, 04/10/2016 - 00:59

poi, nell'imminenza delle elezioni U.S.A., gli americani faranno finta di averlo ucciso loro per sponsorizzare la candidatura della Clinton, così come già hanno fatto con la finta cattura di Obama Bin Laden per dar merito ad Obama ed appoggiare il suo secondo mandato presidenziale nel 2011 (mentre si sa che Bin Laden era già morto 10 anni prima, nel 2001).

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 04/10/2016 - 01:15

Basta che non risorga un'altra volta. Tropper volte l'hanno dato per morto. Tutte bufale. Oppure ne hanno sempre uno di riserva.

Grix

Mar, 04/10/2016 - 08:39

Al Baghdadi e' morto.