Isis, falsi certificati medici per evitare di combattere

Un dossier si un ricercatore britannico ha svelata la nuova tendenza degli uomini del Califfo. Così evitano di finire in prima linea e farsi uccidere

Ora gli uomini dell'Isis hanno paura. Le perdite, i problemi militari e le ristrettezze finanziarie stanno gravando profondamente sulla strategia del Califfo. Ora i tagliagole fanno di tutto per evitare di combattere i prima linea.

Per evitare di scendere sul campo di battaglia, come evidenziato dal rapporto del Combating Terrorism Center (CTC), i militanti hanno presentato dei falsi certificati medici. "Le carenze di personale sono state evidenziate anche da un documento dello Stato islamico che è emerso lo scorso anno – si legge nel rapporto – Il dossier, rilasciato nella provincia di Deir ez-Zor, nella Siria orientale, indica che un certo numero di membri dello Stato Islamico aveva cercato di ottenere referti medici falsi al fine di evitare il combattimento. I problemi finanziari dello Stato Islamico si sovrappongono a quelli di coesione interna dell'organizzazione terroristica" è quanto si legge dal documento del CTC.

Secondo uno studio del ricercatore britannico Aymenn Jawad al Tamini lo Stato Islamico starebbe vivendo un periodo di nero a causa della mancanza di combattenti durante le battaglie decisive. Lo studio mette in evidenza come in diverse occasioni sia in aumento il numero di jihadisti che, per evitare di combattere, ha dichiarato di essere malato. Inoltre si sottolinea come questo andamento sia legato ai problemi economici dell'Isis.

Commenti

Una-mattina-mi-...

Mar, 26/04/2016 - 13:21

Se lo sa Allah gli toglie le vergini dopo morti

cgf

Mar, 26/04/2016 - 13:23

già novembre scorso in 5 giorni l'aviazione russa ha distrutto oltre mille cisterne, il petrolio non sanno più come portarlo in Turchia, no petro no dinero. Molto meglio ed efficace che far saltare presunte banche centrali.

agosvac

Mar, 26/04/2016 - 13:52

Certo una cosa è andare in Francia o in Belgio ad uccidere civili inermi, cosa ben diversa è affrontare il nemico faccia a faccia quando il nemico non solo si può difendere ma anche ha il coraggio di attaccare!!!!!