La jihadista italiana: "Qui nelle terre dell'Isis rispettano i diritti umani"

In un colloquio con il Corriere, Lady Jihad ribadisce il suo innamoramento per lo "Stato" del terrore. "Qui comanda la legge perfetta di Allah"

Se visto da fuori il sedicente Stato islamico è luogo di orrori senza fine, dove le decapitazioni sono all'ordine del giorno, punizione per i criminali e spettacolo macabro da mostrare in una infinita sequela di filmati propagandistici, per chi i territori controllati dai jihadisti li ha raggiunti non esistono migliori condizioni in cui vivere.

Imbottiti di discorsi sul jihad e sulla bontà di ciò che si sta facendo tra Siria e Iraq, convinti che il vessillo nero sotto cui combattono i miliziani sia una sorta di idealtipo a cui tutto il mondo dovrebbero aspirare, gli accorsi allo Stato islamico non fanno mistero del loro pensiero.

È quello che si capisce nell'ascoltare, ancora una volta, la voce dell'italiana Maria Giulia Sergio, raggiunta tramite Skype da una giornalista del Corriere della Sera. Se finora la si era sentita soltanto in due lunghe intercettazioni, in un dialogo con i parenti, che aveva convinto ad abbandonare la Lombardia per partire alla volta della Siria, il tono della 28enne Fatima - questo il nome che si è scelta dopo la conversione all'islam - è oggi molto diverso.

La Maria Giulia Sergio che parlava ai genitori delle possibilità che per loro si sarebbero aperte una volta raggiunti i territori degli uomini di Abu Bakr al-Baghdadi, in un viaggio che li aveva convinti a intraprendere, prima che finissero arrestati, con la sorella Marianna e diversi parenti del marito, l'albanese Aldo Kobuzi, ora è sulla difensiva e al contempo attacca.

"Dovresti istruirti, dovresti leggere libri sulla sharia", dice la giovane italiana, che parla del sedicente Stato islamico come di "uno Stato perfetto, perché segue la legge di Allah, il Dio Unico". Una convinzione che è ormai radicata in lei, al punto di dire che laddove comandano i miliziani jihadisti non si fa "nulla che va contro i diritti umani".

A poco servono gli esempi portati dalla giornalista, che tenta di far notare che decapitazioni e punizioni corporali, di cui si fa abbondantemente uso nei territori dell'Isis, tutto sono tranno che metodi conformi ai trattati internazionali. "Noi, quando decapitiamo qualcuno, e dico noi perché anche io faccio parte dello Stato islamico - dice la Sergio -, quando facciamo un'azione del genere lo facciamo agendo in base alla sharia". Che dal suo punto di vista, a quanto pare, tutto giustifica.

Le sue parole, infarcite di una manciata di vocaboli in arabo sempre presenti sulle labbra di chi attinge alla fonte della propaganda jihadista, battono su temi noti: Guantanamo, la doppia faccia degli Stati occidentali, la bontà dell'applicazione delle leggi divine dal punto di vista del sedicente Stato islamico, che pure gran parte del mondo musulmano denuncia come un'aberrazione. Argomenti ripetuti all'ossessione dagli adepti dell'auto-proclamato Califfo.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Mar, 07/07/2015 - 09:51

E allora che resti dove si trova! Non venga in mente a nessuno di andare a tirarla fuori quando chiederà di salvarla.

wintek3

Mar, 07/07/2015 - 10:20

Se non ricordo male questa signorina è stata ospite ad un talkshow dove alla richiesta di qualcuno di bruciare virtualmente le bandiere dell'ISIS per creare un solco tra i musulmani moderati e quanto stava facendo l'ISIS avrebbe risposto che si sarebbe dovuta confrontare con le sue colleghe. Ecco un caso dove per precauzione avrebbero dovuto arrestarla subito.

maurizio50

Mar, 07/07/2015 - 10:28

Mi sorge un dubbio: forse il Corrierone si sta dando da fare per reclutare femmine per il popolo di Allah????

toby111197

Mar, 07/07/2015 - 10:31

ma un atomichina e cosi chiudiamo questa pagliacciata ????

java

Mar, 07/07/2015 - 10:47

Ma perche' stupirsi? i nostri amici di sinistra sono sempre relativisti, parlano dei diritti delle donne in america e italia ma zitti su Arabia Saudita e Cina. Quindi non c'e' da sorprendersi che in Siria ci sono i diritti umani secondo questa tizia. La sinistra mondiale ci ha insegnato a deformare il significato vero delle parole. Quando nessuna cosa ha il suo significato originale e' il caos, dove la sinistra sguazza beata.

baio57

Mar, 07/07/2015 - 10:58

Più che pena mi fa paura .

Zurich2012

Mar, 07/07/2015 - 11:04

Sono tutti drogati marci, l'America il guardiano del mondo ha fatto guerre a poveracci: mandi una squadriglia di B52 e poi a terra con gli Abrams: basta bisogna distruggerli altrimenti lo faranno loro a noi è chiaro ?

Ritratto di frank.

frank.

Mar, 07/07/2015 - 11:07

Java, due parole sulle toghe rosse e sulla corea del nord non le vogliamo dire? Così per completare l'elenco degli slogan.

Ritratto di frank60

frank60

Mar, 07/07/2015 - 11:17

Brava.... e restaci!

forbot

Mar, 07/07/2015 - 11:23

In questo mondo si deve iniziare a pensare di creare una Forza di Polizia o Militare, capace di mantenere un ordine che possa permettere a tutti di poter vivere senza subire ingiustizie, decapitazioni, e tutto il resto. Che vita è, se si vive nel terrore quotidiano? A chi spetta questo compito di organizzare una tale Forza per assicurare a tutti: Giustizia- Libertà- Pace ?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 07/07/2015 - 11:24

Come canta una canzone: vorrei incontrarti fra cent'anni ecc.. Chissà che nel 2100 si festeggerà il millenario delle crociate per liberare il S. Sepolcro o se saremo tutti in polvere.

timoty martin

Mar, 07/07/2015 - 11:41

Favoloso!! poveracce pero' e come sono belle vestite da Alta Moda!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 07/07/2015 - 11:51

Se il tempo è galantuomo un giorno si rimangerà queste parole.Stiamo a vedere.

FrancescaRomana...

Mar, 07/07/2015 - 11:58

Ma io penso che se ognuno fa le cose in casa propria a noi non interessa, i paragoni con la Corea del Nord, che fa qualcuno, non sono appropriati, perché questi vogliono imporre le loro idee e la loro società, cultura, agli altri al contrario della Corea del Nord ecc.. Per me potrebbero fare ciò che vogliono ma restassero nei limiti del loro stato e lasciassero libera la cultura degli altri!

dondomenico

Mar, 07/07/2015 - 11:59

Ma questo giornalista del Corriere non ha altro da fare? Perchè continuate a dare voce a questa pazza scatenata?

magnum357

Mar, 07/07/2015 - 12:02

Una perfetta rixxxxxxxxxxxxxa !!!!!

florio

Mar, 07/07/2015 - 12:12

Questo governo, se c'è da andare a riprendere delle povere italiane rincitrullite dai musulmani dell'Isis, spende milioni (dei contribuenti) e si attiva immediatamente. I poveri Marò che hanno il solo torto di essere servitori di questo ridicolo stato governato dai sinistri, per i quali tutto ciò che è rappresentato dalle divise è uguale al fascismo (poveri dementi inguaribili cretini), allora possono marcire in terra Indiana. Noi Italiani forse meritiamo questo schifo, un popolo incapace di lottare per difendere i propri interessi, le proprie tradizioni, è un popolo sconfitto, chi glielo spiega ai sinistrati con il cervello bruciato dalle vecchie ideologie rosse?!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 07/07/2015 - 12:38

Decapitano in nome di allah, bene allora anche noi decapitiamo, in nome di chi ? Ma di TOPOLINO .

paolonardi

Mar, 07/07/2015 - 13:53

La mamma delle imbecilli e' sempre incinta. A quanto pare ad alcune donne occidentali piace il frazzo dei pecorai islamici. De gustibus non est disputandum.

Cinghiale

Mar, 07/07/2015 - 14:19

Ma Allah lo sa che è seguito da una serie incredibile di sfigati?

mariolino50

Mar, 07/07/2015 - 14:22

Questa non capisce niente, quello era il dio unico degli arabi,e non certo degli occidentali, una religione che propone quele porcherie, è quanto di più deleterio possa esistere, dovrebbe parlare di amore, e invece parla di morte, ed è l'unica che lo fà.

scarface

Mar, 07/07/2015 - 14:24

Si organizzano crociere di sola andata per 'aspiranti islamici perfetti'. Porto di imbarco: Qualsiasi. Requisiti: adorare il profeta pedofilo.

Adlernest

Mar, 07/07/2015 - 14:28

Povera demente!!!!!!!!! Chissà quanti altri pazzi psicopatici abbiamo qui in Italia.Propongo di fare test nucleari nei territori occupati da questi pazzi sanguinari che meritano la totale eliminazione fisica dalla faccia della terra.Anche un bel bombardamento con i buoni e vecchi B52,stile Vietnam,sarebbe uno spettacolo magnifico .Ma a decine di ondate!!!! Dobbiamo metterci in testa che siamo in guerra!!! Basta con le buffonate!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 07/07/2015 - 14:45

Questa qui è completamente fuori di testa....comunque basta aspettare che le fischino intorno le prime pallottole in combattimento....poi vediamo.

puponzolo

Mar, 07/07/2015 - 14:46

Che la legge di Allah sia perfetta posso concettualmente comprenderlo; ad essere imperfetti sono però coloro che la mettono in atto. Credere che la perfezione celeste possa apparire in gloria in questo mondo è delirio, a meno che tutti non diventino Uno; cosa però impossibile dove ci sono guerre, conflitti e pianti.

lamwolf

Mar, 07/07/2015 - 15:15

Questa inb...... predica violenza e la supremazia religiosa e sociale su tutte le altre. Questa temetela chiusa appartiene ad un'era trascorsa di orrore e devastazioni di centinaia di anni fa.

opinione-critica

Mar, 07/07/2015 - 15:23

Siamo contenti che si trovano bene con Isis. Avremo meno spese in Italia per cure medico-psichiatriche. Se vi serve qualcosa telefonate alla Boldrini, anche a lei piace mettersi il velo, a noi piace vederla col velo integrale e in silenzio.

Ritratto di bergat

bergat

Mar, 07/07/2015 - 15:56

Allah chi?

carpa1

Mar, 07/07/2015 - 16:03

Ma piantatela di darle visibilità e mandatela ca....re sulle ortiche. Non se ne può più di tutte queste fregnacce. Siete ridicoli: interessatevi invece delle cose serie, ad esempio, come eliminare questi idioti ed i negrieri trafficanti di esseri umani.

gedeone@libero.it

Mar, 07/07/2015 - 16:21

A me questa non fa pena nè paura, fa solo ridere. E gli Italiani dovrebbero essere impressionati dalle sxxxxxxxe che dice questa? Come diceva il compianto Principe De Curtis in arte Totò: Ma ci faccia il piacere...

gedeone@libero.it

Mar, 07/07/2015 - 16:23

frank, beh! se è per quello sulle toghe rosse e sulla Corea del nord, altro che due parole. L'intera enciclopedia Treccani non basterebbe!

leo_polemico

Mar, 07/07/2015 - 16:59

Siamo sicuri che dare importanza a questa esaltata sia una cosa giusta? A nessuno viene in mente al "corriere" che questa scatenata, invece di essere giudicata per quello che è, riesca a far proseliti? Al fantastico ministro degli interni Al-fano, o a suo qualche dirigente/funzionario strapagato, non viene in mente di perseguire chi da visibilità alla "propaganda" fatta da questa pazza? Una mia curiosità: quanto sono state pagate le "apparizioni televisive" della signora Maria Giulia Sergio, in arte Fatima?

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 08/07/2015 - 10:41

Cinghiale 14:19 - Il suo commento mi ha ricordato una vignetta di Charlie Hebdo alquanto significativa che, tra l'altro, è anche una "rivalutazione" di Maometto rispetto ai suoi seguaci. Il profeta si copre vergognosamente il viso con le mani e mormora dentro di sé : "È dura essere amati da degli st ron 2i". - (2° invio)